Salta al contenuto principale
CODICE 111295
ANNO ACCADEMICO 2023/2024
CFU
SETTORE SCIENTIFICO DISCIPLINARE L-FIL-LET/13
LINGUA Italiano
SEDE
  • GENOVA
PERIODO 2° Semestre
MATERIALE DIDATTICO AULAWEB

OBIETTIVI E CONTENUTI

OBIETTIVI FORMATIVI

La finalità precipua del corso consiste nell’approfondimento delle principali nozioni della critica del testo e nell’acquisizione delle metodologie di analisi filologica dei testi italiani applicate all’ambiente digitale, in linea con gli obiettivi specifici della filologia digitale, che si fonda sull’applicazione di metodi e strumenti dell’informatica agli studi di critica testuale. Sarà dedicata particolare cura all’illustrazione delle diverse tipologie di strumenti utili allo studio delle tradizioni testuali (banche dati, archivi, biblioteche digitali, repertori filologici), per poi affrontare le caratteristiche e le metodologie dell’edizione scientifica digitale. In particolare, verranno evidenziate le potenzialità delle digital humanities nella produzione di edizioni critiche digitali (sia nell’ambito della filologia ricostruttiva, sia in quello della filologia d’autore) e di altri strumenti utili in ambito attribuzionistico o di analisi linguistica e stilistica del testo.

OBIETTIVI FORMATIVI (DETTAGLIO) E RISULTATI DI APPRENDIMENTO

Dopo un’introduzione generale dedicata alla spiegazione delle metodologie filologiche fondamentali e delle principali nozioni di critica del testo e di analisi della tradizione, seguirà una breve panoramica sugli strumenti informatici utili agli studi filologici e le loro diverse funzioni per affrontare le questioni filologiche. Si procederà poi a illustrare i principali processi e metodi di analisi caratteristici della filologia digitale attraverso una serie di esempi di edizioni critiche e altri strumenti specifici.

Alla fine del corso lo studente dovrà:

- comprendere e conoscere le modalità di trasmissione dei testi in lingua italiana e la loro possibilità di rappresentazione in ambiente digitale;

- conoscere le principali peculiarità materiali delle testimonianze che trasmettono i testi italiani (manoscritti, stampe antiche ecc.) e gli strumenti digitali utili alla loro localizzazione, archiviazione e analisi;

- sapere analizzare, contestualizzare e interpretare il testo letterario su basi filologiche, avvalendosi anche delle possibilità offerte dalla dimensione digitale;

- saper rilevare e codificare in ambiente digitale i dati formali e stilistici del testo e valorizzarli in sede ecdotica e interpretativa;

- saper leggere le edizioni critiche digitali esistenti e conoscere le principali procedure utili a costruirne di nuove;

- saper utilizzare i principali strumenti bibliografici digitali funzionali all’analisi filologica (repertori, dizionari, concordanze, banche dati ecc.);

- saper illustrare con adeguata terminologia i principi e i metodi della critica del testo e della filologia digitale;

- saper esporre con linguaggio appropriato i risultati di analisi critico-testuali e ipotesi interpretative.

 

PREREQUISITI

Aver sostenuto l’esame di Filologia italiana nella triennale è consigliato ma non obbligatorio.

Tutti gli studenti sono obbligati ad iscriversi ad AulaWeb.

 

MODALITA' DIDATTICHE

Lezioni frontali in presenza, comprendenti anche la discussione collettiva sui testi e le edizioni esaminate, nonché la ricerca guidata su repertori, archivi e biblioteche digitali, consultazione e costituzione di apparati critici digitali, prove di codifica digitale del testo.

Il docente metterà a disposizione i materiali discussi a lezione su AulaWeb.

Gli studenti che non potessero frequentare sono pregati di contattare il docente prima della fine del semestre.

PROGRAMMA/CONTENUTO

Introduzione alla filologia digitale.

 

PRIMA PARTE: Strumenti digitali per la filologia italiana

In questa sezione del corso verranno passate in rassegna le principali questioni inerenti alla ricostruzione del testo e all’analisi dei dati della tradizione, verificando come il ricorso agli strumenti digitali condizioni il lavoro critico-testuale e interpretativo. In particolare, si concentrerà l’attenzione sui seguenti argomenti:

- produzione, trasmissione e circolazione dei testi;

- censimento e analisi delle testimonianze (manoscritti, stampe, altri supporti);

- metodo genealogico;

- restituzione linguistica e formale dei testi;

- filologia d’autore e critica delle varianti.

 

SECONDA PARTE: L’edizione critica digitale

In questa sezione si prenderà in esame l’edizione critica digitale. In particolare, si analizzeranno le seguenti questioni:

- Varie tipologie di edizione e loro corrispondenti digitali;

- Finalità e caratteristiche dell’edizione critica digitale.

 

TESTI/BIBLIOGRAFIA

Costituiscono fonti di studio per l’esame:

- tutti gli argomenti e i testi analizzati a lezione (compresi i materiali distribuiti e discussi);

- Francesco Bausi, La filologia italiana, Bologna, il Mulino, 2022, capitoli I-III (pp. 25-104), VI (pp. 191-231) e VIII (pp. 263-291).

- Francesco Stella, Testi letterari e analisi digitale, Roma, Carocci, 2018;

- Paola Italia, Editing Duemila. Per una filologia dei testi digitali, Roma, Salerno editrice, 2020, introduzione (pp. 7-15), capitoli 3 (pp. 122-170) e 4 (pp. 171-235).

LEZIONI

INIZIO LEZIONI

II semestre 

Orari delle lezioni

L'orario di tutti gli insegnamenti è consultabile all'indirizzo EasyAcademy.

ESAMI

MODALITA' D'ESAME

Esame orale. Gli studenti dovranno dimostrare di conoscere gli argomenti e i problemi affrontati nelle lezioni e di avere studiato i saggi assegnati (vedi Testi/Bibliografia); dovranno inoltre essere in grado di discutere di tali argomenti utilizzando la terminologia specifica della disciplina.