Salta al contenuto principale della pagina

DIRITTO DI FAMIGLIA E DELLE SUCCESSIONI

CODICE 45285
ANNO ACCADEMICO 2018/2019
CFU 6 cfu al 3° anno di 7995 GIURISPRUDENZA (LMG/01) GENOVA
SETTORE SCIENTIFICO DISCIPLINARE IUS/01
LINGUA Italiano
SEDE GENOVA (GIURISPRUDENZA)
PERIODO 1° Semestre
MATERIALE DIDATTICO AULAWEB

PRESENTAZIONE

Il diritto di famiglia e quello delle successioni sono branche del diritto privato, strettamente interrelate, che richiedono a studiosi e operatori pratici un elevato grado di specializzazione. Questo insegnamento è ordinato a fornirne una conoscenza avanzata, estesa alle più recenti novità legislative e giurisprudenziali. 

OBIETTIVI E CONTENUTI

OBIETTIVI FORMATIVI

L’obiettivo dell’insegnamento è di avviare gli studenti a una consapevolezza teorica e alla capacità di orientamento pratico nella materia dei rapporti di famiglia e delle successioni, sullo sfondo dei principi costituzionali, dei nuovi fenomeni sociali (famiglie “atipiche”, “ricomposte”, ecc.) e della loro crescente internazionalizzazione.

OBIETTIVI FORMATIVI (DETTAGLIO) E RISULTATI DI APPRENDIMENTO

Padronanza delle linee evolutive del diritto di famiglia e delle successioni nell’ordinamento italiano e nel quadro delle istituzioni europee. Conoscenza delle principali fonti legislative e capacità di loro consultazione. Conoscenza dei più importanti o frequenti problemi pratici e degli orientamenti giurisprudenziali. Informazione e attitudine al ragionamento critico circa le discussioni e le prospettive di politica legislativa. 

PREREQUISITI

Superamento dell’esame di Istituzioni di diritto privato.

 

MODALITA' DIDATTICHE

Lezioni frontali. Sentenze discusse durante le lezioni e altri materiali sussidiari verranno resi disponibili in Aulaweb.

 

PROGRAMMA/CONTENUTO

Il diritto di famiglia in Italia tra ideologie e mutamenti del costume: il codice civile del 1942; gli interventi della Corte costituzionale e la riforma del 1975; il ruolo della giurisprudenza e le riforme successive; l’unificazione dello stato di figlio e il riconoscimento delle “unioni civili”.

Filiazione e parentela. L’accertamento della filiazione biologica. Le adozioni. La “procreazione assistita”. Il rapporto genitori/figli e la responsabilità genitoriale.

Matrimonio civile e matrimonio concordatario. Diritti e doveri dei coniugi. “Unioni civili” e convivenze di fatto. Regimi patrimoniali della famiglia. Crisi e scioglimento dei rapporti.

Successioni a causa di morte. Successione testamentaria e legittima. Forme testamentarie. Eredità e legati. Disposizioni mortis causa “atipiche” e disposizioni non patrimoniali. I limiti alla libertà testamentaria. Successione e donazione. Diritto successorio e “nuove famiglie”: problemi e prospettive di riforma. 

TESTI/BIBLIOGRAFIA

 

G. Ferrando, Diritto di famiglia, III ed., Zanichelli, 2017.

V. Roppo, Diritto privato, limitatamente alla parte sulle successioni.

Allo studio dei libri di testo sopra indicati va costantemente associata la consultazione di un Codice civile di ultima edizione.

Gli studenti che non abbiano frequentato almeno l’80% delle lezioni dovranno inoltre studiare i seguenti contributi (disponibili su aulaweb): 

- D. Carusi, La filiazione fuori dal matrimonio nel diritto italiano, in Rassegna di dir. civile, 2015, p. 369  ss.

- A. Fusaro, I contratti di convivenza, in Politica del diritto, 2017, p. 119 e ss.

- A. Fusaro, Arricchimento senza causa tra coniugi e conviventi, in Rassegna di dir. civle, 2017, p. 1307 e ss.

 

DOCENTI E COMMISSIONI

Commissione d'esame

ANDREA FUSARO (Presidente)

DONATO CARUSI (Presidente)

ANDREA ALBERTO BELLOLI

GIACOMO MUNARI

LEZIONI

MODALITA' DIDATTICHE

Lezioni frontali. Sentenze discusse durante le lezioni e altri materiali sussidiari verranno resi disponibili in Aulaweb.

 

INIZIO LEZIONI

I semestre dal 17 settembre al 7 dicembre 2018
II semestre dal 25 febbraio al 17 maggio 2019

ESAMI

MODALITA' D'ESAME

L’esame consisterà in un colloquio orale.

 

MODALITA' DI ACCERTAMENTO

Il conseguimento degli indicati obiettivi didattici sarà verificato attraverso la formulazione di domande dal vario grado di generalità e eventualmente attraverso la prospettazione di casi pratici tratti o adattati dalle sentenze discusse in aula. Nella valutazione si terrà conto della dimestichezza con i testi legislativi nonché della capacità di esposizione e argomentazione in forma organizzata e con linguaggio tecnicamente corretto.

Calendario appelli

Data Ora Luogo Tipologia Note
15/01/2019 09:00 GENOVA Orale
29/01/2019 09:00 GENOVA Orale
12/02/2019 09:00 GENOVA Orale
28/05/2019 09:00 GENOVA Orale
11/06/2019 09:00 GENOVA Orale
25/06/2019 09:00 GENOVA Orale
09/07/2019 09:00 GENOVA Orale
11/09/2019 14:00 GENOVA Orale