Salta al contenuto principale della pagina

NEURORADIOLOGIA

CODICE 68266
ANNO ACCADEMICO 2021/2022
CFU
  • 1 cfu al 3° anno di 9294 TECNICHE DI RADIOLOGIA MEDICA, PER IMMAGINI E RADIOT(L/SNT3) - GENOVA
  • SETTORE SCIENTIFICO DISCIPLINARE MED/37
    LINGUA Italiano
    SEDE
  • GENOVA
  • PERIODO 1° Semestre
    MODULI Questo insegnamento è un modulo di:
    MATERIALE DIDATTICO AULAWEB

    PRESENTAZIONE

    Il corso ha lo scopo di fornire le basi di anatomia radiologica e di studio per immagini delle principali patologie del sistema nervoso centrale.

    OBIETTIVI E CONTENUTI

    OBIETTIVI FORMATIVI

    Acquisire le principali conoscenze di fisica e ingegneria applicata alla RM:• valutazione dei singoli parametri delle sequenza RM e loro significato• tipologie di sequenze RM, angio-RM e tecniche avanzate• controindicazioni all’esecuzione degli esami RM.• principi di fisica per l’utilizzo appropriato di tomografi a RM• principi di realizzazione delle immagini RM• principi di localizzazione del segnale RM, sua raccolta e formazione dell’immagine• utilizzo appropriato delle sequenze e dei protocolli di imaging• componenti HW e SW delle apparecchiature RM total body e dedicate• parametri di governo del rapporto segnale/rumore dei tomografi RM e degli artefatti• parametri qualitativi dell’imaging RM• principi approfonditi in merito agli aspetti riguardanti la sicurezza per paziente e operatore nell’uso dei tomografi RM• tecniche di imaging con particolare riguardo agli esami MSK e body (comprese nozioni su tecniche “speciali” quali spettroscopia, fiber tracking, diffusione, perfusione, studi funzionali cardiaci e addominali, ecc.)• principi di comprensione della semeiotica base del segnale RM e della sua rappresentazione.Acquisire conoscenze di anatomia radiologica, prevalentemente TC, RM e angiografica, delle strutture del sistema nervoso centrale e dei suoi apparati di supporto. Acquisire nozioni sulle principali patologie del SNC e sistemi per migliorare l’efficienza e l’efficacia del TSRM in un reparto di neuroradiologia.

    OBIETTIVI FORMATIVI (DETTAGLIO) E RISULTATI DI APPRENDIMENTO

    • OBIETTIVI FORMATIVI (DETTAGLIO)

    L’insegnamento si pone l’obiettivo di fornire agli studenti le nozioni base di anatomia del sistema nervoso centrale e del rachide e di far acquisire una generale comprensione delle principali patologie di interesse neuroradiologico, sviluppando conoscenze sullo studio per immagini delle stesse mediante le principali tecniche di imaging utilizzate (tomografia computerizzata, risonanza magnetica e angiografia).

     

    • RISULTATI DI APPRENDIMENTO ATTESI

    Al termine dell’insegnamento lo studente sarà in grado di riconoscere i principali landmark anatomici e funzionali dell’encefalo, spiegare l’anatomia del rachide, descrivere le principali tecniche di imaging e il loro utilizzo in neuroradiologia, comprendere l’utilizzo della TC con e senza contrasto e l’AngioTC, distinguere le principali sequenze di RM senza e con contrasto, riconoscere le tecniche avanzate e costruire protocolli adeguati per patologia.

    MODALITA' DIDATTICHE

    Lezioni frontali

    PROGRAMMA/CONTENUTO

    Introduzione al sistema nervoso. Sistema nervoso centrale e periferico.

    Concetti generali in Neuroradiologia: simmetria encefalica, intra/extra-assiale, sotto-sovratentoriale.

     

    Tecniche di imaging in Neuroradiologia: TC, RM, Angiografia.

    Concetti generali sull’utilizzo del mezzo di contrasto in Neuroradiologia.

    TC e Angio-TC: Ricostruzioni Multiplanari (MPR), Maximum Intensity Projection (MIP) e Volume Rendering (VR) in Neuroradiologia.

     

    Anatomia encefalica

    Le principali aree anatomo-funzionali del cervello: l’homunculus e le aree sensitiva primaria e motoria primaria, il solco centrale, le aree del linguaggio, l’area visiva e l’area uditiva.

    Cenni sull’organizzazione della sostanza bianca telencefalica. Il corpo calloso e la linea AC/PC.

    Il cervelletto. Il sistema ventricolare.

    Il sistema arterioso intra ed extracranico e i territori vascolari.

     

    Anatomia della colonna vertebrale

    Colonna cervicale, toracica e lombare. Sacro e coccige. Differenze tra le vertebre dei tre principali tratti di rachide. I dischi intersomatici. Il midollo spinale e le radici spinali. Localizzazione del cono midollare.

     

    Ruolo clinico dell’imaging RM convenzionale

    Protocollo standard per lo studio dell’encefalo. Sequenze standard.

    Sequenza DWI e mappa di ADC. Sequenze GRE T2* e SWI. Sequenze TOF.

     

    Ruolo clinico dell’imaging RM avanzato

    RM di perfusione. DTI. BOLD fMRI. Spettroscopia RM.

     

    Percorsi diagnostici e aspetti clinici

    1. Trauma cranico: lesioni primarie e secondarie
    2. Ictus: ischemico/emorragico, gestione dell’ictus ischemico databile, gestione dell’ictus ischemico non databile/al risveglio, emorragia subaracnoidea (ESA). Perfusione TC e RM.
    3. Sclerosi multipla (SM): protocolli RM
    4. Patologia neuro-oncologica: ruolo dell’imaging standard e avanzato

     

    Studio del rachide

    Studio dell’orecchio

    Studio del massiccio facciale

    TESTI/BIBLIOGRAFIA

    Materiale messo a disposizione dal docente

    DOCENTI E COMMISSIONI

    Commissione d'esame

    ERIKA SIRIANNI (Presidente)

    LORENZO BACIGALUPO

    FILIPPO BOVERO

    DAVIDE ORLANDI

    LAURA ROBERTA SAITTA

    MARCO ANTONIO CICCONE (Presidente e Coordinatore di corso integrato)

    LEZIONI

    Orari delle lezioni

    L'orario di tutti gli insegnamenti è consultabile su EasyAcademy.

    ESAMI

    MODALITA' D'ESAME

    L’esame si sostiene a livello di corso integrato. La valutazione dell’apprendimento per lo specifico insegnamento avviene tramite esame orale. Anche l’interazione e la dimostrazione di interesse durante le lezioni frontali vengono considerate positivamente.

    MODALITA' DI ACCERTAMENTO

    Ponendo domande per argomento, che indaghino la preparazione dello studente, ma anche domande che inseriscano idealmente il candidato in un setting neuroradiologico reale, si vuole verificare che gli studenti abbiano appreso le più importanti nozioni fornite durante il corso, che abbiano acquisito le competenze necessarie per eseguire studi per immagini in ambito neuroradiologico e, soprattutto, che sappiano applicare quanto appreso in un contesto reale (ad esempio: conoscere quali sono gli step di imaging da seguire nello studio dell’ictus in fase acuta).

    ALTRE INFORMAZIONI

    Ricevo su appuntamento. Scrivere a lauraroberta.saitta@hsanmartino.it