Metodologie filosofiche
Laurea magistrale

Tesi di laurea

Cosa è

Per l'ammissione all'esame di laurea devi aver conseguito tutti i crediti formativi previsti dall'ordinamento didattico del tuo corso di laurea.

L'esame di laurea consiste nella discussione di una tesi, davanti ad una commissione, elaborata sotto la guida di un relatore e di un correlatore.

La tesi potrà essere di carattere:

  1. sperimentale
  2. teoretico-sistematico
  3. storico-filosofico
  4. potrà trattare della tua esperienza di tirocinio

Potrai scegliere come relatore qualisiasi docente con cui tu abbia sostenuto un esame. Nel caso in cui non fosse cosi, dovrà esserlo il correlatore.

Potrai scrivere l'elaborato:

  1. in italiano
  2. in un' altra lingua dell'unione europea (inglese, francese, tedesco, spagnolo).

Come fare domanda di Laurea

Se sei un laureando devi:

  1. Scegliere la sessione di laurea
  2. Depositare il titolo della tesi
  3. Compilare la domanda di laurea online
  4. Compilare il questionario AlmaLaurea online
  5. In caso tu abbia libri in prestito, restituiscili in biblioteca
  6. Compilare il questionario di valutazione del tuo corso di studi

Ricordati di:

  1. Controllare di essere in regola con il pagamento delle tasse
  2. Pagare l’imposta di bollo di € 16 per l’emissione del Diploma di laurea (pagabile tramite i servizi on line – pagamento tasse e contributi)
  3. Verificare di avere sostenuto tutti gli esami e le attività formative
  4. Controlla che siano tutti segnati sulla tua carriera online

Deposito titolo della tesi 

Se sei un laureando, devi consegnare il modulo di deposito del titolo della tesi con sei mesi di anticipo sulla sessione prescelta per la discussione.

Il titolo inserito nel modulo viene considerato come provvisorio, quello definitivo sarà quello inserito nella domanda di laurea. Se devi modificare il titolo sostanzialmente, per esempio se cambi l'argomento della tesi o il relatore, dovrai depositare di nuovo il modulo, con conseguente decorrenza dei termini.

Per saperne di più, devi rivolgerti alla Segreteria didattica del DAFIST in via Balbi 4 al III piano, tel. 010 209 9709/9719, lunedì e mercoledì dalle 10 a mezzogiorno e il giovedì dalle 15 alle 17. Puoi anche contattare Enrica Roveta o Valeria Motosso.

Consegna della tesi e dell'elaborato digitale

Entro i termini indicati nella scadenze occorre consegnare alla Segreteria didattica del dipartimento (dove è stato già depositato il modulo del titolo) la seguente documentazione:

N.B. Non dovrai più consegnare i volumi delle tesi presso la Segreteria Didattica ma direttamente ai docenti interessati

Restituzione del materiale librario

Il modulo attesta la tua volontà di laurearti. La mancata presentazione del modulo comporta l’esclusione dalla sessione di laurea.

Ricordati che va firmato da uno dei bibliotecari della Scuola di Scienze Umanistiche o di dipartimento:

Scadenze

SCADENZARIO per la sessione di ottobre 2019:
(tutte le scadenze vanno rispettate, pena l’esclusione dalla sessione di laurea)

COSADOVEENTRO QUANDO

Deposito titolo tesi

Segreteria didattica del Dipartimento

almeno 6 mesi prima

A) Domanda di laurea e Almalaurea
B) Esami registrati e tasse in regola (compreso il pagamento del Bollo di laurea)

Online

19 settembre 2019
(domanda compilabile online dal 19 agosto)

Volumi della tesi*,Cd, modulo restituzione del materiale librario

Segreteria didattica del Dipartimento

26 settembre 2019

*Se sei un laureando di un corso del DAFIST (Filosofia, Storia, Scienze Storiche, Metodologie Filosofiche e Scienze dell’Antichità) e intendi laurearti nella prossima sessione di laurea, prevista a Febbraio 2019, non dovrai più consegnare i volumi delle tesi presso la Segreteria Didattica ma direttamente ai docenti interessati.

Valutazione

La valutazione conclusiva terrà conto di tutta la tua carriera.

Se hai partecipato a un programma di mobilità internazionale per motivi di studio e hai sostenuto esami curricolari per almeno 12 CFU, ti verrà aggiunto 1 punto alla media curricolare.

Se hai trascorso un periodo di studio all'estero (Erasmus etc...) e hai svolto ricerche per la tesi, i due terzi dei CFU della tesi potranno essere contabilizzati come conseguiti all'estero, purché il numero totale dei CFU previsti dal Learning Agreement non sia inferiore a 12 CFU.

Per usufruire di questa possibilità devi inviare al coordinatore del corso una dichiarazione del relatore della tesi, che attesti le tue ricerche durante il periodo all'estero.

La prova finale è superata se hai ottenuto una votazione non inferiore a 66 punti su 110.

Indicazioni tecniche

Riprese fotografiche e/o audiovisive

N.B. Leggi il regolamento della procedura di accreditamento per lo svolgimento di attività di riprese fotografiche e/o audiovisive all'interno degli edifici universitari (in vigore dal 28.06.2013).

Listino Servizio fotografico sedute di Laurea

Fotografi Gruppo 3

8 euro a foto iva compresa

(stampa formato 20-25, 20-30 + Cd)

Formattazione

Per formattare la tua tesi di laurea ricorda che:

  1. I testi devono essere redatti utilizzando il font Times New Roman
  2. Il corpo del carattere deve essere di 12 punti (le note vanno in corpo 10)
  3. La misura dei margini destro-sinistro e superiore-inferiore deve essere di 2,5 cm
  4. L’interlinea deve essere interlinea 2 (1,5 cm.)
  5. La stampa deve essere fronte/retro
  6. La lunghezza complessiva del testo deve essere di minimo 100.000 e massimo 300.000 caratteri spazi inclusi.

Bibliografia

Ci sono molti metodi di citazione e dovrai concordare con il tuo relatore il metodo da seguire. Ricorda solo di utilizzare lo stesso metodo per tutta la bibliografia.

Ordine della bibliografia (per cognome)

  • Cognome e Nome dell’autore/i (per esteso; se gli autori sono due o tre, i nomi vanno separati da una virgola)
  • Cognome e Nome del curatore/i seguito da “(a cura di)”; in caso di più di due curatori, si può citare il primo seguito dalla formula et al.

Libri e curatele

Cognome Nome, (ANNO) Titolo e Sottotitolo dell'opera, Città: Casa editrice.

    • Es: Dummett Michael (2006) Thought and Reality, Oxford: Clarendon Press.
    • Segre Cesare e Ossola Carlo (a cura di) 2001 Antologia della poesia italiana. Vol. V: Seicento, Torino: Einaudi

Articoli di riviste, quotidiani e altri periodici, opuscoli

Cognome Nome, (ANNO)· “Titolo e Sottotitolo” in Nome della Rivista, numero del volume, fascicolo: pagine

    • Es: Karlsson Mikael (1995) “Defeating the Inference from General to Particular Norms” in Ratio Juris 8/3: 271-286

Capitoli di libri, saggi in miscellanee

Cognome Nome, (ANNO)· “Titolo e Sottotitolo” in Nome e Cognome del Curatore/1 Titolo del volume: pp.[pagine del contributo] , città, edizione.

    • Es. Kuhlmann, Meinard (2011) “Mechanisms in Dynamically Complex Systems”, in P. McKay Illari, F. Russo, & J. Williamson (Eds.), Causality in the Sciences, Oxford: Oxford University Press

Modalità per la scrittura delle note: citazione di un’opera in nota

Una modalità utile per aiutare a trovare facilmente il testo citato in bibliografia è citare in nota o nel corpo del lavoro. Per esempio:

  • Vedi Karsson (1995)
  • Karslsson (1995) sostiene che...
  • Come sostiene Karlsson (1995: 24-5)

Abbreviazioni da usare in nota o nel testo

Anon. Anonimo

art. articolo (per articoli di Legge)

cap. capitolo (plurale: capp.)

cfr. confrontare, vedere anche, riferirsi a

cit. opera già citata in precedenza (se dell’autore/i si citano altre opere)

ed. edizione

fig. figura (plurale: figg)

infra. vedi sotto

supra vedi sopra

loc. cit. luogo citato

MS manoscritto (plurale: MSS)

N.B. nota bene

n.s. nuova serie

n. numero (plurale: nn.)

op. cit. opera già citata in precedenza

passim qua e là (quando non ci si riferisce a un luogo preciso del testo)

p. pagina (plurale: pp.)

par. paragrafo (plurale: parr.); anche: §

r recto

s.d. senza data (di edizione)

s.l. senza luogo (di edizione)

seg. seguente

sez. sezione

sic così (scritto così proprio dall’autore che viene citato)

NdA nota dell’autore [di solito tra parentesi quadre]

NdT nota del traduttore [di solito tra parentesi quadre]

NdC nota del curatore [di solito tra parentesi quadre]

NdR nota del redattore

tab. tabella

tav. tavola

trad. traduzione (anche: tr.)

v verso

vol. volume (plurale: voll.)

Citazioni e segni da usare nel testo e in nota

Le citazioni si scrivono:

  • in corpo più piccolo (10 pt)
  • con un rientro rispetto ai margini normali del testo
  • in interlinea semplice

[...] segnalazione di ellissi (omissione o taglio)

“…” virgolette alte doppie: devono essere usate per:

    • segnalare l’uso del discorso diretto
    • segnalare una citazione all’interno del testo

‘…’ virgolette alte singole: vanno usate al posto delle virgolette doppie quando si trovano in un testo che è già racchiuso tra virgolette doppie

[ ] parentesi quadre: per segnalare all’interno di un testo non originale (cioè citato) una tua qualsiasi intromissione

corsivo da utilizzare nel momento in cui compaiono nel testo termini stranieri (rispetto all’italiano) o in latino/greco.

Fonti Web

La tesi può contenere una sitografia.

Nella tesi le citazioni dal Web possono essere di vario genere:

  1. puoi citare semplicemente un sito di riferimento
    Per es. http://www.archive.org/index.php
  2. puoi citare un articolo preso da un sito Web
    Per es. Maurizio Boscarol, Che cos’è l’usabilità dei siti Web, 30/11/2000, http://www.usabile.it/012000.htm
  3. devi inserire la data di ultima consultazione della risorsa
    (ultima consultazione: gg.mm.aaaa)
  4. devi indicare il riferimento temporale
    Per es. Weber, Marcel (2012), "Experiment in Biology", in Edward N. Zalta (ed.), The Stanford Encyclopedia of Philosophy.
    http://plato.stanford.edu/entries/biology-experiment/

Presentazione elettronica

Se vuoi utilizzare una presentazione elettronica durante la discussione, ricordati che i computer della Scuola sono dotati di PowerPoint 2000, compatibile con tutte le versioni precedenti (PowerPoint XP e PowerPoint 2000) e Microsoft Office Compatibility Pack per le versioni 2007.


Per evitare problemi di compatibilità e accelerare i tempi di caricamento, ti consigliamo di:

  • utilizzare slide semplici con font standard, senza abbondare in animazioni e video
  • usare le estensioni .avi, .mpeg, .mov, .wmv per i video.
  • utilizzare solo un video per ogni slide
  • non superare, se possibile, gli 80 Mb complessivi; prima di importare le immagini in PowerPoint occorre ridurle e ottimizzarle tramite programmi di grafica come “Imaging”, “Photoshop”, “Photopaint”, “Paint Shop Pro”. Ti consigliamo i formati .gif e .jpeg
  • utilizzare la funzione “inserisci immagine da file” e NON il copia/incolla per importare le immagini
  • usare il formato “Presentazione di PowerPoint 95 e 97-2003” per il salvataggio del file

N.B. Le presentazioni potranno essere testate la settimana prima dell’inizio delle sessioni di laurea prendendo accordi con il supporto tecnico della Presidenza.Per fissare un appuntamento chiamare il martedì o il giovedì dalle ore 14 alle 15 al numero 010 209 51485.

Ritiro della pergamena di laurea

Per il ritiro della tua pergamena di laurea devi presentarti presso la portineria di via Balbi 5 (piano terra, da lunedì a sabato compresi - orario di apertura 8-19).

Se non puoi presentarti personalmente, puoi delegare per iscritto una persona di fiducia, allegando la fotocopia del tuo documento d’identità.

N.B. Se hai conseguito il titolo prima del 1 gennaio 2006 e non l'hai ancora ritirato devi contattare le Segreterie studenti.

Se hai conseguito il voto finale di 110/110 o 110/110 e lode ti verrà consegnata la pergamena durante due cerimonie ufficiali alla presenza della tua famiglia, dei mass media, del Rettore e dell'intera comunità accademica:

  • in occasione del festival dell'Università - UniverCity (per i laureati dall' 1/9 al 31/12 dell'anno precedente)
  • in occasione dell'inaugurazione del nuovo anno accademico (per i laureati dall'1/1 al 31/8 dell'anno in corso)

N.B. Se non puoi essere presente a queste occasioni potrai ritirare il diploma come sopra specificato.