Salta al contenuto principale della pagina

STORIA SOCIALE

CODICE 80266
ANNO ACCADEMICO 2021/2022
CFU 6 cfu al 2° anno di 9922 PEDAGOGIA, PROGETTAZIONE E RICERCA EDUCATIVA (LM-85) GENOVA
SETTORE SCIENTIFICO DISCIPLINARE M-STO/04
LINGUA Italiano
SEDE GENOVA
PERIODO 1° Semestre
MODULI Questo insegnamento è un modulo di:
MATERIALE DIDATTICO AULAWEB

PRESENTAZIONE

L’insegnamento intende offrire agli studenti alcune indicazioni di base per acquisire e sviluppare competenze per quanto riguarda le origini, le trasformazioni, i contenuti, le fonti e i metodi di ricerca della storia sociale, prestando attenzione anche alle dinamiche del dibattito accademico, con particolare riferimento all’epoca contemporanea. Utilizzerà l’esperienza delle migrazioni di massa dall’Italia come caso studio privilegiato per esemplificare e affrontare tali questioni.

OBIETTIVI E CONTENUTI

OBIETTIVI FORMATIVI

Le lezioni si prefiggono di permettere agli studenti di acquisire e sviluppare competenze per quanto riguarda le origini, le trasformazioni, i contenuti, le fonti e i metodi di ricerca della storia sociale, prestando attenzione anche alle dinamiche del dibattito accademico, con particolare riferimento all’epoca contemporanea. Le migrazioni di massa dall’Italia, uno dei fenomeni sociali più rilevanti nella storia di questo Paese dopo l’unificazione nazionale, e le loro possibili interpretazioni costituiranno il caso studio privilegiato per affrontare tali questioni attraverso l’analisi di esperienze specifiche.

OBIETTIVI FORMATIVI (DETTAGLIO) E RISULTATI DI APPRENDIMENTO

L’insegnamento ha due obiettivi principali. Da un lato, intende offrire agli studenti alcune indicazioni di base per acquisire e sviluppare conoscenze circa le origini, le trasformazioni, i contenuti, le fonti e i metodi di ricerca della storia sociale, prestando attenzione anche alle dinamiche del dibattito accademico, con particolare riferimento all’epoca contemporanea. Dall’altro lato, proporrà un caso studio specifico di storia sociale. In altre parole, fornirà una rassegna delle vicende e delle questioni storiografiche più rilevanti concernenti le migrazioni di massa dall’Italia, uno dei maggiori fenomeni sociali nella storia di questo Paese dopo l’unificazione nazionale, suggerendo alcune possibili periodizzazioni e interpretazioni. Alla fine delle lezioni gli studenti disporranno delle conoscenze e degli strumenti metodologici e teorici principali per padroneggiare gli avvenimenti, descrivere e argomentare le categorie analitiche e le questioni storiografiche più importanti concernenti la storia sociale dell’età contemporanea, con particolare riferimento al caso di studio delle migrazioni italiane di massa. Avranno anche acquisito competenze sulla reperibilità, uso e interpretazione delle fonti e saranno in grado di discutere i paradigmi storiografici più significativi.

PREREQUISITI

Nessuno. È consigliata, ma non indispensabile, una conoscenza di base della storia contemporanea.

MODALITA' DIDATTICHE

Lezioni frontali di teoria ed esempi di applicazione, per un totale di 36 ore, con supporto audio-video. Lavori in piccoli gruppi in aula e a distanza. Uso di Aulaweb per la condivisione di materiale didattico.

Le lezioni potranno essere organizzate in presenza o in modalità mista/ibrida su Teams sulla base delle disposizioni in materia di contenimento e prevenzione dell'emergenza epidemiologica da COVID-19.

PROGRAMMA/CONTENUTO

Le migrazioni di massa dall'Italia come caso studio di storia sociale. Dopo aver discusso le origini, le trasformazioni, i contenuti, le fonti e i metodi di ricerca della storia sociale, le lezioni si soffermeranno sulle migrazioni di massa dall’Italia come caso studio di uno dei più rilevanti fenomeni sociali di questo Paese dopo l’unificazione nazionale, in quanto tale esodo ha visto protagonisti circa 26 milioni di persone – per non parlare degli individui coinvolti indirettamente, a partire dai familiari rimasti a casa – tra il 1876 e il 1976. Nello specifico, saranno affrontati le vicende storiche e le possibili periodizzazioni delle migrazioni italiane, per quanto riguarda sia le destinazioni sia il volume dei flussi; il concetto di “migrante” e le fonti per ricavare dati quantitativi sulle diverse fasi dell’esodo; la documentazione per ricostruire le esperienze dei migranti; i principali paradigmi interpretativi, con particolare riferimento alle nozioni di “diaspora” e “transnazionlismo”; il contesto globale delle migrazioni italiane; il rapporto tra espatri e cicli economici; la xenofobia e il pregiudizio anti-italiano nelle società ospitanti; la nuova mobilità in conseguenza della recessione economica del 2008; l’uso pubblico della storia delle migrazioni italiane. Verrà anche prestata attenzione al fatto che la mobilità delle persone, ancorché non a livello di massa, costituì un aspetto costante dell’Italia pre-industriale e alla circolarità dei fenomeni migratori, caratterizzati da cospicui flussi di ritorno e dalla temporanea presenza in Italia di migranti intenzionati a trasferirsi altrove.

TESTI/BIBLIOGRAFIA

PER GLI STUDENTI FREQUENTANTI:

- Claudia Pancino, Storia sociale. Metodi, esempi, strumenti, Marsilio, Venezia, 2003, ISBN 978-88-317-8274-6; 

- Paolo Sorcinelli, Viaggio nella storia sociale, Bruno Mondadori, Milano, 2011, ISBN 9788861595521;

- Tutti i materiali condivisi su Aulaweb.

Testi complementari

Altre letture potranno essere indicate durante lo svolgimento del corso

PER GLI STUDENTI NON FREQUENTANTI:

- Claudia Pancino, Storia sociale. Metodi, esempi, strumenti, Marsilio, Venezia, 2003, ISBN 978-88-317-8274-6; 

- Paolo Sorcinelli, Viaggio nella storia sociale, Bruno Mondadori, Milano, 2011, ISBN 9788861595521;

Più un libro a scelta tra:

Patrizia Audenino e Maddalena Tirabassi, Migrazioni italiane. Storia e storie dall’Ancien régime a oggi, Milano, Bruno Mondadori, 2008, ISBN 978-88-6159-208-7;

Michele Colucci e Matteo Sanfilippo, Guida allo studio dell’emigrazione italiana, Viterbo, Sette Città, 2010, ISBN 978-88-7853-202-1;

DOCENTI E COMMISSIONI

Commissione d'esame

NICOLETTA VARANI (Presidente)

KRISTINA MAMAYUSUPOVA

CARLO STIACCINI (Presidente Supplente)

FEDERICO DE BONI (Supplente)

LEZIONI

INIZIO LEZIONI

Primo semestre, 4 ottobre 2021.

Orari delle lezioni

STORIA SOCIALE

ESAMI

MODALITA' D'ESAME

Colloquio orale individuale e senza alcun tipo di sussidio (salvo che per gli studenti che hanno diritto a strumenti compensativi come, per esempio, le mappe concettuali sulla base di apposita certificazione). L’esame orale verterà sul contenuto integrale delle letture elencate nella sezione “testi/bibliografia”.

Gli esami potranno essere organizzati in presenza o in modalità mista su Teams sulla base delle disposizioni in materia di contenimento e prevenzione dell'emergenza epidemiologica da COVID-19.

MODALITA' DI ACCERTAMENTO

Le domande saranno orientate a verificare la dimestichezza degli studenti con la storia sociale, con particolare riferimento all'epoca contemporanea. Le domande saggeranno inoltre la comprensione delle categorie interpretative utilizzate per ricostruire i fenomeni storici con gli strumenti di storia sociale, la conoscenza della storiografia in argomento e la capacità di ricorrere al lessico specifico della disciplina. La chiarezza nell’esporre le proprie idee e argomentazioni costituirà un ulteriore criterio di valutazione. Il voto finale sarà costituito dall’insieme delle valutazioni di tutti questi fattori.

Calendario appelli

Data Ora Luogo Tipologia Note
18/01/2022 09:00 GENOVA Orale
01/02/2022 09:00 GENOVA Orale
15/02/2022 09:00 GENOVA Orale
24/05/2022 09:00 GENOVA Orale
14/06/2022 09:00 GENOVA Orale
28/06/2022 09:00 GENOVA Orale
19/07/2022 09:00 GENOVA Orale
06/09/2022 09:00 GENOVA Orale

ALTRE INFORMAZIONI

Saranno considerati studenti frequentanti coloro che parteciperanno ad almeno il 65% delle lezioni frontali. La frequenza sarà verificata all’inizio di ogni lezione.