Salta al contenuto principale della pagina

BIOCHIMICA

CODICE 65594
ANNO ACCADEMICO 2017/2018
CFU 5 cfu al 2° anno di 9916 SCIENZE AMBIENTALI E NATURALI (L-32) GENOVA
SETTORE SCIENTIFICO DISCIPLINARE BIO/10
LINGUA Italiano
SEDE GENOVA (SCIENZE AMBIENTALI E NATURALI )
PERIODO 1° Semestre
PROPEDEUTICITA
Propedeuticità in ingresso
Per sostenere l’esame di questo insegnamento è necessario aver sostenuto i seguenti esami:
  • SCIENZE AMBIENTALI E NATURALI 9916 (coorte 2016/2017)
  • FONDAMENTI DI CHIMICA 72889
  • BIOLOGIA GENERALE ED ELEMENTI DI BOTANICA E ZOOLOGIA 84005
MODULI Questo insegnamento è un modulo di:

OBIETTIVI E CONTENUTI

OBIETTIVI FORMATIVI

Fornire le conoscenze di base sulla struttura e sulla funzione delle biomolecole, che sono indispensabili per la comprensione dei processi vitali delle cellule e degli organismi, con particolare riferimento ai processi metabolici ed ai meccanismi di regolazione degli stessi. Inoltre si vuol portare lo studente alla comprensione dei meccanismi che permettono alle informazioni presenti nel DNA di tradursi in funzioni cellulari.

OBIETTIVI FORMATIVI (DETTAGLIO) E RISULTATI DI APPRENDIMENTO

Fornire le conoscenze fondamentali per comprendere i rapporti tra la struttura delle molecole e la loro funzione negli organismi viventi.  Analizzare le modalità di degradazione delle molecole complesse in molecole semplici per ottenere energia metabolica da utilizzare nella sintesi di macromolecole strutturali e funzionali. Acquisire informazioni su quali trasformazioni sono attivate in risposta ai segnali interni ed esterni che arrivano alla cellula. Contribuire alla formazione di professionisti che abbiano conoscenze non superficiali delle basi molecolari dei processi fisiologici degli organismi animali e delle possibili alterazioni patologiche

MODALITA' DIDATTICHE

Lezioni frontali

PROGRAMMA/CONTENUTO

•        BIOMOLECOLE E LORO STRUTTURA
PROTEINE: struttura delle proteine, ripiegamento e denaturazione, proteine fibrose e proteine globulari; proteine con gruppo eme; proteine leganti O2

•        Enzimi: cinetica enzimatica, enzimi regolatori

•        METABOLISMO GLUCIDICO: destini del glucosio e di altri zuccheri: glicolisi, sintesi e degradazione del glicogeno, via del pentosio fosfato, destino piruvato, gluconeogenesi

•        METABOLISMO LIPIDICO: sintesi e degradazione di lipidi complessi; sintesi e degradazione di acidi grassi, sintesi e utilizzo di colesterolo

•        METABOLISMO ENERGETICO: composti ad alto potenziale di trasferimento: utilizzo e sintesi. Ciclo dell’acido citrico, catena respiratoria,  Fosforilazione ossidativa

•        METABOLISMO AZOTATO: eliminazione e gestione dei gruppi amminici: differenze tra vari organismi. Degradazione e Biosintesi degli amminoacidi , dei nucleotidi e delle molecole correlate

•        BIOSEGNALAZIONE: Regolazione ormonale e integrazione del metabolismo con particolare attenzione ai Mammiferi

TESTI/BIBLIOGRAFIA

•        Nelson D.  and Cox M.M “Introduzione alla biochimica di Lehninger” ed. Zanichelli

•        Ferrier (Champe et al) Le basi della Biochimica ed. Zanichelli

DOCENTI E COMMISSIONI

Commissione d'esame

CARLA PRUZZO (Presidente)

LUIGI VEZZULLI (Presidente)

ANDREA DI CESARE

FRANCA SALAMINO

BIANCA SPARATORE

LEZIONI

MODALITA' DIDATTICHE

Lezioni frontali

INIZIO LEZIONI

A partire dal 25 settembre 2017 (I Semestre)

Orari delle lezioni

BIOCHIMICA

ESAMI

MODALITA' D'ESAME

Orale

MODALITA' DI ACCERTAMENTO

Verifica Orale condotta da una Commissione costituita dal docente del Corso e da almeno un altro Commissario, Docente di ruolo o cultore della materia. La Commissione verifica  il raggiungimento degli obiettivi formativi dell'insegnamento ponendo domande diversificate inerenti al programma effettivamente svolto durante le lezioni del corso. In particolare partendo da un argomento generale sii chiede di dettagliare la spiegazione con esempi sempre più particolari: ogni parte del programma o del metabolismo deve essere illustrata focalizzando l’attenzione sulla descrizione, la funzione, la localizzazione cellulare, la regolazione, l’identificazione degli stimoli che portano alla sua attivazione o inibizione, il meccanismo di trasduzione del segnale. Quando gli obiettivi formativi non sono raggiunti, lo studente è invitato a verificare meglio le sue conoscenze. Non sono fissati orario di ricevimento studenti ma il Discente può contattare il Docente per mail in modo da fissare un appuntamento per ulteriori spiegazioni

Calendario appelli

Data Ora Luogo Tipologia Note
26/01/2018 10:00 GENOVA Orale
13/02/2018 10:00 GENOVA Orale
13/06/2018 10:00 GENOVA Orale
04/07/2018 10:00 GENOVA Orale
26/07/2018 10:00 GENOVA Orale
13/09/2018 10:00 GENOVA Orale
26/09/2018 10:00 GENOVA Orale

ALTRE INFORMAZIONI

La frequenza alle lezioni è fortemente raccomandata.