Salta al contenuto principale della pagina

LINGUA E TRADUZIONE RUSSA I

CODICE 55888
ANNO ACCADEMICO 2017/2018
CFU 12 cfu al 1° anno di 8741 TEORIE E TECNICHE DELLA MEDIAZIONE INTERLINGUISTICA (L-12) GENOVA
SETTORE SCIENTIFICO DISCIPLINARE L-LIN/21
LINGUA Russo
SEDE GENOVA (TEORIE E TECNICHE DELLA MEDIAZIONE INTERLINGUISTICA )
PERIODO Annuale

PRESENTAZIONE

Il corso introduce alla cultura linguistica del russo, all'uso della morfosintassi di base, all'acquisizione di un lessico che garantisca competenze attive e passive di livello A2-B1. Accoglie principianti assoluti e non, così come nativi russi che addestrino le competenze traduttive di livello elementare. L'approggio glottodidattico pone le tecniche traduttive al centro della pratica di addestramento e auto-addestramento al russo come L2-L3 

OBIETTIVI E CONTENUTI

OBIETTIVI FORMATIVI

Il corso, svolto in lingua, è mirato a presentare la struttura complessiva, morfo-sintattica, intonazionale e pragmatica del russo elementare, nella sua realtà comunicativa. In particolare si intende sviluppare parallelamente abilità di commutazione interlinguistica, una sostanziale competenza passiva della lingua orale, competenze basilari nello scritto (attivo e passivo).

OBIETTIVI FORMATIVI (DETTAGLIO) E RISULTATI DI APPRENDIMENTO

In particolare, gli studenti alla fine del corso sapranno utilizzare in modo disinvolto il cirillico di redazione russa, leggere e comprendere testi semplici o, parzialmente, testi complessi, parlare attivamente a livello A2 e comprendere il russo orale a livello A2-B1. La precisione ortografica non sarà obiettivo primario, come invece gli automatismi pragmatici, considerando la comprensione orale il primo obiettivo, la lingua attiva il secondo, la lettura il terzo e la scrittura il quarto.

MODALITA' DIDATTICHE

Il corso comprende un Modulo Teorico (3 ore settimanali al 1 semestre) tenuto dalla docente titolare del corso (prof. Salmon) e una serie di esercitazioni parallele tenute da lettori-esercitatori (8 ore alla settimana su entrambi i semestri). La frequenza è obbligatoria per le esercitazioni, ma fortemente consigliata per il modulo teorico che al I anno è parte integrante dell'addestramento e concorre a perseguire gli obiettivi di tutto il corso. Le lezioni sono tenute in lingua russa, con ampio ricorso alla traduzione da parte dei docenti, mirata ad addestrare alla memorizzazione di unità bilingui. Le esercitazioni mirano in primis allo sviluppo di abilità procedurali e parallelamente, ma in modalità secondaria, allo studio di nozioni memorizzabili a livello dichiarativo. L'immersione costante in un ambiente russofono è la prerogativa irrinunciabile di questo obiettivo. Gli studenti principianti potranno affrontare con successo la prima fase di contatto con la lingua, la più complessa, solo se si impegneranno, frequenteranno e svolgeranno le previste attività di auto-addestramento che sono fondamentali per il conseguimento degli obiettivi. Sull'autoaddestramento, per ogni singola esercitazione, verranno dati suggerimenti dettagliati. Il Modulo Teorico così come le esercitazioni non solo consentono, ma perorano la partecipazione attiva degli studenti con domande e discussioni collettive

PROGRAMMA/CONTENUTO

Alfabeto e fonologia, ortoepia e accentazione. Sintassi della frase semplice (indicativa e condizionale) e sintassi delle secondarie più usate (oggettiva, finale, relativa). Lessico della quotidianità (scolastica e non). Morfologia di base del verbo (coniugazioni), del sostantivo, del pronome e dell'aggettivo (casi), l'avverbio. Elementi di intonazione e prosodia. Elementi di problematiche aspettuali del verbo russo

TESTI/BIBLIOGRAFIA

Per tutto il corso: S.A. Chavronina, A.I. Sirochinskaja
"Il russo. Esercizi", Mosca, qualsiasi edizione

Per il Modulo Teorico sono richiesti due quaderni: uno per l'autoaddestramento e l'altro per le domande parallelamente insorte

DOCENTI E COMMISSIONI

Commissione d'esame

LAURA SALMON (Presidente)

GULBAGIRA KARAULOVA

DINA KOTELNIKOVA

NATALIYA ZAOCHNAYA

LEZIONI

MODALITA' DIDATTICHE

Il corso comprende un Modulo Teorico (3 ore settimanali al 1 semestre) tenuto dalla docente titolare del corso (prof. Salmon) e una serie di esercitazioni parallele tenute da lettori-esercitatori (8 ore alla settimana su entrambi i semestri). La frequenza è obbligatoria per le esercitazioni, ma fortemente consigliata per il modulo teorico che al I anno è parte integrante dell'addestramento e concorre a perseguire gli obiettivi di tutto il corso. Le lezioni sono tenute in lingua russa, con ampio ricorso alla traduzione da parte dei docenti, mirata ad addestrare alla memorizzazione di unità bilingui. Le esercitazioni mirano in primis allo sviluppo di abilità procedurali e parallelamente, ma in modalità secondaria, allo studio di nozioni memorizzabili a livello dichiarativo. L'immersione costante in un ambiente russofono è la prerogativa irrinunciabile di questo obiettivo. Gli studenti principianti potranno affrontare con successo la prima fase di contatto con la lingua, la più complessa, solo se si impegneranno, frequenteranno e svolgeranno le previste attività di auto-addestramento che sono fondamentali per il conseguimento degli obiettivi. Sull'autoaddestramento, per ogni singola esercitazione, verranno dati suggerimenti dettagliati. Il Modulo Teorico così come le esercitazioni non solo consentono, ma perorano la partecipazione attiva degli studenti con domande e discussioni collettive

INIZIO LEZIONI

17 ottobre

Orario 1 semestre:

Modulo Teorico (prof. Salmon): mart. 15-17 (aula 2B), merc. 10-11 (3B)

Lettorato (dott.sse Kotel'nikova, XXX): mart. 17-19 (2B), merc. 8-10 (3B), giov. 8-12 (3B)

Orari delle lezioni

LINGUA E TRADUZIONE RUSSA I

ESAMI

MODALITA' D'ESAME

L'esame si svolge in forma scritta, in prova unica comprensiva di tutte le esercitazioni, formata da esercizi prodotti da tutti i docenti del corso. Pur scritta, la prova mira a verificare le competenze procedurali, quindi le abilità automatizzate anche a livello orale. Tutte le prove somministrate sono esercizi di traduzione da/verso russo di livello (lessicale e morfo-sintattico) non superiore a quello esercitato surante il corso. Non è consentito l'uso di dizionari. La prova dura tre ore e può essere sostenuta in tre diverse sessioni (estiva, autunnale e invernale), iscrivendosi prima online all'appello prescelto. E' necessario munirsi di protocolli e penne funzionanti. La correzione avviene nei tempi più brevi possibili, compatibilmente con la correzione degli altri corsi e degli impegni di ricerca del titolare

MODALITA' DI ACCERTAMENTO

La prova d'esame generale conterrà un esericizio (il primo) esplicitamente etichettato come "esercizio di accertamento dei saperi acquisiti dallo studente". Chi non supererà il livello della sufficienza nell'esercizio non potrà superare la prova, a prescindere dallo svolgimento degli altri esercizi

Calendario appelli

Data Ora Luogo Tipologia Note
29/01/2018 14:30 GENOVA Orale prova
06/02/2018 14:30 GENOVA Scritto aula MA 1
05/06/2018 14:30 GENOVA Scritto aula MA 1
11/09/2018 14:30 GENOVA Scritto aula MA 1

ALTRE INFORMAZIONI

Gli studenti di madrelingua russa, previa richiesta alla titolare, possono essere esonerati dalla frequenza del lettorato, pur potendolo frequentare a discrezione. Viceversa sono invitati a frequentare il modulo teorico, utile anche per acquisire conoscenze pratiche di organizzazione di glottodidattica del russo per principianti italiani