Salta al contenuto principale

Lo studio dei testi letterari, dall'antichità al mondo contemporaneo, insegna ad affrontare la complessità, a sviluppare il senso critico, a inquadrare correttamente i fenomeni socio-culturali, e a comunicare e trasmettere un patrimonio culturale inestimabile.

I docenti coinvolti nel nostro corso di studi svolgono attività di ricerca e di studio, e sono impegnati in attività di terza missione. Tuttavia, in genere è l'insegnamento universitario a costituire la loro principale 'professione': lo testimoniano i questionari per la valutazione degli insegnamenti, compilati annualmente dagli studenti, che dei nostri docenti apprezzano e promuovono, per esempio, la chiarezza espositiva, la capacità di suscitare e motivare l'interesse, la reperibilità per chiarimenti e spiegazioni ad hoc.

Il nostro ambiente si fonda su un aperto e costruttivo dialogo fra docenti e studenti.

Cosa studierai

I tre curricula del Corso offrono un percorso formativo organico e caratterizzato da ampiezza e varietà dei contenuti, volti a far acquisire una conoscenza ad ampio raggio di quanto ha prodotto la cultura letteraria classica, medievale, moderna e contemporanea

Tutti inquadrano l'analisi dei testi letterari in un solido impianto storico e non trascurano, sia nelle attività caratterizzanti sia nelle attività affini e integrative, di aprire significative finestre sul ruolo che hanno rivestito la cultura filosofica ed artistica, l’antropologia culturale e le letterature extraeuropee.

Insegnamenti di base e caratterizzanti comuni ai tre curricula sono nei settori L-FIL-LET/10 e 12; L-LIN/01; M-GGR/01, con diverso spazio e peso all’interno di ciascun percorso.

    centrato sullo studio del mondo antico, dalle discipline linguistico-letterarie (L-FlL-LET/02 e L-FIL-LET/04) e filologiche (L-FIL-LET/05, 06, 07, 08) a quelle storiche (L-ANT/02 e 03; M-STO/09), archeologiche (L-ANT/07; L-FIL-LET/01) e filosofiche (M-FIL/07).

    centrato sulle discipline della filologia, della lingua e della letteratura italiana, dalle origini all’epoca contemporanea (L-FIL-LET/09, 10, 11, 12, 13), anche in rapporto con le letterature straniere (p.es. L-FIL-LET/14; L-LIN/03). Attenzione è dedicata al rapporto tra le opere letterarie il relativo contesto storico, con insegnamenti di storia (L-ANT/02 e 03; M-STO/01, 02, 04) e di archivistica (M-STO/08); analogamente, la cultura letteraria è messa in relazione sia con le discipline storico-artistiche (L-ART/01, 02, 03) dello spettacolo, della musica (L-ART/05, 06, 07) e del cinema, sia con quelle antropologiche e filosofiche.

    rispetto a quello moderno si caratterizza per un più esplicito rapporto tra letteratura, musica, teatro, cinema e nuovi media, anche con laboratori di tipo professionalizzante nei vari ambiti.

    Dopo la laurea

    Il laureato in Lettere

    Chi è?

    • Organizzatore di eventi culturali, fiere ed esposizioni
    • esperto di pubbliche relazioni e della comunicazione in settori aziendali e commerciali
    • agente di pubblicità
    • addetto stampa, operatore artistico di supporto, redattore in istituzioni, istituti, case editrici operanti nell'ambito dello spettacolo
    • recensore e impiegato in case editrici
    • impiegato in archivi e biblioteche

    Cosa fa?

    • Ideazione, promozione e organizzazione di eventi culturali
    • progettazione, pubblicizzazione e marketing di campagne pubblicitarie
    • supporto alla produzione teatrale, cinematografica, televisiva
    • ideazione, progettazione ed esecuzione in emittenti radiofoniche e televisive e siti internet
    • editing e revisione di testi presso case editrici e giornali
    • raccolta e divulgazione di dati e conoscenze letterarie e linguistiche
    • schedatura del materiale librario e documentario in archivi e biblioteche

    Dove lavora?

    Area di:

    • editoria e giornalismo
    • pubbliche relazioni
    • produzione teatrale, cinematografica, musicale, televisiva, multimediale
    • organizzazione di eventi culturali
    • archivi e biblioteche

    La formazione di base fornita è rivolta a un approfondimento e a una specializzazione nei corsi di laurea magistrale che consentano di delineare sbocchi occupazionali più precisi, soprattutto, ma non solo, nel campo dell'industria culturale ampiamente intesa e dell'insegnamento.