Salta al contenuto principale della pagina

ANATOMIA SPECIFICA

CODICE 67736
ANNO ACCADEMICO 2017/2018
CFU 2 cfu al 1° anno di 9294 TECNICHE DI RADIOLOGIA MEDICA, PER IMMAGINI E RADIOT (L/SNT3) GENOVA
SETTORE SCIENTIFICO DISCIPLINARE BIO/16
LINGUA Italiano
SEDE GENOVA (TECNICHE DI RADIOLOGIA MEDICA, PER IMMAGINI E RADIOT)
PERIODO 1° Semestre
MODULI Questo insegnamento è un modulo di:

PRESENTAZIONE

L’insegnamento di Anatomia specifica  (2CFU, 20 ore) si tiene nel primo semestre del primo anno di corso, dopo l’insegnamento di Anatomia Splancnologica, indicativamente a partire dalla prima quindicina di Novembre.

OBIETTIVI E CONTENUTI

OBIETTIVI FORMATIVI (DETTAGLIO) E RISULTATI DI APPRENDIMENTO

L’insegnamento di Anatomia specifica si propone di fornire allo studente conoscenze adeguate riguardo l'organizzazione e i rapporti delle divere strutture anatomiche che formano il corpo umano. Obiettivo dell’insegnamento è quindi la conoscenza della struttura delle diverse parti costituenti il piede e di comprendere le relazioni funzionali di queste strutture. La comprensione di quanto trattato durante il corso fornirà allo studente le basi per poter approfondire argomenti specifici di interesse nell’ambito del corso di studio delle tecniche di Radiologia Medica.

MODALITA' DIDATTICHE

L’attività didattica prevista dall’insegnamento sarà costituita da 20 ore di lezione frontale, durante le quali, con l’impiego di supporti visivi, verranno illustrati e discussi con gli studenti tutti gli argomenti di cui si richiede la conoscenza al momento della verifica finale.

PROGRAMMA/CONTENUTO

Modalità con cui il corpo viene suddiviso superficialmente e profondamente in: testa, collo, torace, addome, pelvi, perineo, arto superiore e arto inferiore.

Scheletro e articolazioni di neuro e splancnocranio. Organizzazione dettagliata della base cranica e significato dei fori in essa presenti, organizzazione delle cavità nasali. Aspetti descrittivi delle ossa frontale, etmoide, sfenoide, temporale e occipitale.

Organizzazione e limiti delle fosse esocraniche (fosse temporale, infratemporale e sfenopalatina).

Scheletro e articolazioni dell’arto superiore: scapola, omero, radio, ulna, ossa carpali, metacarpali e falangee della mano. Articolazioni di spalla e gomito.

Scheletro e articolazioni della colonna vertebrale e della gabbia toracica.

Scheletro e articolazioni dell’arto inferiore: osso dell’anca, femore, patella, tibia, fibula, ossa tarsali, ossa metatarsali e falangi del piede. Articolazione di anca e ginocchio.

Organizzazione per gruppi muscolari dei muscoli dell’arto superiore, dell’arto inferiore, del collo, del dorso, del torace e della parete addominale.

Origine, inserzione dei mm componenti la cuffia dei rotatori.

Organizzazione generale del sistema nervoso. Le meningi e le cavità liquorali.

Il midollo spinale: configurazione esterna ed interna. Organizzazione della sostanza grigia e della sostanza bianca.

Generalità sul tronco encefalico: configurazione esterna ed interna. Principali nuclei del bulbo (nucleo gracile, nucleo cuneato, nucleo olivare inferiore), del ponte (nuclei propri del ponte) e del mesencefalo (nucleo rosso, sostanza nera). La lamina quadrigemina. La formazione reticolare.

Generalità sull’organizzazione del cervelletto: configurazione esterna ed interna. Nuclei e corteccia cerebellare.

Il diencefalo: organizzazione del talamo, generalità su subtalamo, ipotalamo ed epitalamo.

Generalità sul telencefalo: configurazione esterna (lobi, scissure e circonvoluzioni). Struttura della corteccia telencefalica. Generalità sui nuclei telencefalici. Generalità sull’organizzazione della sostanza bianca. Generalità sul sistema limbico. Suddivisione funzionale del telencefalo.

Sistema nervoso periferico: nervi spinali

Rami posteriori dei nervi spinali

Rami anteriori dei nervi spinali e loro organizzazione in plessi

TESTI/BIBLIOGRAFIA

Anatomia dell’uomo – Ambrosi – EdiErmes

Anatomia Umana – Martini -  EdiSes

Principi di Anatomia Umana - Tortora - Dati Editore

Trattato di anatomia umana (Anatomia generale, apparato tegumentario, apparato locomotore) – Anastasi  – EdiErmes

DOCENTI E COMMISSIONI

LEZIONI

MODALITA' DIDATTICHE

L’attività didattica prevista dall’insegnamento sarà costituita da 20 ore di lezione frontale, durante le quali, con l’impiego di supporti visivi, verranno illustrati e discussi con gli studenti tutti gli argomenti di cui si richiede la conoscenza al momento della verifica finale.

INIZIO LEZIONI

Ottobre 2017

Orari delle lezioni

L'orario di tutti gli insegnamenti è consultabile su EasyAcademy.

ESAMI

MODALITA' D'ESAME

Orale

MODALITA' DI ACCERTAMENTO

Durante l’esame verranno valutate le capacità comunicative dello studente, mediante le quali dovrà dimostrare di conoscere le diverse strutture del corpo trattate a lezione e di averne compreso le relazioni anatomico-funzionali.