Salta al contenuto principale della pagina

Panoramica

Informazioni 2022/2023

Tipologia
DOTTORATO DI RICERCA
Durata e crediti
3
Anni
Ammissione
 
Accesso libero
Lingua
Italiano
Modalità di erogazione
Tradizionale
Coordinatore
MASSIMO BONAFIN

Ammissione

L’ammissione al Corso di Dottorato è soggetta al superamento di un concorso che viene di norma bandito in primavera e pubblicato alla pagina relativa. Il Bando di Ammissione contiene l’elenco dei corsi, dei posti e delle borse disponibili nonché delle date, del luogo, della tipologia e dei contenuti delle prove.

I candidati che superano la selezione vengono inseriti in una graduatoria di merito costantemente aggiornata che riporta l’assegnazione dei posti.
I concorrenti che risultino ammessi ai corsi di dottorato dovranno presentare o far pervenire al Servizio Alta Formazione di UniGe la domanda di iscrizione secondo le scadenze prestabilite pubblicate nel bando.

Il Dottorato di Ricerca è regolato dalle norme presenti alla pagina dedicata.

Il corso in breve

Presentazione

Il progetto principale del corso in letterature classiche e moderne, a cui collaborano docenti di tre diversi dipartimenti, consiste nella preparazione alla ricerca nelle scienze umanistiche, offrendo tre curricula specialistici chiaramente definiti:

  1. Italianistica e scienze del testo
  2. Letterature moderne
  3. Scienze dell'antichità: archeologia, filologia, storia.

Ogni curriculum prevede la supervisione settoriale in un contesto multidisciplinare secondo un approccio trasversale allo studio della produzione letteraria e culturale; attività didattiche comuni (cicli di seminari e conferenze) con taglio interdisciplinare e contrastivo; altre attività specialistiche in ambito curricolare.

Tutti i dottorandi vengono pertanto messi in condizione di interagire con le differenti istanze disciplinari rappresentate nel corso e nell'ambito del dipartimento che lo rende possibile, in modo da coniugare l'indispensabile approfondimento specialistico richiesto dal loro personale progetto di ricerca e quindi dalla loro dissertazione con l'apertura a una visione complessa delle problematiche comuni, atta a facilitare la flessibilità metodologica e applicativa di quanto appreso.

Obiettivi formativi

Il Corso mira a realizzare un'interazione tra competenze storico-filologiche e teorico-metodologiche coerenti ai più innovativi profili della ricerca internazionale, formando professionalità in cui la tradizionale preparazione umanistica corrisponda alle esigenze della società contemporanea.

Viene specialmente valorizzata l'interazione tra le diverse tradizioni culturali e la riflessione sui metodi critici (in chiave storica, filologica, letteraria, culturale, comparatistica).

Al termine del percorso il Dottore di Ricerca avrà acquisito le competenze per realizzare edizioni critiche di testi, commenti, monografie e saggi storico-critici, repertori lessicografici e bibliografici, analisi linguistiche, traduzioni da lingue antiche e moderne, attività archeologiche, in generale pubblicazioni scientifiche (anche in lingue estere) di qualità riconosciuta internazionalmente; il Dottore di Ricerca in Letterature e Culture Classiche e Moderne sarà altresì in grado di corrispondere alla diversificata richiesta del territorio e della società anche grazie alla preparazione informatica, alla aggiornata formazione linguistica, alle competenze nel settore della valorizzazione della ricerca e della proprietà intellettuale.

Sbocchi professionali

Gli sbocchi occupazionali si collocano negli ambiti delle professioni intellettuali e scientifiche a elevata specializzazione, della dirigenza generale dell’amministrazione statale e di organizzazioni umanitarie, culturali o scientifiche di interesse nazionale e sovranazionale (categorie ISTAT 1 e 2).

La formazione dottorale prepara esperti di settore per un inserimento privilegiato nei campi della ricerca e della formazione avanzata presso Università e Istituzioni culturali italiane e straniere (cat. ISTAT 2.6.2), nell’istruzione pubblica, privata e degli organismi di cooperazione internazionale (cat. ISTAT 2.6.1; 2.6.3; 2.6.5). Crea specialisti altamente qualificati negli ambiti delle discipline letterarie, artistiche e documentali (cat. ISTAT 2.5), esperti nelle professioni dedicate alla scrittura letteraria e professionale (cat. ISTAT 2.5.4.1), alla conservazione, trasmissione e valorizzazione del patrimonio artistico e documentale (cat. ISTAT 2.5.4.5), alla gestione tecnologico-informatica dei beni culturali, della comunicazione, dell’informazione, dell’editoria specializzata (cat. ISTAT 2.5.4.2).

Le competenze acquisite, nella fattispecie, dal Dottore di Ricerca in Letterature e Culture Classiche e Moderne prefigurano come naturale sbocco occupazionale l’attività di ricerca in ambito accademico o presso enti di ricerca pubblici e privati. Esse ne fanno, altresì, un operatore culturale di alto profilo, atto a ricoprire ruoli di elevata qualificazione in ambiti professionali legati alla gestione e valorizzazione del patrimonio culturale, e alla comunicazione (editoria, giornalismo culturale, direzione e gestione di musei, biblioteche, archivi e centri studi).

Coordinatore

Image
Massimo Bonafin

Benvenuti al corso di dottorato in Letterature e culture classiche e moderne!

Scrisse un grande ingegnere e scienziato italiano: «Chi nelle ricerche scientifiche avesse sempre di mira le applicazioni non troverebbe mai nulla; e chi nel giudicare l’importanza di una scoperta non sapesse veder altro che l’utilità che essa può avere, proverebbe di non aver gustato mai la vera gioia del sapere» (Galileo Ferraris).

La sfida che hanno di fronte i giovani studiosi delle discipline umanistiche consiste appunto in questo: nell’avere a disposizione una cassetta degli attrezzi che può rivelarsi estremamente utile nel confronto con le altre discipline e nella risposta ai bisogni della società contemporanea, purché si rifugga da uno specialismo autoreferenziale e compiaciuto e ci si impegni nella fatica del dialogo con gli altri, in un tempo nel quale, fra l’altro, «la principale difficoltà educativa presentata dai mezzi di comunicazione elettronici è l’accumularsi di esperienze e la possibilità limitata che esse si sviluppino in forme autentiche di conoscenza» (Northrop Frye).


Coordinatore del Corso

Collegio dei docenti

Consulta la lista dei membri del collegio dei docenti.

Collaborazioni internazionali

Il collegio docenti dal XXXVIII ciclo in poi annovera una nutrita serie di docenti di centri di ricerca e di atenei stranieri con i quali sono in fase di sviluppo diverse forme di collaborazione scientifica e didattica:

  • Consiglio Nazionale delle Ricerche
  • St John's College, University of Cambridge
  • Università di Murcia
  • University of Victoria, Canada
  • Universidade Federal do Ceará, Brasil
  • The Hebrew University of Jerusalem
  • Center for Ibsen Studies, University of Oslo
  • Università di Zaragoza
  • Bryn Mawr College
  • Princeton University
  • University of Victoria, Canada
  • Universitade de Santiago de Compostela
  • Centre for Late Antique Studies, University of St. Andrews
  • University of Malta
  • Université de Strasbourg
  • Universität Tübingen
  • Université de Caen – Normandie
  • University of Leeds
  • New York University
  • University of Eastern Finland
  • University of Birmingham
  • Université de Nice - Sophia Antipolis
  • Université de Lausanne

Offerta formativa

Attività didattiche

Attività formative

Sito precedente

Per avere altre informazioni, visita il sito precedente di questo dottorato.