Salta al contenuto principale della pagina

STORIA DEL LIBRO E DELLE BIBLIOTECHE(LM)

CODICE 65341
ANNO ACCADEMICO 2022/2023
CFU
  • 6 cfu al 1° anno di 9917 SCIENZE STORICHE (LM-84) - GENOVA
  • SETTORE SCIENTIFICO DISCIPLINARE M-STO/08
    SEDE
  • GENOVA
  • PERIODO 2° Semestre
    MATERIALE DIDATTICO AULAWEB

    PRESENTAZIONE

    Il corso intende fornire una conoscenza approfondita della Storia del libro e della Storia delle biblioteche, discipline che concorrono a rappresentare il quadro della Storia della cultura scritta.

    La parte relativa alla storia del libro si concentrerà sul libro antico tipografico (struttura, fascicolazione, caratteri, elementi testuali e paratestuali) con accenni alla storia della stampa antica (analisi del torchio a stampa) e sulla metamorfosi del libro nei secoli.

    La parte relativa alla storia delle biblioteche prenderà in considerazione il concetto stesso di biblioteca, le varie tipologie di biblioteche, il ruolo del bibliotecario, lo sviluppo delle biblioteche e le loro raccolte. 

     

    OBIETTIVI E CONTENUTI

    OBIETTIVI FORMATIVI

    Il corso si propone i seguenti obbiettivi formativi: 1) La conoscenza dell’evoluzione del libro a stampa come manufatto artigianale e come strumento della trasmissione delle idee dagli incunaboli fino alla prima metà dell’Ottocento; 2) l’apprendimento degli strumenti attraverso cui contestualizzare i passaggi più significativi della storia editoriale dal lato intellettuale, politico e sociale; 3) la maturazione delle competenze necessarie all’individuazione dei legami tra libro, mondo dell’editoria, e trasmissione delle idee e dei saperi.

    OBIETTIVI FORMATIVI (DETTAGLIO) E RISULTATI DI APPRENDIMENTO

    La prima parte del corso propone un percorso conoscitivo attraverso l'oggetto libro inteso sia come veicolo di conoscenza, sia come manufatto artigianale. Ci si soffermerà sulle modalità di realizzazione del libro a stampa - dagli incunaboli fino al primo Ottocento -, entrando nel merito dell'attività tipografica sviluppatasi nell'Italia e nell'Europa moderna. Alcune lezioni saranno dedicate alla censura ecclesiastica nel periodo controriformistico e alla pubblicazione degli Indici dei libri proibiti e alle strategie messe in atto dagli autori ed editori per sfuggire alle maglie del controllo censorio.

    Nella seconda parte del corso propone un percorso che attraversa la storia delle biblioteche dall'antichità al Secondo dopo Guerra con particolare attenzione alla storia delle biblioteche italiane e d'Europa. Alcune lezioni saranno dedicate alla storia delle biblioteche religiose e in particolare all'Inchiesta della Congregazione dell'Indice dei libri proibiti della fine del Cinquecento.

    PREREQUISITI

    Nessun prerequisito richiesto

    MODALITA' DIDATTICHE

     

    Modalità didattiche:
    Le lezioni si svolgeranno in presenza. Solo per coloro che ne faranno espressa richiesta all'inizio del corso, sarà possibile seguire le lezioni in modalità da remoto (in streaming o usufruendo delle registrazioni delle lezioni tramite la piattaforma dell'aula Teams Storia del libro e delle biblioteche, codice di accesso: k1l4ldv ). In questo caso, si verrà considerati a tutti gli effetti non frequentanti e il programma da portare sarà quello specifico per i non frequentanti.

     

    PROGRAMMA/CONTENUTO

    Il corso intende fornire una conoscenza approfondita della storia del libro tipografico e delle biblioteche, ritenendo i due profili contenutistici connessi nel quadro unitario della storia della cultura libraria.

    Il corso si struttura in due parti:

    1. Storia del libro. Apporfondimento di temi legati alla storia del libro moderno: nascita della stampa in Europa; sua diffusione in ambito italiano; rilevanza di alcuni centri impressori e di alcuni tipografi/editori; mercato librario; relazioni fra tipografi e autori.
    2. Storia delle biblioteche. Approfondimento di temi, concetti, ed aspetti ritenuti rilevanti per la storia delle biblioteche dall'antichità a oggi con particolare attenzione alla storia delle biblioteche italiane dall'Unità d'Italia. 

    TESTI/BIBLIOGRAFIA

    Storia del libro

    Fréderic Barbier, Storia del libro in Occidente, Bari, Edizioni Dedalo, 2018 (Storia e civiltà, 79).

    Storia delle biblioteche

    Fréderic Barbier, Storia delle biblioteche. Dall'antichità a oggi, Milano, Editrice Bibliografica, 2016. (I Saggi).

    Monografico

    Antonio Castronuovo, Formiggini. Un editore piccino picciò, Stampa Alternativa, 2018 (Fiabesca, 132).

    Guido Bonsaver, Mussolini censore. Storie di letteratura, dissenso e ipocrisia, Bari-Roma, Laterza, 2013 (I Robinson/Letture).

    Non frequentanti

     

    Storia del libro

    Fréderic Barbier, Storia del libro in Occidente, Bari, Edizioni Dedalo, 2018 (Storia e civiltà, 79).

    Marco Cursi, Le forme del libro. Dalla tavoletta cerata all'e-book, Bologna, Il Mulino, 2016 (Le vie della civiltà).

    Storia delle biblioteche

    Fréderic Barbier, Storia delle biblioteche. Dall'antichità a oggi, Milano, Editrice Bibliografica, 2016. (I Saggi).

    Monografico

    Antonio Castronuovo, Formiggini. Un editore piccino picciò, Stampa Alternativa, 2018 (Fiabesca, 132).

    Guido Bonsaver, Mussolini censore. Storie di letteratura, dissenso e ipocrisia, Bari-Roma, Laterza, 2013 (I Robinson/Letture).

     

     

    DOCENTI E COMMISSIONI

    Commissione d'esame

    FRANCESCA NEPORI (Presidente)

    STEFANO GARDINI

    SANDRA MACCHIAVELLO (Supplente)

    LEZIONI

    INIZIO LEZIONI

    Le lezioni 2022/2023 si terranno in presenza nel secondo semestre. L'inizio delle lezioni sarà indicato nel mese di gennaio 2023.

     

     

     

    ESAMI

    MODALITA' D'ESAME

    L'esame consiste in un colloquio orale per valutare la conoscenza degli argomenti discussi durante le lezioni e lo studio e la comprensione della bibliografia consigliata, oltre alle capacità critiche e metodologiche maturate.

    Il materiale disponibile in Aulaweb costituirà argomento d'esame.

    Gli studenti non frequentanti sono invitati a prendere contatto via mail con la docente prima di presentarsi all'esame

    MODALITA' DI ACCERTAMENTO

    Colloquio orale più esercitazioni proposte in aula.

    Si segnala che iniziative quali seminari, convegni, presentazioni di libri, etc. segnalate e/o organizzate dalla docente sono da considerarsi integrative dell'insegnamento e avranno riconoscimento in sede di esame finale.