Salta al contenuto principale della pagina

PROTESI DENTARIA

CODICE 67288
ANNO ACCADEMICO 2022/2023
CFU
  • 2 cfu al 5° anno di 8746 ODONTOIATRIA E PROTESI DENTARIA (LM-46) - GENOVA
  • SETTORE SCIENTIFICO DISCIPLINARE MED/28
    LINGUA Italiano
    SEDE
  • GENOVA
  • PERIODO 2° Semestre
    MODULI Questo insegnamento è un modulo di:
    MATERIALE DIDATTICO AULAWEB

    PRESENTAZIONE

    La protesi dentaria su impianti permette la sostituzione di elementi mancanti e/o compromessi con protesi fisse/mobili.

    OBIETTIVI E CONTENUTI

    OBIETTIVI FORMATIVI

    Acquisizione delle conoscenze teorico pratiche necessarie per progettare e realizzare la riabilitazione di pazienti che richiedono il ripristino dell’integrità delle arcate dentarie. La didattica formale si compone di lezioni teoriche con l’obiettivo di far acquisire le conoscenze teoriche necessarie alla riabilitazione di un paziente parzialmente o totalmente edentulo con i vari tipi di protesi. La didattica preclinica, svolta su modelli di studio, denti estratti su simulatori e manichini, al fine di far acquisire, attraverso attività pratico-applicative, svolte in laboratorio e in aule manichini, le tecniche e le procedure propedeutiche indispensabili all’attività clinica. Il tirocinio clinico si svolge in reparti clinici con l’obiettivo di far acquisire, attraverso un’esperienza clinica e una diretta partecipazione tutorata, le conoscenze che gli consentano di porre diagnosi, sviluppare un piano di trattamento e realizzare una corretta riabilitazione protesica.

    OBIETTIVI FORMATIVI (DETTAGLIO) E RISULTATI DI APPRENDIMENTO

    Al termine dell’insegnamento lo studente dovrà:
    -    essere in grado di porre diagnosi e realizzare un corretto piano di cura che preveda protesi fisse/mobili su impianti
    -    essere in grado di riconoscere clinicamente le indicazioni e le controindicazioni alla riabilitazione mediante i vari tipi di protesi 
    -    conoscere i vari tipi di impianti e connessioni implantari 
    -    saper applicare le conoscenze acquisite per poter decidere il tipo di riabilitazione implantoprotesica e i materiali e le metodologie da utilizzare per l’esecuzione di una protesi fissa/mobile a supporto implantare in uno specifico caso clinico
    -    aver acquisito una terminologia corretta per l’identificazione dei vari tipi di protesi su impianti e per poter descrivere le procedure necessarie alla loro realizzazione con un linguaggio adeguato

    MODALITA' DIDATTICHE

    Lezioni Frontali. La frequenza delle lezioni è obbligatorie. Alcune lezioni potrebbero essere erogate in modalità a distanza.

    PROGRAMMA/CONTENUTO

    •    Diagnosi e piano di trattamento in implantoprotesi 

    •    Storia dell’implantologia

    •    Tempi di carico in implantologia
    •    La scelta dell’impianto: macro- e micro-struttura e composizione chimica di superficie
    •    I materiali occlusali in implantoprotesi
    •    Fattori di rischio per la riabilitazione implantare
    •    Perimplantite
    •    Protocolli igienico-alimentari in implantoprotesi
    •    Il carico immediato full-arch: protocollo chirurgico e protesico
    •    Il framework protesico: materiali tradizionali e nuove tecnologie

    TESTI/BIBLIOGRAFIA

    Verranno messe a disposizione degli studenti dispense delle lezioni.

    Per approfondire gli argomenti trattati si consigliano i seguenti libri di testo:

    - Tealdo T, Bevilacqua M, Pera P. Columbus Bridge Protocol. Quintessenza ed.

    - Capelli M, Testori T. Implantologia. Tecniche implantari mininvasive e innovative. Acme ed.

    DOCENTI E COMMISSIONI

    Commissione d'esame

    PAOLO PESCE (Presidente e Coordinatore di corso integrato)

    LEZIONI

    INIZIO LEZIONI

    Marzo

    Orari delle lezioni

    L'orario di tutti gli insegnamenti è consultabile su EasyAcademy.

    ESAMI

    MODALITA' D'ESAME

    Compito scritto con domande a risposta multipla con eventuale successivo colloquio orale.

    MODALITA' DI ACCERTAMENTO

    Il compito scritto consentirà di valutare le conoscenze acquisite e la loro comprensione.

    Nel colloquio orale si valuta la capacità di formulare una corretta diagnosi e un corretto piano di trattamento utilizzando una terminologia corretta.