Salta al contenuto principale
CODICE 84028
ANNO ACCADEMICO 2018/2019
CFU
SETTORE SCIENTIFICO DISCIPLINARE BIO/05
LINGUA Italiano
SEDE
  • GENOVA
PERIODO 1° Semestre
MODULI Questo insegnamento è un modulo di:
MATERIALE DIDATTICO AULAWEB

OBIETTIVI E CONTENUTI

OBIETTIVI FORMATIVI

Acquisizione delle conoscenze di base concernenti gli aspetti della biologia animale. Acquisizione dei fondamenti della classificazione zoologica e delle caratteristiche dei principali gruppi di animali.

OBIETTIVI FORMATIVI (DETTAGLIO) E RISULTATI DI APPRENDIMENTO

Il corso si propone di introdurre il concetto di biodiversità e di fornire le conoscenze di base di sistematica animale attraverso lo studio dei moderni criteri di classificazione e dei principali gruppi di organismi

MODALITA' DIDATTICHE

Lezioni frontali ed esercitazioni in laboratorio (studio collezioni, visione preparati microscopici, dissezioni).

PROGRAMMA/CONTENUTO

La struttura gerarchica della classificazione. Le regole della nomenclatura; significato di

"classificazione biologica", di "tassonomia" e di "sistematica". Caratteri tassonomici.

Monofiletismo, polifiletismo, parafiletismo. Metodi di classificazione. Sistematica filogenetica

(cladistica). Metodo della parsimonia Concetti base della sistematica evolutiva tradizionale.

Caratteri che accomunano i protostomi. Caratteri che accomunano i deuterostomi. Animali

diblastici e triblastici. Schema dell'origine del celoma.

I Protozoi: caratteri morfologici e sistematica. Limiti dell’organizzazione di un organismo

unicellulare. I Poriferi e i loro diversi modelli di organizzazione. Gli Eumetazoi. Cnidari: modello

organizzativo del polipo, della medusa, sistematica. Gli Ctenofori e la situazione triblastica. La

comparsa della simmetria bilaterale. Lofotrocozoi ed Ecdisozoi. I vermi acelomati (Acelomorfi,

Catenulidi e Rabditofori), adattamenti alla vita parassitaria ed esempi di cicli vitali. Caratteri

principali dei Rotiferi e partenogenesi. Comparsa del celoma e vantaggi della presenza di una cavità

del corpo: i Nemertini. La metameria e i suoi vantaggi. Anellidi: descrizione dell’organizzazione

del corpo e aspetti del ciclo vitale in Policheti, Oligocheti, Irudinei. Descrizione dell’organizzazione

del corpo nel mollusco ancestrale. Filogenesi dei molluschi. Caratteri principali di Poliplacofori,

Monoplacofori, Gasteropodi, Bivalvi, Scafopodi e Cefalopodi. Nematodi: descrizione

dell’organizzazione del corpo. Il processo di artropodizzazione e la muta. Caratteristiche principali

dei Chelicerati. Organizzazione del corpo nei crostacei e tendenze evolutive. Gli Unirami. Gli

Insetti, morfologia del capo, del corpo e delle appendici. L’ala degli insetti: posizione, morfologia, e

tendenze evolutive. I deuterostomi: Echinodermi: organizzazione e funzioni del sistema acquifero.

Crinoidei, Asteroidei, Ofiuroidei, Echinoidei e Oloturoidei. Il piano organizzativo dei Cordati:

corda dorsale, tubo neurale e faringe branchiale. Caratteri degli Urocordati; filtrazione interna e

metamorfosi nelle ascidie; esempi di organizzazione coloniale; Larvacei e Taliacei. Caratteri degli

Emicefalocordati: organizzazione dell’anfiosso. Differenze nella bocca tra Agnati e Gnatostomi.

Morfologia interna ed esterna degli Agnati viventi. I Condritti e gli Osteitti. Morfologia interna ed

esterna degli Anfibi e sviluppo larvale. I Rettili. Adattamenti alla vita terrestre e annessi embrionali

dell’uovo degli amnioti. Gli Uccelli. Adattamenti al volo. I Mammiferi, caratteristiche di prototeri,

metateri ed euteri.

TESTI/BIBLIOGRAFIA

Hickman et al., Zoologia, McGraw Hill Education

Per approfondimenti si possono consultare:

Brusca R.C., Brusca G.J, Invertebrati, Zanichelli

F. Harvey Pough, C.M. Janis, J.B. Heiser, Zoologia dei Vertebrati, Zanichelli

Tutte le immagini mostrate durante lezioni ed esercitazioni, divise per argomento e corredate da un breve testo, sono scaricabili da Aula WEB.

DOCENTI E COMMISSIONI

Commissione d'esame

GIUSEPPINA ALBINA BARBERIS (Presidente)

GIORGIO BAVESTRELLO (Presidente)

LAURA CORNARA (Presidente)

MARCO BERTOLINO

LEZIONI

INIZIO LEZIONI

A partire dal 25 settembre 2017

ESAMI

MODALITA' D'ESAME

Scritto, Orale

MODALITA' DI ACCERTAMENTO

Due verifiche scritte (sulla prima e seconda parte del programma) che assieme a quelle previste per gli altri moduli concorrono al voto assegnato dopo l’esame orale finale (su un argomento a scelta dello studente

Calendario appelli

Dati Ora Luogo Tipologia Note
01/02/2019 09:30 GENOVA Orale
01/02/2019 09:30 GENOVA Orale
15/02/2019 09:30 GENOVA Orale
15/02/2019 09:30 GENOVA Orale
18/06/2019 09:30 GENOVA Orale
18/06/2019 09:30 GENOVA Orale
09/07/2019 09:30 GENOVA Orale
09/07/2019 09:30 GENOVA Orale
23/07/2019 09:30 GENOVA Orale
23/07/2019 09:30 GENOVA Orale
02/09/2019 09:30 GENOVA Orale
02/09/2019 09:30 GENOVA Orale
16/09/2019 09:30 GENOVA Orale
16/09/2019 09:30 GENOVA Orale

ALTRE INFORMAZIONI

La frequenza alle lezioni ed alle esercitazioni è vivamente raccomandata.