Salta al contenuto principale della pagina

SOCIOLOGIA DEL LAVORO

CODICE 73177
ANNO ACCADEMICO 2021/2022
CFU 1 cfu al 2° anno di 9298 TECNICHE DELLA PREVENZIONE NELL'AMBIENTE E NEI LUOGH (L/SNT4) GENOVA
SETTORE SCIENTIFICO DISCIPLINARE SPS/09
LINGUA Italiano
SEDE GENOVA (TECNICHE DELLA PREVENZIONE NELL'AMBIENTE E NEI LUOGH)
PERIODO 2° Semestre
MODULI Questo insegnamento è un modulo di:
MATERIALE DIDATTICO AULAWEB

OBIETTIVI E CONTENUTI

OBIETTIVI FORMATIVI

Apprendere le dinamiche psicologiche delle reazioni umane al lavoro organizzato, conoscere i principali determinanti lavorativi delle sindromi da stress e le principali malattie causate da disagio psichico in ambito lavorativo.Acquisire i concetti basilari della sociologia e conoscere i problemi sociologici inerenti al mercato del lavoro.Conoscere le basi e l'articolazione dell'organizzazione delle aziende e dei luoghi di lavoro, nonché le principali normative in materia.

OBIETTIVI FORMATIVI (DETTAGLIO) E RISULTATI DI APPRENDIMENTO

L’insegnamento si pone l’obiettivo di fornire gli strumenti per promuovere una riflessione critica sui principali meccanismi di funzionamento del mercato del lavoro italiano, con particolare attenzione, da un lato, al ruolo dei processi di costruzione sociale del maschile e del femminile nella definizione delle biografie lavorative, e dall'altro, ai principali cambiamenti che hanno investito le professioni del settore sanitario. 

  • RISULTATI DI APPRENDIMENTO ATTESI:

Al termine dell’insegnamento, lo/la studente sarà in grado di riconoscere, descrivere e problematizzare il ruolo dei modelli culturali e delle rappresentazioni stereotipate nella definizione di opportunità e barriere nel mercato del lavoro.

MODALITA' DIDATTICHE

Le lezioni si svolgeranno a distanza tramite la piattaforma Teams, ma la docente coinvolgerà le studentesse a gli studenti ad assumere un ruolo attivo invitandoli a confrontarsi e a dibattere sui temi trattati. E' previsto l'utilizzo di immagini e di materiale audiovisivo, anche su proposta delle studentesse e degli studenti.

PROGRAMMA/CONTENUTO

Si rifletterà sul significato socialmente attribuito al lavoro e sulle ragioni della sua centralità nelle società contemporanee occidentali.

Verranno presentati i principali indicatori statistici utilizzati per le rilevazioni sulle forze di lavoro.

Verrà approfondito il ruolo dei processi di costruzione dei generi e delle identità storicamente marginalizzate nella definizione delle biografie lavorative, così come i meccanismi di esclusione e di auto-esclusione di donne e uomini da settori e professioni caratterizzati come "maschili" o "femminili".

Si interrogheranno le radici culturali della segregazione e della discriminazione in riferimento ai diversi posizionamenti sociali assunti dai soggetti (genere, disabilità, migrazioni, età).

Infine, si affronteranno i principali cambiamenti che hanno investito le professioni del settore sanitario nel tempo e approfondendo gli effetti della pandemia dal punto di vista lavorativo.

TESTI/BIBLIOGRAFIA

Materiale didattico fornito dalla docente

DOCENTI E COMMISSIONI

Commissione d'esame

DANIELA AMICIZIA (Presidente)

FRANCESCO D'AGOSTINI (Presidente)

TOMMASO ARRIGO

PAOLO LUIGI BISIO

ALBERTO CASELLI LAPESCHI

GUGLIELMO DINI

PAOLO DURANDO

ANTONELLA MADEO

MARIELLA POPOLLA

DANILO SCOTTO

RICCARDO ZANELLA (Presidente e Coordinatore di corso integrato)

LEZIONI

INIZIO LEZIONI

secondo semestre

Orari delle lezioni

L'orario di tutti gli insegnamenti è consultabile su EasyAcademy.

ESAMI

MODALITA' D'ESAME

La valutazione dell’apprendimento per lo specifico modulo avviene tramite quiz a risposta multipla, su supporto informatico

MODALITA' DI ACCERTAMENTO

L’esame si propone di verificare l'acquisizione di conoscenze e di capacità ragionate, riflessive e non mnemoniche che attestino la comprensione del mercato del lavoro come socialmente costruito. Le domande dell'esame saranno concepite in modo da tale da verificare l'acquisizione di conoscenze e di capacità ragionate, riflessive e non mnemoniche.

ALTRE INFORMAZIONI

A prescindere dall’obbligatorietà della frequenza definita dalla tipologia di corso, la partecipazione attenta e attiva alle lezioni è da ritenere requisito necessario ai fini della comprensione degli argomenti.