Salta al contenuto principale della pagina

CHIMICA DELLE SOSTANZE ORGANICHE NATURALI

CODICE 34000
ANNO ACCADEMICO 2016/2017
CFU 4 cfu al 3° anno di 8757 CHIMICA E TECNOLOGIE CHIMICHE (L-27) GENOVA
SETTORE SCIENTIFICO DISCIPLINARE CHIM/06
LINGUA Italiano
SEDE GENOVA (CHIMICA E TECNOLOGIE CHIMICHE )
PERIODO 2° Semestre
PROPEDEUTICITA
Propedeuticità in ingresso
Per sostenere l’esame di questo insegnamento è necessario aver sostenuto i seguenti esami:
  • CHIMICA E TECNOLOGIE CHIMICHE 8757 (coorte 2014/2015)
  • CHIMICA ORGANICA 2 65109
  • ISTITUZIONI DI MATEMATICHE 72564

PRESENTAZIONE

Chimica delle Sostanze Organiche Naturali (ORGNAT, codice 34000) vale 4 crediti e si svolge nel secondo semestre dei seguenti anni: 3° CTC. Le lezioni si tengono in lingua italiana.

OBIETTIVI E CONTENUTI

OBIETTIVI FORMATIVI

Panoramica delle principali vie del metabolismo secondario e dei meccanismi biologici caratterizzanti

OBIETTIVI FORMATIVI (DETTAGLIO)

L'insegnamento si propone: di fornire agli studenti:
-- una panoramica delle principali vie del metabolismo secondario e dei meccanismi biologici caratterizzanti;
-- una conoscenza delle proprietà di base di alcune classi di metaboliti secondari e dei loro effetti sull’organismo umano (specialmente nel campo di steroidi, vitamine, alcaloidi).

MODALITA' DIDATTICHE

Lezioni frontali tradizionali con uso di presentazione in PowerPoint (messa a disposizione degli studenti su AulaWeb) e di lavagna.

PROGRAMMA/CONTENUTO

Il metabolismo secondario: aspetti generali e schematizzazione delle principali vie metaboliche secondarie. Analisi dettagliata della via del mevalonato (terpeni/olii essenziali, colesterolo, steroidi e vitamina D, carotenoidi e vitamina A). La via “non-mevalonica” ai terpeni: cenni. La via dello shikimato: sintesi di α-ammino acidi aromatici ed altre classi di metaboliti secondari. Vitamine: note storiche, classificazione, aspetti generali ed esame dettagliato, per alcune di esse, della sintesi e del coinvolgimento nel metabolismo. Alcaloidi: classificazione, considerazioni generali, dettagli sulla chimica (sintesi e/o modalità di azione) di alcuni esempi di particolare interesse. Sostanze di origine marina: generalità ed esempi di particolare interesse.

TESTI/BIBLIOGRAFIA

Diapositive delle lezioni caricate su AulaWeb

Testi specifici per la consultazione:

Dewick - Medicinal Natural Products. A Biosynthetic Approach – 3rd Ed.

Dewick - Chimica, Biosintesi e Bioattività delle Sostanze Naturali  -  1a o 2a  Ed. Italiana a cura di E . Fattorusso (Piccin, 2013).

Testi di Chimica Organica per la consultazione:

Chimica Organica, W. H.Brown, C.S. Foote, B.L. Iverson, E.V. Anslyn, 4ª Ed. EdiSES

Chimica Organica, Bruice, II Ed. – EdiSES

 

DOCENTI E COMMISSIONI

Commissione d'esame

GIOVANNI PETRILLO (Presidente)

LARA BIANCHI

CINZIA TAVANI

LEZIONI

MODALITA' DIDATTICHE

Lezioni frontali tradizionali con uso di presentazione in PowerPoint (messa a disposizione degli studenti su AulaWeb) e di lavagna.

INIZIO LEZIONI

2° Semestre

Orari delle lezioni

L'orario di tutti gli insegnamenti è consultabile su EasyAcademy.

ESAMI

MODALITA' D'ESAME

Colloquio (esame orale).

Eventualmente lo studente può a sua libera scelta portare, come parte dell'esame, una presentazione in PowerPoint su un approfondimento di un argomento del programma, da concordare con il docente.

MODALITA' DI ACCERTAMENTO

La verifica consiste in un colloquio (esame “orale”), costituito da domande diversificate, inerenti al programma svolto dal docente, e protratto per un tempo ritenuto congruo dalla Commissione, sulla base della propria consolidata esperienza, per una valutazione oggettiva del candidato. La Commissione di esame è costituita da due docenti di ruolo, tra cui il responsabile dell’insegnamento. La verifica del raggiungimento degli obiettivi formativi di un insegnamento appura a) l’acquisizione, da parte del candidato, delle nozioni (almeno quelle minime) fondamentali per una corretta conoscenza degli argomenti inseriti nel programma e svolti dal docente, b) la capacità del candidato di muoversi razionalmente nell’ambito della materia, anche tramite appropriati collegamenti tra argomenti diversi e c) la capacità del candidato di utilizzare appropriatamente nozioni e conoscenze preliminari acquisite in precedenza (tramite il superamento di esami di insegnamenti di norma formalmente propedeutici) nella comprensione e discussione dei vari argomenti della materia.

Calendario appelli

Data Ora Luogo Tipologia Note
16/06/2017 09:00 GENOVA Orale
30/06/2017 09:00 GENOVA Orale
14/07/2017 09:00 GENOVA Orale
08/09/2017 09:00 GENOVA Orale
22/09/2017 09:00 GENOVA Orale