Servizio sociale e politiche sociali
Laurea magistrale

Dopo la laurea

Il laureato in Servizio sociale e politiche sociali

Chi è?

È una figura professionale in grado di operare con un elevato grado di competenza e autonomia decisionale. In particolare è in grado di lavorare nella direzione di strutture, servizi, dipartimenti e di aree di elevata complessità.

Cosa fa?

Può svolgere funzioni dirigenziali di ideazione, programmazione e gestione di progetti nel sociale. Tra i vari sbocchi professionali menzioniamo:

  • dirigente delle politiche e della programmazione dei servizi sociali e socio-sanitari
  • specialista della gestione e del controllo nella Pubblica Amministrazione
  • assistente sociale specialista (sezione A dell'Albo)
  • specialista dell'organizzazione del lavoro.

Possiede inoltre le competenze per interagire con le popolazioni immigrate nella prospettiva di relazioni sociali interculturali e multietniche.

Dove lavora?

Può operare in vari ambiti, quali:

  • integrazione socio-sanitaria
  • servizi alla persona e alle famiglie
  • migrazione e relazioni interculturali
  • esclusione e marginalità sociale
  • soggetti deboli
  • politiche di welfare.

Può dunque accedere ai concorsi per cui è richiesta la qualifica direttiva in programmazione, management e gestione delle politiche sociali presso i Ministeri della Giustizia, del Lavoro, della Famiglia e della Salute, presso gli Enti locali, le ASL, le Direzioni o i Dipartimenti ministeriali, le strutture private e quelle operanti nell'ambito del Terzo Settore. Inoltre la laurea in Servizio sociale e politiche sociali consente l'accesso all'esame di Stato per l'esercizio della professione di Assistente sociale, Sezione A dell'Albo.