Ingegneria civile
Laurea magistrale

Cosa studierai

Il corso di laurea magistrale si propone di fornire conoscenze specifiche e particolari competenze professionali nel campo dell'ingegneria civile, nei settori dell'ingegneria delle costruzioni, dell'ingegneria idraulica, dell'ingegneria geotecnica e in alcune discipline tipiche del settore della protezione e della salvaguardia del territorio.

Il primo anno è comune per tutti gli studenti, mentre nel secondo è possibile specializzarsi scegliendo uno dei due curricula: uno è più incentrato sulle costruzioni, l'altro più orientato al territorio. 

Nel primo anno si affrontano gli aspetti teorico-scientifici dell'ingegneria civile, per poter affrontare e risolvere, anche in modo innovativo, problemi complessi caratteristici del settore. Si approfondiscono alcune tematiche tipiche della formazione di primo livello e si intraprendono argomenti più specialistici e applicativi, quali ad esempio la meccanica dei solidi, dei fluidi, dei terreni, la dinamica delle strutture, l'ingegneria sismica, le opere di fondazione e le pere marittime.

Il secondo anno si concentra sull'acquisizione di competenze specifiche volte all'analisi e progettazione di complesse opere di ingegneria, allo sviluppo di innovazioni tecnologiche, alla pianificazione e gestione di processi in specifiche aree dell'Ingegneria civile. Grazie a insegnamenti a libera scelta gli studenti possono completare la loro formazione interdisciplinare.

La tesi di laurea magistrale consiste nella redazione di un progetto originale oppure nell'esecuzione di uno studio di carattere monografico, teorico e/o sperimentale, coerente con gli argomenti sviluppati nei due anni.