Salta al contenuto principale della pagina

EDUCAZIONE MOTORIA (DISCIPLINA)

CODICE 67648
ANNO ACCADEMICO 2021/2022
CFU 8 cfu al 4° anno di 9322 SCIENZE DELLA FORMAZIONE PRIMARIA (LM-85 bis) GENOVA
SETTORE SCIENTIFICO DISCIPLINARE M-EDF/01
LINGUA Italiano
SEDE GENOVA
PERIODO 2° Semestre
MODULI Questo insegnamento è un modulo di:
MATERIALE DIDATTICO AULAWEB

PRESENTAZIONE

Il corso vuole offrire momenti di riflessione relativamente al valore dell'educazione motoria sia nella scuola di infanzia sia nella scuola primaria. Apprendere la terminologia corretta, apprendere i principi fondamentali, conoscere le indicazioni nazionali, ma soprattutto capire come gestire i mezzi, i metodi e la didattica dell'educazione motoria in palestra.

OBIETTIVI E CONTENUTI

OBIETTIVI FORMATIVI

Il corso approfondirà le finalità educative e formative, i contenuti, i metodi, gli strumenti e le modalità di valutazione dell’attività motoria e sportiva nel contesto della scuola dell'infanzia e primaria; saranno approfondite anche l’integrazione e l'inclusione dei bisogni educativi speciali nell’attività motoria scolastica.

OBIETTIVI FORMATIVI (DETTAGLIO) E RISULTATI DI APPRENDIMENTO

Obiettivi formativi e risultati attesi

Al termine del corso lo studente avrà acquisito:

1) Conoscenza e capacità di comprensione. Conoscere le diverse tappe dello sviluppo psicomotorio e le capacità coordinative e condizionali

2) Capacità di applicare conoscenza e comprensione. Saper utilizzare la metodologia più idonea a seconda della situazione e dell’età del bambini, comprendendo e risolvendo situazioni nuove (anche in ambito interdisciplinare)

3) Autonomia di giudizio. Acquisire autonomia critica riguardo la scelta delle tematiche e delle metodologie di intervento scelte, riflettendo e applicando quanto studiato in teoria.

4) Abilità comunicative. Saper comunicare con lessico specifico della materia in modo chiaro e sintetico e al tempo stesso, saper utilizzare linguaggio semplice ed esplicativo con i bambini.

5) Capacità di apprendimento. Dimostrare di aver acquisito le conoscenze e di aver sviluppato la capacità di estendere il proprio sapere alle situazioni nuove per essere in grado di continuare lo studio in modo autonomo e autodiretto.

MODALITA' DIDATTICHE

Modalità didattiche

L’insegnamento si compone di lezioni frontali, per un totale di 54 ore, e di una parte di laboratorio teorico-pratico di 48 ore (tre gruppi da 16 ore). La frequenza a lezioni e laboratorio è obbligatoria, come da Regolamento didattico.

Le lezioni frontali  prevedono sempre momenti di confronto e nell’ultima parte, lavori di gruppo sulle tematiche affrontate. Al termine delle lezioni gli studenti dovranno consegnare una programmazione scritta di attività motorie concordata con la docente.

Il laboratorio prevede la realizzazione pratica di attività che riguardano sia i contenuti che le metodologie di intervento. Per il laboratorio non è prevista consegna di materiale.

PROGRAMMA/CONTENUTO

-          La motricità

-          La coordinazione

-          L’equilibrio

-          La resistenza

-          La forza

-          La mobilità articolare

-          La velocità

-          Educazione respiratorie

-          Training autogeno

-          Il gioco tradizionale e le danze popolari

-          Yoga per bambini

-          Postura e paramorfismi

-          Anatomo-fisiologia degli organi ed apparati

-          Linguaggio del corpo

-          Sicurezza

-          Tappe evolutive

-          Apprendimento motorio

-          Aspetti metodologici

-          Progetti sportivi e Piano di lavoro annuale

-          Integrazione dell’alunno diversamente abile

-           Alunni BES e DSA

-          Giochi psicomotori per la scuola di infanzia

-          Il valore del gioco nella scuola primaria

-           Terminologia delle scienze motorie

TESTI/BIBLIOGRAFIA

Materiali:

1. Appunti delle lezioni (personali e materiale messo a disposizione dal docente) e slide messi su aulaweb

2. Testi consigliati, non obbligatori:
- Carraro A., Bertollo M. (2005) Le scienze motorie e sportive nella scuola primaria, CLEUP, Padova ISBN 88-7178-414-6

- Cazzoli S. (2008) L’attività fisica adattata (APA) e l’educazione fisica adattata (APE): includere ed integrare i bisogni educativi speciali nella scuola primaria e secondaria, (pp. 53-85) in Drabeni M., Eid L. L’attività fisica adattata per i disabili. Prospettive della realtà italiana ed europea, Libreria dello Sport, Milano ISBN 978-88-6127-009-1

- Cazzoli S. (2001) L’apprendimento motorio dal modello concettuale alle indicazioni metodologiche e didattiche (pp. 222-227) in Rossebastiano A. (a cura di) Formazione e informazione, UTET, Torino ISBN 88-7750-743-8

- Cazzoli S. (2002) La corporeità e la comunicazione non verbale: strumenti per lo sviluppo della relazione ed integrazione (PP. 143-159), in Rosssebastiano A. ( a cura di) Per la scuola del 2000. Maestri, tra presente e futuro, Libreria Stampatori Torino ISBN 88-88057-33-1

- Biino V. (2006) Manuale di scienze motorie e sportive: giochi e lezioni per la scuola primaria, Hoelphi Editore, ISBN 978-88-2033-642-4

DOCENTI E COMMISSIONI

Commissione d'esame

CRISTINA BARBERA (Presidente)

FRANCO BOCHICCHIO

LEZIONI

INIZIO LEZIONI

Secondo Semestre

ESAMI

MODALITA' D'ESAME

Scritto: test a risposta multipla.

Orale: facoltativo per chi desidera integrare il voto ottenuto allo scritto

 

Per i non frequentanti oltre all'esame scritto va presentato un dossier per la verifica delle abilità maturate nella progettazione di una attività motoria sportiva nella scuoladi infanzia o  primaria secondo modello strutturato dal docente. Dossier va consegnato 15 giorni prima della data dell’appello nelle varie finestre del calendario esami

MODALITA' DI ACCERTAMENTO

Gli studenti per preparsi all'esame scritto possono studiare  sugli appunti delle lezioni, o sccegliere un testo di educazione motoria . Gli argomenti del corso presentati sono gli argomenti delle domande.

Calendario appelli

Data Ora Luogo Tipologia Note
03/06/2022 08:30 GENOVA Laboratorio
03/06/2022 08:30 GENOVA Scritto + Orale
03/06/2022 08:30 GENOVA Scritto