Ingegneria meccanica - energia e aeronautica
Laurea magistrale

Dopo la laurea

Il laureato in Ingegneria meccanica - Energia e aeronautica

Chi è?

√ą un ingegnere meccanico capace di:

  • individuare, progettare, gestire sistemi tradizionali e innovativi per la produzione e la conversione dell'energia e per la propulsione aeronautica
  • sviluppare componenti specifici tecnologicamente avanzati: motori a combustione interna alternativi, componenti di motori aeronautici, turbine, pompe, compressori, scambiatori di calore, sistemi per la climatizzazione e la refrigerazione.
Cosa fa?

Può svolgere molteplici attività, fra le quali:

  • progettare, installare e collaudare macchine a fluido
  • progettare e ottimizzare sistemi per la produzione e la conversione dell'energia da fonti tradizionali, rinnovabili e nucleari
  • progettare e far ricerca nel settore della propulsione aeronautica
  • progettare e collaudare impianti di climatizzazione e di riscaldamento
  • dimensionare apparecchiature di scambio termico
  • sviluppare e applicare tecniche di misura termofluidodinamiche
  • sviluppare e utilizzare codici di calcolo termofluidodinamici.
Dove lavora?

Può lavorare presso aziende, enti pubblici o privati, strutture di ricerca e start-up nei campi:

  • dell'impiantistica industriale
  • della produzione e conversione dell'energia
  • delle energie rinnovabili e nucleari
  • del condizionamento ambientale e della refrigerazione
  • dell'installazione, collaudo e monitoraggio di macchine, impianti e sistemi per l'energia e l'aeronautica.

Può esercitare la libera professione nei settori meccanico ed energetico.

Questa laurea consente di sostenere l'esame di stato per l'iscrizione alla Sezione A dell'albo professionale degli Ingegneri, settore industriale.

Il laureato in Ingegneria meccanica - energia e aeronautica può proseguire gli studi nei Corsi di dottorato di ricerca in ambito energetico e meccanico.