Salta al contenuto principale della pagina

ARCHEOLOGIA E STORIA DELLA CULTURA MATERIALE (LM)

CODICE 108637
ANNO ACCADEMICO 2022/2023
CFU
  • 6 cfu al 1° anno di 9917 SCIENZE STORICHE (LM-84) - GENOVA
  • SETTORE SCIENTIFICO DISCIPLINARE L-ANT/10
    SEDE
  • GENOVA
  • PERIODO 1° Semestre
    MATERIALE DIDATTICO AULAWEB

    PRESENTAZIONE

    Il tema generale dell'insegnamento, storico, archeologico e antropologico, è quello della costruzione del mondo materiale: le relazioni tra le persone e le cose (saperi, pratiche, rituale, cerimoniale, ...) e tra le cose e le cose (nuovi materialismi); i processi che producono le cose; cosa ci dice lo studio degli oggetti (ciclo di vita e biografie degli oggetti, oggetti nella storia, storia degli oggetti). Il concetto di oggetto sarà esplorato in senso ampio e lato (manufatti, ecofatti, spazi e paesaggi).

    OBIETTIVI E CONTENUTI

    OBIETTIVI FORMATIVI

    Il corso si propone tre obiettivi: ricostruire i percorsi metodologici e disciplinari che hanno portato alla definizione del concetto di “storia della cultura materiale” come area interdisciplinare di ricerca; esplorare i modi differenziati con i quali questo concetto è stato variamente utilizzato in archeologia, in storia e non solo; proporre un'indagine critica sull'evoluzione del concetto di cultura materiale, dalla dimensione materiale a quella culturale, dalla produzione ai consumi.

    OBIETTIVI FORMATIVI (DETTAGLIO) E RISULTATI DI APPRENDIMENTO

    A partire dal concetto di storia della cultura materiale intesa come area interdisciplinare di ricerca che affronta, attraverso differenti percorsi disciplinari e concettuali, lo studio della produzione, circolazione, consumo di manufatti, l'insegnamento si propone tre obiettivi principali:

    - costruire gli strumenti critici per esplorare i diversi approcci allo studio storico e storico-archeologico del mondo degli oggetti e delle relazioni tra le persone e le cose e tra le cose e le cose

    - permettere di acquisire gli strumenti teorico-metodologici per identificare, analizzare e comprendere i processi che producono le cose

    - indagare criticamente l'evoluzione del concetto di cultura materiale in storia, archeologia, antropologia

    Gli studenti impareranno a conoscere i processi che producono le cose, analizzando la storia economica, sociale e culturale degli oggetti (e quindi anche a considerare le cose come fonti, ovvero indicatori e tracce di processi storici) e anche un metodo per analizzare criticamente la letteratura storiografica e le fonti materiali e scritte, per leggere criticamente un testo o un documento e per comunicare con un linguaggio scientifico i risultati di una lettura o di una ricerca.

    Al completamento dell'insegnamento, gli studenti saranno introdotti al tema dell'analisi della cultura materiale e acquisiranno conoscenza delle teorie, dei concetti e dei metodi storiografici. Gli studenti dovranno essere in grado di presentare e discutere criticamente i testi proposti e / o consigliati per l'attività di studio individuale.

    PREREQUISITI

    Non sono richiesti particolari requisiti.

    L'insegnamento è rivolto a tutti gli studenti delle lauree magistrali della Scuola di scienze umanistiche.

    MODALITA' DIDATTICHE

    L'insegnamento avrà un carattere anche seminariale: la frequenza è vivamente consigliata.

    Durante l'insegnamento è prevista la lettura e discussione in classe e all'interno di un Forum di testi e documenti. Sono previste verifiche in itinere con esercitazioni scritte in classe e/o a casa. 

    Sulla base della bibliografia indicata e di altri testi che saranno proposti durante il corso, gli studenti avranno la possibilità di costruire percorsi individuali di studio.

    Una parte dei materiali dell'insegnamento saranno a disposizione degli studenti  in AulaWeb

    Le lezioni si terranno in presenza. Solo per chi che ne faccia esplicita richiesta all'inizio del corso, sarà possibile seguire le lezioni (ad esclusione delle uscite didattiche) da remoto (via Teams). In questo caso, il programma da portare sarà quello per i non frequentanti.

    PROGRAMMA/CONTENUTO

    Il programma del corso ruota intorno ad alcuni contenuti chiave: il concetto di storia della cultura materiale; la biografia e i cicli di vita degli oggetti; gli oggetti come fonti storiche e la patrimonializzazione degli oggetti. Verranno presentati i percorsi e le discussioni hanno riguardato i concetti di cultura materiale e storia della cultura materiale (con particolare riferimento agli anni Settanta) e si approfondirà come tali concetti siano stato variamente utilizzato nelle diverse discipline. In particolare saranno approfonditi i seguenti temi e percorsi:

    - esplorazione dei diversi approcci allo studio storico e storico-archeologico del mondo degli oggetti e delle relazioni tra le persone e le cose a partire e dai percorsi e dalla discussioni che hanno portato alla affermazione in Italia del concetto di storia della cultura materiale

    - discussione e analisi dei processi che producono le cose, approfondendo attraverso testi e letture le seguenti tematiche: storia degli oggetti e oggetti nella storia, biografia degli oggetti, cicli di vita degli oggetti, patrimonializzazione degli oggetti (e degli spazi)

    - indagine critica dell'evoluzione del concetto di cultura materiale in storia, archeologia, antropologia, con particolare riferimento al crescente peso che le cose e la materialità hanno nella ricerca storica, archeologica, antropologica (svolta materialista, storia globale degli oggetti, nuovi materialismi)

    Nel corso dell'insegnamento, e a partire da discussioni svolte in classe, sarà scelto un tema specifico da approfondire in maniera monografica (es. usi, riusi e rifunzionalizzazioni: il ciclo dei rifiuti nella storia; oggetti in movimento: i percorsi degli animali e delle cose; ritualizzazione e patrimonializzazione, ecc.).

    Il programma per i frequentati e i non frequentanti è il medesimo. Per i non frequentanti sarà costruito un percorso ad hoc attraverso letture e testi a scelta.

    TESTI/BIBLIOGRAFIA

    TESTI/BIBLIOGRAFIA

    I testi consigliati saranno messi a disposizione degli studenti (disponibili in biblioteca o in pdf su Aulaweb)-

    L'elenco dei testi potrebbe subire modifiche e quindi è consigliabile, prima dell'acquisto o del prestito, attendere l'avvio delle lezioni e la presentazione del programma da parte della docente

    Durante le lezioni introduttive dell'insegnamento saranno concordati gli argomenti che verranno approfonditi nel corso dell'anno e i testi da leggere e commentare, a scelta tra quelli di seguito elencati.

    Storia di una storia della cultura materiale

    Quaini M., Moreno D. (a cura di) 1973, Archeologia e Geografia del Popolamento, «Quaderni Storici», 24.

    Editoriale, «Archeologia Medievale», I, 1974, pp. 3-5.

    Cinque punti per un dibattito, «Archeologia Medievale», II, 1975, pp. 5-7.

    Carandini A. 1975, Archeologia e cultura materiale. Lavori senza gloria nell’antichità classica, Bari.

    Una rifondazione dell’archeologia post-classica: la storia della cultura materiale, «Archeologia Medievale», III, 1976 pp. 7-24

    D. Moreno, M. Quaini (a cura di), Cultura materiale, «Quaderni Storici», 31, 1973, pp. 5-201.

    Wickham C. 2002, Edoardo Grendi e la cultura materiale, «Quaderni Storici», 110, pp. 323-332.

    Gilchrist R. 2009, Medieval archaeology and theory: a disciplinary leap of faith, in R. Gilchrist, A. Reynolds (eds.), Reflections: 50 Years of Medieval Archaeology, 1957-2007, Society for Medieval Archaeology Monographs 30, Leeds, pp. 385-408.

    Moreno D. 2012, Alle origini geografiche dell’archeologia medievale in Italia: ovvero la costruzione dell’Editoriale di «Archeologia Medievale. Cultura materiale. Insediamenti. Territorio», in Geografie in gioco. Massimo Quaini: pagine scelte e bibliografia, Genova, pp. 65-68.

    Moreno D., Stagno A. M. 2021, Storia della cultura materiale e risorse ambientali. Percorsi e incontri, in ISCUM (a cura di), Tiziano Mannoni: attualità e sviluppi di metodi e idee, Firenze, pp. 74-81.

    Biografia degli oggetti, storia degli oggetti e oggetti nella storia

    I. Kopytoff, The cultural biography of things: commodization as process, in A. Appadurai, The Social Life of Things: Commodities in Cultural Perspective, London 1988, pp. 64-91.

    I. Hodder, The Entanglements of Humans and Things: A Long-Term View, in «New Literary History», Volume
    45, Number 1, Winter 2014, pp. 19-36.

    Storia della cultura materiale in tempo di COVID-19, a cura di O. Raggio e A. M. Stagno, Firenze, All'Insegna del Giglio, 2020.

    Ch. Gosden, Y. Marshall, The cultural biography of objects, in "World Archaeology", 31 (1999), pp. 169-178.

     A. Appadurai, TheThing Itself, in "Public Culture", 18 (2006), pp. 15-21. 

    O. Raggio, Oggetti nella storia. Perché la storiografia è importante (tra storia e archeologia), in "Quaderni storici", 159 (2018), pp. 863-78.

    Ago R. 2006, Il gusto delle cose. Una storia degli oggetti nella Roma del Seicento, Roma.

    Gilchrist R. 2000, Archaeological Biographies: Realizing Human Lifecycles, -Courses and–Histories, in “Human Lifecycles”, «World Archaeology», Vol. 31, N. 3, pp. 325-328.

    Gilchrist R. 1994, Gender and Material Culture. The Archaeology of Religious Women, London-New York.

    Patrimonializzazione degli oggetti (e degli spazi)

    Laurajane Smith, Uses of Heritage, New York e London, Routledge,  2006.

    Moneta V., Parola C. (a cura di), 2014, Oltre la rinaturalizzacione. Studi di ecologia storica per la riqualificazione dei paesaggi rurali, Sestri Levante.

    Harrison et al (eds.) 2020, Heritage futures: Comparative approaches to natural and cultural heritage practices. approaches to natural and cultural heritage practices, London.

    Nuovi materialismi

    Moreland J. 2001, Archaeology and text, London.

    AHR conversation: Historians and the study of material culture, in "American Historical Review", 2009.

    González Ruibal, Alfredo (2008), Time to destroy. An archaeology of supermodernity, «Current Anthropology», 49(2), pp. 247-279.

    Witmore C. (ed.) 2014, Archaeology and the New Materialisms, «Journal of Contemporary Archaeology», 1.2, pp. 203-246.

    Ulteriori indicazioni bibliografiche e materiali relativi a ricerche e casi discussi saranno forniti a lezione e, quando possibile, caricati in Aulaweb.

    DOCENTI E COMMISSIONI

    LEZIONI

    INIZIO LEZIONI

    Le lezioni inizieranno venerdì 7 ottobre 2022

    Orari delle lezioni

    L'orario di tutti gli insegnamenti è consultabile su EasyAcademy.

    ESAMI

    MODALITA' D'ESAME

    L'insegnamento ha carattere seminariale. Sono previste esercitazioni in itinere su singoli casi di studio e sulle letture  che saranno oggetto di discussione e concorreranno alla valutazione finale. La valutazione delle prove scritte farà parte della valutazione finale, con verifica in forma orale. Le esercitazioni scritte hanno validità temporale nell'anno accademico dell'insegnamento.

    MODALITA' DI ACCERTAMENTO

    L'esame orale e la discussione delle esercitazioni scritte in itinere verificheranno il raggiungimento dei risultati di apprendimento. I principali parametri di valutazione sono la padronanza degli argomenti trattati, la qualità dell'esposizione e del lessico utilizzato, sia nella comunicazione orale sia nelle prove scritte, e la capacità di ragionamento critico e comparativo.

    Calendario appelli

    Data Ora Luogo Tipologia Note
    16/12/2022 09:00 GENOVA Orale Appello riservato solo a chi ha seguito l'insegnamento negli anni scorsi
    18/01/2023 09:00 GENOVA Orale
    08/02/2023 09:00 GENOVA Orale
    12/05/2023 09:00 GENOVA Orale
    05/06/2023 09:00 GENOVA Orale
    20/06/2023 09:00 GENOVA Orale
    14/07/2023 09:00 GENOVA Orale
    15/09/2023 09:00 GENOVA Orale