Salta al contenuto principale della pagina

L'ICONA E LE SUE FONTI (LM)

CODICE 65071
ANNO ACCADEMICO 2022/2023
CFU
  • 6 cfu al 1° anno di 8467 STORIA DELL'ARTE E VALORIZZAZ. PATRIMONIO ARTISTICO(LM-89) - GENOVA
  • SETTORE SCIENTIFICO DISCIPLINARE L-FIL-LET/07
    LINGUA Italiano
    SEDE
  • GENOVA
  • PERIODO 2° Semestre
    MATERIALE DIDATTICO AULAWEB

    PRESENTAZIONE

    L'insegnamento presenta una selezione ragionata di fonti letterarie e teologiche del dibattito sulle immagini sacre (iconoclasmo) mostrando le connessioni con gli schemi iconografici e con il linguaggio artistico dell'icona bizantina nel Medioevo, fino ai suoi echi nell'arte moderna e contemporanea.

    OBIETTIVI E CONTENUTI

    OBIETTIVI FORMATIVI

    L’insegnamento mira a far acquisire conoscenze, attraverso la lettura diretta dei testi, delle fasi storiche e delle argomentazioni teologiche favorevoli e contrarie al culto delle icone, a saper riconoscere, nella tecnica artistica e negli schemi iconografici, gli influssi del dibattito sull’icona e a saper confrontare le analogie e le differenze tra schemi iconografici dell’arte medievale occidentale e orientale.

    OBIETTIVI FORMATIVI (DETTAGLIO) E RISULTATI DI APPRENDIMENTO

    Obiettivi formativi in dettaglio

    -conoscere attraverso la lettura diretta dei testi le fasi storiche e le argomentazioni teologiche favorevoli e contrarie al culto delle icone

    -saper riconoscere nella tecnica artistica e negli schemi iconografici gli influssi del dibattito sull'icona;

    Risultati di apprendimento

    Si prevede che, alla fine della frequenza all'insegnamento e allo studio del relativo programma, gli studenti raggiungano i seguenti risultati:

    saper contestualizzare le fonti letterarie e teologiche sull'icona nel genere letterario di appartenenza e nell'epoca della loro composizione;

    saper connettere le fonti alle fasi del dibattito sull'icona;

    saper individuare le connessioni tra la teologia dell'icona e i principali schemi iconografici.

    MODALITA' DIDATTICHE

    Le lezioni si tengono in presenza. La frequenza, sebbene non obbligatoria, è consigliata. Sono considerati frequentanti gli studenti che partecipano in presenza alle lezioni.

    Il docente, su richiesta specifica di ciascuno studente ricevuta via mail, consente tramite piattaforma Teams la fruizione a distanza delle lezioni e delle relative registrazioni (ma gli studenti che non hanno seguito le lezioni in presenza non potranno essere considerati frequentanti).

    Lezione frontale e dialogata, con presentazioni PowerPoint/pdf, interazioni multimediali e interventi laboratoriali degli studenti. Flipped classroom. Seminari di approfondimento in compresenza con esperti.

    È richiesta l'iscrizione all’insegnamento su Aulaweb, dove saranno pure reperibili gli avvisi e le informazioni utili.

    Coloro che non potessero frequentare sono invitati a prendere contatto con la docente all'inizio delle lezioni tramite mail.

    PROGRAMMA/CONTENUTO

    Icone “sorelle”: Costantinopoli, Kiev, Mosca.

    Le immagini sacre della tradizione bizantina attraversano un travaglio di circa due secoli prima di arrivare alla forma e alla definizione ‘ufficiali’ e non a caso l’epoca del trionfo delle icone (IX sec.) coincide con l’evangelizzazione degli Slavi ad opera di Cirillo e Metodio. Alla fine del X secolo il principe Vladimir di Kiev si fa battezzare con il suo popolo, aprendo una stagione di fioritura delle icone che collega Costantinopoli alla Rus’ di Kiev e poi, a partire dal XIII secolo, all’ascesa del principato di Mosca. Si presentano qui alcuni momenti salienti dell’icona bizantina e delle sue trasformazioni nel tempo e nello spazio: dal Cristo Pantocratore del Sinai alla Vergine della Tenerezza di Vladimir, fino alla Trinità di Rublev, “icona delle icone”, si offre qui una chiave di lettura per comprendere alcuni aspetti dell’Oriente europeo che continuano ad essere rilevanti nel presente.

    Si prevede una serie di seminari di approfondimento con esperti, in compresenza con la docente titolare.

    Il programma è destinato sia ai frequentanti sia ai non frequentanti.

    Gli studenti non frequentanti possono concordare un programma diverso, su richiesta motivata dal loro piano di studi; sono comunque pregati di prendere contatto con la docente prima possibile, preferibilmente via mail.

    TESTI/BIBLIOGRAFIA

    È  possibile richiedere una bibliografia personalizzata per interessi di studio.

    Bibliografia generale per studenti frequentanti

    P.A. Florenskij, Le porte regali, Milano, Adelphi, 1977; oppure: Id., La prospettiva rovesciata, Milano, Adelphi, 2020.

    L. Uspenskij - V. Losskij, Il senso delle icone, Milano, Jaca Book, 2007, pp. 21-51.

    Bibliografia generale per non frequentanti

    P.A. Florenskij, Le porte regali, Milano, Adelphi, 1977; oppure: Id., La prospettiva rovesciata, Milano, Adelphi, 2020.

    F. Dell’Acqua, Iconophilia. Politics, Religion, Preaching, and the Use of Images in Rome, c. 680-880, (Birmingham Byzantine and Ottoman Studies) Abingdon - New York, Routledge 2020.

    L. Uspenskij - V. Losskij, Il senso delle icone, Milano, Jaca Book, 2007, pp. 21-51.

    L. R. Cresci, “Echi di dibattiti teologici sull’icona e sulla Croce nella poesia di Giorgio di Pisidia.” Erga / Logoi 5.1 (2017), pp. 29–36

    Á. Kriza, Depicting Orthodoxy in the Russian Middle Ages: The Novgorod Icon of Sophia, the Divine Wisdom, Oxford, Oxford University Press 2022.

    DOCENTI E COMMISSIONI

    Commissione d'esame

    PIA CAROLLA (Presidente)

    FRANCESCA GAZZANO

    LIA RAFFAELLA CRESCI (Supplente)

    AGNESE FONTANA (Supplente)

    ARIANNA MAGNOLO (Supplente)

    LEZIONI

    INIZIO LEZIONI

    Secondo semestre: metà febbraio 2023.

    Orari delle lezioni

    L'ICONA E LE SUE FONTI (LM)

    ESAMI

    MODALITA' D'ESAME

    Orale.

    MODALITA' DI ACCERTAMENTO

    Prova orale: lettura e commento di testi storiografici e teologici presentati a lezione, per verificare la capacità di collocare criticamente i testi nel dibattito teologico sull’icona; analisi di immagini e di schemi iconografici, per verificare la capacità di individuare il rapporto tra il linguaggio figurativo e le tematiche teologiche.

    Sarà valutata come sufficiente l'individuazione delle principali tematiche del dibattito teologico sull'icona e delle loro connessioni con gli schemi iconografici.

    Sarà valutata come eccellente l'individuazione precisa e argomentata delle plurime connessioni tra la dimensione teologica del dibattito (quale emerge dalla lettura analitica delle fonti) e la definizione degli schemi iconografici.

    Calendario appelli

    Data Ora Luogo Tipologia Note
    16/12/2022 14:00 GENOVA Orale
    20/01/2023 10:00 GENOVA Orale
    07/02/2023 10:00 GENOVA Orale
    11/05/2023 10:00 GENOVA Orale Appello riservato ai laureandi
    29/05/2023 11:30 GENOVA Orale
    13/06/2023 10:00 GENOVA Orale
    14/07/2023 10:00 GENOVA Orale
    15/09/2023 10:00 GENOVA Orale