Amministrazione, finanza e controllo
Laurea magistrale

Verifica dei prerequisiti

Come funziona 

Per poter accedere al corso devi sostenere una verifica dei prerequisiti.

La verifica verrà effettuata tramite un test sugli argomenti fondamentali del corso. Se non superi il test lo potrai ripetere.

La prova consiste in 6 domande scritte da rispondere, in modo aperto in 1 ora.

Superi l’intera prova se ottieni un voto sufficiente (18/30) in ognuna della aree del test.

La commissione è composta dai proff. Marco Arato, Francesco Avallone, Alberto Quagli.

Esoneri  

Sei esonerato dalla verifica dei prerequisiti se sei laureato nella classe L-18 con un voto di laurea uguale o superiore a 99/110.

Dove e quando

  • 8 luglio 2020 prova orale in collegamento da remoto
  • tra 4 e 10 settembre 2020 - (giorno e modalità di svolgimento da definire)
  • tra 4 e 10 novembre 2020- (giorno e modalità di svolgimento da definire)
  • tra 2 e 8 febbraio 2021 (ultimo test per iscrizione all'a.a. 2020/21)- (giorno e modalità di svolgimento da definire)
  • tra 5 e 9 luglio 2021- (giorno e modalità di svolgimento da definire)
  • tra 3 e 9 novembre 2021- (giorno e modalità di svolgimento da definire)
  • tra 2 e 8 febbraio 2022 (ultimo test per iscrizione all'a.a. 2021/22)- (giorno e modalità di svolgimento da definire)

Per prepararti

Parte aziendale (tre domande):

  • capacità di inquadrare gli andamenti di un'azienda alla luce del contesto settoriale e ambientale in cui opera
  • conoscenza dei principali processi e funzioni aziendali
  • capacità di definire e analizzare le condizioni di equilibrio economico-finanziario di un'azienda
  • conoscenza delle principali fonti di finanziamento, così come dei concetti di fabbisogno finanziario e autofinanziamento
  • capacità di riconciliare il risultato economico e il flusso di cassa operativo
  • conoscenza delle rilevazioni contabili delle principali operazioni aziendali (acquisti/vendite beni e servizi, finanziamenti, investimenti in strumenti finanziari)
  • conoscenza dei criteri generali di redazione (postulati, valutazione ed esposizione) del bilancio (stato patrimoniale e conto economico) secondo le regole italiane e delle sue principali funzioni
  • conoscenza della struttura (e dei risultati parziali) del rendiconto finanziario
  • conoscenza dei principali indici di bilancio e dei fondamentali elementi del calcolo del costo di prodotto

Ripassa questi argomenti all'interno dei programmi di Economia aziendale, Ragioneria generale e Controllo di gestione.

Parte giuridica (tre domande):

  • le azioni
  • i Gruppi di Società
  • l’assemblea
  • l’amministrazione
  • il Collegio Sindacale. Controllo Contabile
  • i Sistemi Alternativi di Amministrazione e Controllo
  • le delibere assembleari nelle spa e le decisioni dei soci nella srl
  • la conoscenza della disciplina delle operazioni straordinarie nelle società di capitali

Puoi aiutarti nello studio consultando questi testi:

  • Introduzione all’economia aziendale (L. Marchi, a cura di)
  • Contabilità d’impresa e valori di bilancio – 5° edizione (L. Marchi, a cura di)
  • Bilancio di esercizio e principi contabili (A. Quagli), cap. 1 e 2
  • Manuale di Campobasso, Diritto Commerciale, Vol. 2, Diritto delle Società, capitoli V, VII, VIII, IX, X, XI
  • Il libro di testo che hai usato per l’esame di Diritto commerciale

Esempi di domande

Economia aziendale

  • Si definisca il concetto di autofinanziamento e la sua rilevanza nell’economia dell’azienda
  • Si definisca il concetto di equilibrio finanziario
  • Si definisca il concetto di ammortamento ed il suo impatto sui prospetti di stato patrimoniale, conto economico e rendiconto finanziario


Ragioneria Generale

  • Si definiscano le principali funzioni del bilancio
  • Si chiarisca il contenuto del postulato della neutralità secondo i principi contabili OIC, precisando in cosa si sostanziano le possibili deviazioni dal principio stesso
  • Si definisca il concetto di capitalizzazione dei costi in relazione ai postulati del bilancio di esercizio

Diritto commerciale

  • Si chiariscano quali sono le azioni di responsabilità che possono essere esercitate nei confronti degli amministratori di una s.p.a.
  • Si chiariscano quali sono i limiti all’acquisto di azioni proprie
  • Si chiarisca quando una società può essere definita “controllata”