Salta al contenuto principale della pagina

APPARECCHIATURE E TECNICHE DI DIAGNOSTICA PER IMMAGINI IV

CODICE 68258
ANNO ACCADEMICO 2022/2023
CFU
  • 7 cfu al 2° anno di 9294 TECNICHE DI RADIOLOGIA MEDICA, PER IMMAGINI E RADIOT(L/SNT3) - GENOVA
  • LINGUA Italiano
    SEDE
  • GENOVA
  • PROPEDEUTICITA
    Propedeuticità in ingresso
    Per sostenere l’esame di questo insegnamento è necessario aver sostenuto i seguenti esami:
    • TECNICHE DI RADIOLOGIA MEDICA, PER IMMAGINI E RADIOT 9294 (coorte 2021/2022)
    • ANATOMIA-ISTOLOGIA 65456
    • FISICA, INFORMATICA, RADIOPROTEZIONE E STATISTICA 65566
    • FISIOLOGIA E BIOCHIMICA 66899
    • PATOLOGIA GENERALE E FARMACOLOGIA 68130
    • APPARECCHIATURE E TECNICHE DI DIAGNOSTICA PER IMMAGINI I 68242
    • APPARECCHIATURE E TECNICHE DI DIAGNOSTICA PER IMMAGINI III 68254
    • BIOLOGIA E GENETICA 72717
    • TIROCINIO I ANNO 87047
    Propedeuticità in uscita
    Questo insegnamento è propedeutico per gli insegnamenti:
    • TECNICHE DI RADIOLOGIA MEDICA, PER IMMAGINI E RADIOT 9294 (coorte 2021/2022)
    • MEDICINA NUCLEARE E RADIOTERAPIA 68139
    • APPARECCHIATURE E TECNICHE DI DIAGNOSTICA PER IMMAGINI V 68263
    • PRINCIPI DI MANAGEMENT SANITARIO E MEDICINA LEGALE 68366
    • TIROCINIO III ANNO 70753
    • TIROCINIO II ANNO 70752
    MODULI Questo insegnamento è composto da:
    MATERIALE DIDATTICO AULAWEB

    PRESENTAZIONE

    Il Corso di Apparecchiature e Tecniche di Diagnostica 4 si occupa della parte di Radiologia diagnostica dell'apparato digerente e dell'apparato vascolare nella quale si utilizzano mezzi di contrasto comprese le tecniche radiologiche interventistiche sia per il paziente adulto che per il paziente pediatrico senza dimenticare la parte riguardante la radioprotezione sia del paziente che dell'operatore attraverso la conoscenza delle caratteristiche fisiche delle radiazioni ionizzanti (IR): e delle relative grandezze fisiche e radiobiologiche.  

    OBIETTIVI E CONTENUTI

    OBIETTIVI FORMATIVI

    Conoscere le metodiche angiografiche e radiologiche interventistiche. Acquisire le competenze tecniche e comportamentali necessarie all’esecuzione di metodiche interventistiche, anche in collaborazione con altre figure sanitarie, le principali tecniche e metodiche usate negli esami in pazienti pediatrici e come relazionarsi con il bambino dal neonato fino all’adolescenza. Acquisire conoscenze tecniche e metodiche che possano garantire un utilizzo adeguato delle apparecchiature messe a disposizione nelle radiologie pediatriche. Conoscere in particolar modo i sistemi da usare per raggiungere una protezione adeguata nei confronti delle radiazioni ionizzanti, in quanto il bambino è il paziente che più di ogni altro risulta sensibile ad eventuali danni provocati dalle radiazioni, quindi è opportuno usare tutti i presidi e gli accorgimenti tecnici per ridurre l’esposizione. Approfondire la conoscenza delle caratteristiche fisiche delle radiazioni ionizzanti (IR): • grandezze fisiche e radiobiologiche e rispettive unità di misura • strumentazione di misura delle IR • nozioni sugli effetti biologici delle IR • le sorgenti radianti utilizzate in ambito sanitario. Acquisire elementi di normativa. Conoscere i fondamenti della protezione dalle IR, la protezione degli operatori, la protezione dei pazienti e gli appropriati indici di dose.

    MODALITA' DIDATTICHE

    Complessivamente  prevede 70 ore di Lezioni Frontali suddivisi nelle diverse materie. 

    PROGRAMMA/CONTENUTO

    Il corso integrato prevede lo studio delle seguenti materie:

    Diagnostica per immagini

    Scienze tecniche mediche e applicate

    Tecniche di emodinamica e angiografia

    Fisica applicata 

    DOCENTI E COMMISSIONI

    Commissione d'esame

    MANRICO BALBI

    MARIA BEATRICE DAMASIO

    ALESSIO FROIO

    MARCO PASSERINI

    FRANCESCO PETROCELLI

    ELENA MARIA LUISA VACCARA (Presidente e Coordinatore di corso integrato)

    LUISA GAGLIARDI (Presidente Supplente)

    LEZIONI

    INIZIO LEZIONI

    Le lezioni sono programmate al secondo anno, secondo semestre, con inizio nel primi giorni di marzo