Salta al contenuto principale della pagina

HABITAT MARINI ARTIFICIALI

CODICE 61767
ANNO ACCADEMICO 2022/2023
CFU
  • 2 cfu al 2° anno di 10723 BIOLOGIA ED ECOLOGIA MARINA (LM-75) - GENOVA
  • 2 cfu al 2° anno di 10723 BIOLOGIA ED ECOLOGIA MARINA (LM-6) - GENOVA
  • SETTORE SCIENTIFICO DISCIPLINARE BIO/07
    SEDE
  • GENOVA
  • PERIODO 1° Semestre
    PROPEDEUTICITA
    Propedeuticità in ingresso
    Per sostenere l’esame di questo insegnamento è necessario aver sostenuto i seguenti esami:
    • SCIENZE BIOLOGICHE 8762 (coorte 2021/2022)
    • ISTITUZIONI DI MATEMATICHE 52344
    • ZOOLOGIA E LABORATORIO 65517
    MATERIALE DIDATTICO AULAWEB

    OBIETTIVI E CONTENUTI

    OBIETTIVI FORMATIVI

    L'insegnamento fornisce gli elementi conoscitivi di base per interventi nella fisica marina costiera ai fini del ripopolamento ittico e della protezione della biodiversità attraverso la costruzione di habitat artificiali. Questi interventi rappresentano un utile contributo alla gestione integrata della fisica costiera dove si concentrano varie attività antropiche talora in forte competizione.

    MODALITA' DIDATTICHE

    Lezioni frontali

    PROGRAMMA/CONTENUTO

    • Definizioni di barriere artificiali (BA).
    • Diverse tipologie di habitat artificiali (barriere artificiali, FAD, piattaforme offshore, frangiflutti, dighe, ecc.).
    • Funzionamento e finalità di una BA.
    • Diverse tipologie di moduli (caratteristiche, disposizione, materiali utilizzati, problematiche).
    • Storia delle BA: Giappone, USA e Mediterraneo/Europa.
    • Il congresso mondiale sulle BA (CARAH) e il ruolo del EARRN.
    • Le BA in Mediterraneo/Europa: diverse tipologie, scopi, risultati, prospettive.
    • Le BA in Italia e in Liguria: diverse tipologie, scopi e principali risultati ottenuti.
    • Altri habitat marini artificiali: le piattaforme offshore (Crotone vs Ravenna), la boa ODAS-Italia 1 e il caso Haven.
    • Regolamenti internazionali e linee guida per la realizzazione di una BA.
    • Progettazione di una BA: obiettivi, aspetti ambientali, ecologici, socio-economici e gestionali.
    • Struttura trofica di una BA (produzione vs attrazione).
    • Metodologie per la valutazione quali-quantitativa della fauna ittica e bentonica (metodi distruttivi e non distruttivi) .
    • Definizione e stima della biomassa e dei principali indici di diversità.

     

    TESTI/BIBLIOGRAFIA

    JENSEN A. C., COLLINS K. J., LOCKWOOD A. P. M. (Eds.) (2000) - Artificial reefs in European seas. Kluwer Academic Publishers.

    RELINI G., RELINI M., PALANDRI G., MERELLO S., BECCORNIA E. (2007) - History, ecology and trends for artificial reefs of the Ligurian sea, Italy. Hydrobiologia 580: 193-217.

    SEAMAN W. jr. (Ed.) (2000) - Artificial reef evaluation with application to Natural Marine Habitats. CRC Marine Science Series.

    Inoltre agli studenti vengono fornite le dispense in pdf dei testi utilizzati nelle singole lezioni.

    DOCENTI E COMMISSIONI

    LEZIONI

    Orari delle lezioni

    HABITAT MARINI ARTIFICIALI

    ESAMI

    MODALITA' D'ESAME

    Orale

    ALTRE INFORMAZIONI

    La frequenza regolare è fortemente raccomandata.