Salta al contenuto principale

News ed eventi

Informazioni 2023/2024

Tipologia CORSO DI LAUREA TRIENNALE (N.O.)
Durata 3 anni
CFU 180
Classe L/SNT1
Classe delle lauree in professioni sanitarie, infermieristiche e professione sanitaria ostetrica (NURSING HEALTH PROFESSIONS AND MIDWIFE HEALTH PROFESSIONS)
Accesso Test d'ingresso
Posti disponibili Studenti EU: 20
Studenti non-EU: 1 Studenti EU: 20
Studenti non-EU: 1
Sedi GENOVA
Lingua Italiano
Modalità didattica Frontale
Coordinatore ANGELO CAGNACCI
Dipartimento DIPARTIMENTO DI NEUROSCIENZE, RIABILITAZIONE, OFTALMOLOGIA, GENETICA E SCIENZE MATERNO-INFANTILI
Costi Da 0 a 3000 euro all'anno. Scopri se hai diritto a borse ed esenzioni
Esperienze all'estero Sedi internazionali e partner
Contatti Per saperne di più sul Corso visita la sezione dedicata
Documenti

Il corso in breve

Presentazione

Il Corso di laurea in Ostetricia forma ostetriche che possono operare in campo assistenziale, relazionale, educativo, gestionale, formativo e di ricerca nei settori della prevenzione, diagnosi, cura, salvaguardia e recupero della salute. Il corso prepara gli studenti a lavorare in ambito ostetrico, neonatale e ginecologico nei diversi contesti di vita e luoghi di assistenza, con propria responsabilità, in autonomia o in collaborazione con altri professionisti sanitari e sociali.

Imparare facendo

Il corso è organizzato in attività teoriche e tirocinio clinico. Utilizza metodologie didattiche attive, centrate sullo studente, per sviluppare un'acquisizione di conoscenze progressiva, la capacità di comprensione e di apprendimento, l'autonomia di giudizio e le abilità comunicative. Inoltre sperimenta la pratica clinica prima del tirocinio sia nel laboratorio gestuale che nel Centro di Simulazione Avanzata.

Sbocchi professionali

L’ostetrica trova occupazione in strutture sanitarie pubbliche e private, in regime di libera professione, in tutti i servizi territoriali e domiciliari dedicati alla prevenzione, diagnosi, cura, salvaguardia e recupero della salute in ambito ostetrico, neonatale, ginecologico, sessuologico. Può lavorare sia sul territorio nazionale che nei Paesi UE o in altri Paesi che riconoscono il titolo.

Lo studente dopo il primo ciclo di studi ha accesso ai Master di I livello e alla laurea magistrale di II livello (della durata di 2 anni).

Cosa imparerai

ostetricia in prevenzione

i compiti dell'ostetrica e le procedure in questo ambito

anatomia, fisiologia, biochimica, farmacologia, genetica, statistica

le basi del corpo umano e delle sue funzioni

midwifery e la relazione di cura

modelli assistenziali, comunicazione e problematiche psicologiche in gravidanza e nelle pazienti ginecologiche

fisiopatologia della riproduzione umana

problematiche relative all'infertilità e saper assistere in sala operatoria

gravidanza

assistenza ostetrica alla gravidanza a basso rischio, riconoscere i problemi psicologici in gravidanza

nascita

assistenza ostetrica alla donna e al bambino nel parto a basso rischio, riconoscere i problemi psicologici dopo il parto

scienze della salute

assistenza ostetrica nelle diverse culture e la legislazione ostetrica

ricerca

metodologie di ricerca per effettuare ricerche scientifiche

patologia ostetrica: la gravidanza e il parto

assistenza ostetrica alla donna e al bambino nella gravidanza e nel parto a medio e alto rischio

ginecologia

patologie urologiche ed oncologiche in ambito ginecologico ed elementi di prevenzione e riabilitazione

management sanitario e medicina legale

principi di diritto del lavoro e pubblico ed elementi di economia sanitaria

tirocinio in ambiente ospedaliero

apprendimento delle tecniche ostetriche per sviluppare competenze assistenziali

Sapevi che...

Organizziamo seminari con ospiti internazionali

In ogni semestre per 2 o 3 mesi frequenterai le lezioni e per i restanti i reparti ospedalieri

Avrai l'opportunità di svolgere periodi di tirocinio all'estero (internship)

Svolgerai parte del tirocinio nel primo centro nascita italiano alongside (in Italia ne esistono solo 3)

Puoi leggere i nostri dati occupazionali

Contenuti

Il laureato in Ostetricia ha competenze in area:

  • ginecologica
  • ostetrica e neonatale
  • formativa
  • organizzativa
  • relazionale
  • deontologica.

Le competenze dell'ostetrica

Sa individuare i bisogni fisici, psicologici e sociali della donna, per fornire risposte tecnico-scientifiche adeguate ai livelli di necessità, anche nei confronti dell'utenza straniera, delle pazienti con patologia mammaria e dell'apparato riproduttivo, con alterazioni della statica pelvica, sterilità, menopausa, malattie metaboliche, infettive e sessualmente trasmesse (MST). Attua interventi di natura preventiva, curativa, riabilitativa e palliativa.

Inoltre sa fornire informazioni adeguate, complete e corrette sulla pianificazione familiare nel rispetto del diritto di maternità e paternità responsabili. Effettua indagini diagnostiche per le patologie benigne dell'apparato urogenitale femminile, promuove stili di vita positivi per la salute e adotta sistemi di assistenza orientati all'empowerment e all'autocura.

Pianifica e conduce progetti di ricerca volti al miglioramento, in termini di efficienza, appropriatezza ed efficacia delle cure, dei percorsi assistenziali dell'area ginecologica.

Identifica i fattori di rischio ostetrico e definisce il percorso clinico assistenziale adeguato ai livelli di necessità sulla base delle evidenze scientifiche validate. Assiste i parti e strumenta i tagli cesarei.

Promuove l'attaccamento precoce madre bambino e l'allattamento al seno sulla base delle raccomandazioni dell'OMS e dell'UNICEF e ha competenze di comunicazione con la madre/coppia/famiglia, anche in caso di patologie e/o lutto neonatale.

Assicura la corretta applicazione delle prestazioni diagnostico-terapeutiche, nel rispetto dei principi scientifici adattandole alla persona assistita, in relazione ai diversi problemi prioritari di salute in area preconcezionale, perinatale e neonatale.

Applica il metodo scientifico nella ricerca e nella raccolta dei dati assistenziali e della letteratura scientifica, per l'elaborazione di ricerche nei settori dell'assistenza ostetrica, ginecologica e neonatale.

Conosce i principi e le norme di ordine etico-deontologico e medico-legale.

Coordinatore

Image
9278_Ezio Fulcheri

Benvenuto nel Corso di laurea in Ostetricia! Condivideremo con te il nostro sapere e ti daremo le competenze necessarie per svolgere il lavoro dell'ostetrica sia in ambito assistenziale che di ricerca, settore imprescindibile di questa delicata professione.

Ezio Fulcheri

Dove siamo

Segreteria didattica
Policlinico San Martino - Padiglione 1
Largo Rosanna Benzi 10
16132 Genova

FAQ

1) Che lavoro svolge un laureato in Ostetricia?
Il Laureato in Ostetricia è l'operatore sanitario che, in possesso del diploma universitario abilitante e dell'iscrizione all'albo professionale, assiste e consiglia la donna nel periodo della gravidanza, durante il parto e nel puerperio, conduce e porta a termine parti eutocici (parti fisiologici) con propria responsabilità e presta assistenza al neonato (Decreto Ministero della Sanità del 14 settembre 1994, n. 740). L’Ostetrica/o, per quanto di sua competenza, partecipa: 1) ad interventi di educazione sanitaria e sessuale sia nell'ambito della famiglia che nella comunità; 2) alla preparazione psicoprofilattica al parto; 3) alla preparazione e all'assistenza ad interventi ginecologici; 4) alla prevenzione e all'accertamento dei tumori della sfera genitale femminile; 5) ai programmi di assistenza materna e neonatale. L’Ostetrica/o, nel rispetto dell'etica professionale, solse le seguenti funzioni: 1) gestisce, come membro dell'equipe sanitaria, l'intervento assistenziale di propria competenza; 2) individua situazioni potenzialmente patologiche che richiedono intervento medico; 3) pratica, ove occorra, le relative specifiche misure di emergenza. Contribuisce inoltre alla formazione del personale di supporto e concorre direttamente all'aggiornamento relativo al proprio profilo professionale e alla ricerca.
 
2) Che cosa non fa un laureato in Ostetricia?
Il laureato in Ostetricia non fa diagnosi medica e non prescrive farmaci. La Laurea in Ostetricia è una laurea triennale abilitante alla professione di Ostetrica/o, quindi può svolgere questa professione e nessun altra.
 
3) Che tipo di motivazioni ha chi sceglie di laurearsi in Ostetricia?
Nello specifico i laureati in Ostetricia hanno una preparazione mirata all'area ginecologica, ostetrica e neonatale e sono in grado di effettuare interventi di natura intellettuale e tecnico/scientifica in ambito assistenziale, relazionale, educativo, gestionale, formativo e di ricerca volti alla prevenzione, diagnosi, cura, salvaguardia e recupero della salute in ambito ostetrico, neonatale, ginecologico e gineco-oncologico, ponendo particolare attenzione al sostegno della donna e della nuova famiglia, partecipando ad interventi di educazione sanitaria (prevenzione dei tumori della sfera genitale femminile) e sessuale sia nell'ambito della famiglia che nella comunità e nei diversi contesti di vita e luoghi di assistenza. È un corso di Laurea ed una professione impegnativa che richiede costanza, aggiornamento continuo sia teorico che delle abilità tecnico-pratiche; richiede inoltre attitudine all’ascolto, ad operare con scienza e coscienza e a essere un punto di riferimento per la donna/coppia.
 
4) Dove posso trovare lavoro con una Laurea in Ostetricia?
L’Ostetrica/o svolge la sua attività in strutture sanitarie, pubbliche o private, in regime di dipendenza o libero-professionale. Inoltre può assumere incarichi di docenza in ambito universitario e di ricerca dopo aver completato la formazione post-base (Laurea Magistrale, Dottorato di Ricerca)
 
5) Con che tipologie di utenti lavora un laureato in Ostetricia?
L’Ostetrica/o riconosce la centralità della donna, della coppia, del neonato, del bambino, della famiglia e della collettività ed attua interventi adeguati ai bisogni di salute, nell’esercizio delle funzioni di sua competenza per la prevenzione, cura, salvaguardia e recupero della salute individuale e collettiva.
 
6) In quali enti pubblici può lavorare un laureato in Ostetricia?
In tutte le strutture sanitarie pubbliche che garantiscono la normativa relativa al profilo professionale. In Università dopo aver conseguito la Laurea Magistrale.
 
7) Quali sbocchi ha un laureato in Ostetricia nel settore privato?
In tutte le strutture sanitarie private che garantiscono la normativa relativa al profilo professionale.
 
8) A quali studi di perfezionamento può accedere un laureato in Ostetricia?
Il Laureato in Ostetricia può accedere a Master di primo livello e alla Laurea Magistrale. Dopo aver conseguito la Laurea Magistrale può accedere a Master di secondo livello e al Dottorato di Ricerca.
 
9) Quante possibilità di trovare lavoro ha un laureato in Ostetricia?
Il fabbisogno è elevato, tuttavia è necessaria una buona flessibilità nello spostamento regionale, sia nel settore pubblico che privato.
 
10) Quali possibilità di carriera ha un laureato in Ostetricia?
Possibilità di carriera nel contesto clinico/assistenziale, nell'ambito organizzativo/manageriale e nel settore formativo/università.
 

 

Per saperne di più

Segreteria didattica
Matilde Maria Canepa