Salta al contenuto principale della pagina

SOCIOLOGIA DELLA DEVIANZA

CODICE 100572
ANNO ACCADEMICO 2022/2023
CFU
  • 1 cfu al 3° anno di 9280 EDUCAZIONE PROFESSIONALE(L/SNT2) - GENOVA
  • SETTORE SCIENTIFICO DISCIPLINARE SPS/12
    LINGUA Italiano
    SEDE
  • GENOVA
  • PERIODO 1° Semestre
    MODULI Questo insegnamento è un modulo di:
    MATERIALE DIDATTICO AULAWEB

    OBIETTIVI E CONTENUTI

    OBIETTIVI FORMATIVI (DETTAGLIO) E RISULTATI DI APPRENDIMENTO

    OBIETTIVI FORMATIVI (DETTAGLIO)

    L’insegnamento si propone di offrire una panoramica delle principali teorie sociologiche della devianza, grazie anche al supporto di esempi concreti con riguardo ai meccanismi di definizione e governo degli “anormali”.

    In particolare, l'insegnamento si propone di:

    • ricostruire i principali modelli di spiegazione sociologica della devianza;
    • indagare i meccanismi di controllo sociale e di emarginazione degli individui;
    • riflettere sulle politiche e sulle strategie di intervento "rieducativo".

    RISULTATI DI APPRENDIMENTO ATTESI:

    Al termine dell'insegnamento, le/gli studentesse/studenti acquisiranno adeguate conoscenze e strumenti interpretativi per analizzare criticamente i fenomeni devianti e di esclusione sociale e per approntare interventi in questo campo.

    MODALITA' DIDATTICHE

    • Lezioni frontali
    • Esercitazioni/attività a piccoli gruppi
    • Dibattiti sui temi trattati, a partire dall’analisi di casi concreti.

    PROGRAMMA/CONTENUTO

    • Teorie della devianza: uno sguardo d’insieme (approcci quantitativo-statistico, funzionalista e costruzionista);
    • le origini della sociologia della devianza: la statistica morale e la criminologia positivistica;
    • il modello funzionalista: le teorie dell’anomia e delle sub-culture devianti;
    • le critiche al funzionalismo: la teoria dell’apprendimento e le tecniche di neutralizzazione;
    • il paradigma costruzionista: la scuola sociologica di Chicago, l’interazionismo simbolico, il labelling approach;
    • le prospettive critiche.

    TESTI/BIBLIOGRAFIA

    Frequentanti:

    • appunti presi in classe e materiali distribuiti dalla docente.

    Non frequentanti:

    • F. Prina, Devianza e criminalità. Concetti, metodi di ricerca, cause, politiche, Carocci editore, Roma, 2019.

    DOCENTI E COMMISSIONI

    Commissione d'esame

    DONATELLA PANATTO (Presidente)

    GABRIELE ROCCA (Presidente)

    ALESSANDRO DE LEO

    STEFANO PADOVANO

    LAURA SCUDIERI

    ALFREDO VERDE

    LEZIONI

    Orari delle lezioni

    L'orario di tutti gli insegnamenti è consultabile su EasyAcademy.

    ESAMI

    MODALITA' D'ESAME

    L’esame si sostiene a livello di corso integrato. La valutazione dell’apprendimento per lo specifico insegnamento avviene tramite esame orale

    MODALITA' DI ACCERTAMENTO

    Le esercitazioni, le attività a piccoli gruppi, le discussioni tematiche proposte e infine il colloquio saranno finalizzate a valutare l’apprendimento e la capacità di rielaborazione dei contenuti da parte delle/dei candidate/i, nonché le loro capacità di ragionamento critico e la qualità dell’esposizione orale.