Salta al contenuto principale della pagina

TEORIA DEI CIRCUITI

CODICE 92470
ANNO ACCADEMICO 2016/2017
CFU 6 cfu al 2° anno di 8713 INGEGNERIA BIOMEDICA (L-8) GENOVA
SETTORE SCIENTIFICO DISCIPLINARE ING-IND/31
SEDE GENOVA (INGEGNERIA BIOMEDICA )
PERIODO 1° Semestre
MATERIALE DIDATTICO AULAWEB

PRESENTAZIONE

Il corso si propone di fornire agli studenti le nozioni fondamentali di teoria dei circuiti elettrici. Gli argomenti trattati sono quelli classici (analisi elementare di circuiti lineari in regime stazionario, in regime sinusoidale e in transitorio) e vengono proposti agli studenti in modo da far acquisire loro familiarità con strumenti della matematica, della fisica e della geometria indispensabili all’analisi di circuiti.

OBIETTIVI E CONTENUTI

OBIETTIVI FORMATIVI

Nozioni fondamentali di teoria dei circuiti elettrici. Analisi di circuiti lineari in regime stazionario, in regime sinusoidale e in transitorio. Gli argomenti trattati vengono proposti agli studenti in modo da far acquisire loro familiarità con strumenti della matematica, della fisica e della geometria indispensabili all?analisi di circuiti.

MODALITA' DIDATTICHE

Lezione in aula. Sono anche previste esercitazioni facoltative, con svolgimento di esercizi in aula in preparazione agli esami.

PROGRAMMA/CONTENUTO

Fondamenti di teoria dei circuiti (concetto di componente, grandezze elettriche fondamentali, grafi, leggi di Kirchhoff, teorema di Tellegen)

Bipoli adinamici e circuiti elementari (bipoli notevoli, modelli di Thevenin e di Norton, potenza elettrica nei bipoli adinamici, connessioni serie e parallelo, regole dei partitori)

Due-porte adinamici e circuiti elementari (rappresentazioni, proprietà, componenti notevoli, connessioni parallelo e cascata)

Circuiti adinamici generici (metodo "del tableau", principi di sovrapposizione e sostituzione, teoremi di Thevenin e Norton)

Componenti e circuiti dinamici elementari (circuiti RC e RL del primo ordine con sorgenti di vario tipo, variabili di stato, relazioni ingresso/uscita, frequenze libere, risposta completa)

Circuiti in regime sinusoidale con sorgenti a frequenza fissa (cisoidi e fasori, analisi nel dominio dei fasori, impedenza e ammettenza dei bipoli, potenza attiva, reattiva e complessa)

Circuiti in regime periodico (principio di sovrapposizione per sorgenti sinusoidali, sorgenti periodiche non sinusoidali, valor medio, valore efficace)

TESTI/BIBLIOGRAFIA

-          Dispense fornite dal docente (testo di riferimento, gli altri testi vanno usati per consultazione)

-           L.O. Chua, C.A. Desoer, E.S. Kuh, Circuiti lineari e non lineari, Jackson, Milano, 1991.

-           C.K. Alexander, M.N.O. Sadiku, Circuiti elettrici (3A edizione), MacGraw-Hill, Milano, 2008.

-           M. de Magistris, G. Miano, Circuiti, Springer, Milano, 2007.

-           G. Biorci, Fondamenti di elettrotecnica: circuiti, UTET, Torino, 1984.

-           V. Daniele, A. Liberatore, S. Manetti, D. Graglia, Elettrotecnica, Monduzzi, Bologna, 1994.

-           M. Repetto, S. Leva, Elettrotecnica, CittàStudi, Torino, 2014.

DOCENTI E COMMISSIONI

Commissione d'esame

ALBERTO OLIVERI (Presidente)

MARCO STORACE (Presidente)

MATTEO LODI

MAURO PARODI

LEZIONI

MODALITA' DIDATTICHE

Lezione in aula. Sono anche previste esercitazioni facoltative, con svolgimento di esercizi in aula in preparazione agli esami.

INIZIO LEZIONI

Regolare (si veda il calendario al sito http://www.ingegneria.unige.it/index.php/orario-e-calendario-delle-lezi…)

Orari delle lezioni

TEORIA DEI CIRCUITI

ESAMI

MODALITA' D'ESAME

Scritto, Orale.

L’esame consta di una prova scritta propedeutica, e di una prova orale. La prova scritta assegna un massimo di 19 punti. La prova orale assegna un massimo di 15 punti. La valutazione finale dell’esame è ottenuta sommando i punteggi delle singole prove. Durante il corso verranno proposti agli studenti esercizi da svolgere come stimolo all’autovalutazione. Per i soli studenti FREQUENTANTI, è possibile sostenere due verifiche parziali (una verso metà semestre e una poco dopo la fine del semestre) con punteggio complessivo pari a 34. Se il punteggio complessivo conseguito da uno studente a seguito delle due prove è sufficiente, il voto può essere registrato senza sostenere prove orali.

MODALITA' DI ACCERTAMENTO

Durante il corso sono proposti esercizi, la cui soluzione viene fornita durante le esercitazioni facoltative. I risultati di apprendimento vengono accertati mediante le prove d'esame descritte nella sezione "modalita' d'esame"

Calendario appelli

Data Ora Luogo Tipologia Note
21/06/2017 09:00 GENOVA Scritto
27/06/2017 09:00 GENOVA Orale
13/07/2017 09:00 GENOVA Orale
19/07/2017 09:00 GENOVA Scritto
25/07/2017 09:00 GENOVA Orale
06/09/2017 09:00 GENOVA Scritto
14/09/2017 09:00 GENOVA Orale
02/10/2017 14:00 GENOVA Orale