Salta al contenuto principale della pagina

FISICA SPERIMENTALE

CODICE 25934
ANNO ACCADEMICO 2017/2018
CFU 6 cfu al 1° anno di 8763 SCIENZE GEOLOGICHE (L-34) GENOVA
SETTORE SCIENTIFICO DISCIPLINARE FIS/01
LINGUA Italiano
SEDE GENOVA (SCIENZE GEOLOGICHE )
PERIODO 2° Semestre
PROPEDEUTICITA
Propedeuticità in uscita
Questo insegnamento è propedeutico per gli insegnamenti:
  • SCIENZE GEOLOGICHE 8763 (coorte 2017/2018)
  • GEOFISICA APPLICATA 61664
  • INTRODUZIONE ALL'OCEANOGRAFIA FISICA E STRUMENTAZIONE OCEANOGRAFICA 61674
  • ELEMENTI DI CARTOGRAFIA DIGITALE E GIS 65849
  • RILEVAMENTO GEOLOGICO E CARTOGRAFIA (MOD. 1) 80250
  • GEOLOGIA 2 (MODULO 1) 80271
  • GEOLOGIA APPLICATA E LEGISLAZIONE AMBIENTALE (1° MODULO) 62222
  • GEOLOGIA APPLICATA E LEGISLAZIONE AMBIENTALE (2° MODULO) 62223
  • GEOCHIMICA 57253
  • ELEMENTI DI IDROLOGIA E METEOROLOGIA APPLICATA 61673
  • FISICA TERRESTRE 57252
  • RILEVAMENTO GEOLOGICO E CARTOGRAFIA (MODULO 2) 80251
  • GEOLOGIA 2 (MODULO 2 ) 80272
  • ELEMENTI DI GEORISORSE 61663

PRESENTAZIONE

La Fisica Sperimentale contribuisce a fornire le nozioni, i concetti di base e i metodi elementari necessari per descrivere i fenomeni del mondo circostante, inclusi quelli che riguardano il sistema terra e le dinamiche geologiche. Lo studio della fisica, grazie alla stretta connessione tra le elaborazioni teoriche e il riscontro con i fatti, aiuta gli studenti ad assumere un atteggiamento scientifico, estremamente utile per risolvere i problemi concreti che un geologo dovrà affrontare.

 

OBIETTIVI E CONTENUTI

OBIETTIVI FORMATIVI

Il corso di Fisica Sperimentale, della durata di un semestre, fornisce agli studenti di Geologia uno studio approfondito delle leggi fondamentali della Meccanica. e della termologia. Il corso è concepito per studenti del primo anno con scarsa o nessuna precedente conoscenza della Fisica. Si assume tuttavia che gli studenti abbiano una conoscenza di base della matematica elementare: algebra, geometria e trigonometria in particolare. Verranno presentati gli aspetti di base e pratici della Meccanica con una enfasi sui bilanci energetici di un processo fisico. Nella seconda parte il corso studia i sistemi di particelle e corpi rigidi estesi, le loro leggi fondamentali che coinvolgono la quantità di moto e il momento angolare. La parte finale costituisce una introduzione alle leggi della termologia e dei sistemi termodinamici.

MODALITA' DIDATTICHE

Lezioni frontali

PROGRAMMA/CONTENUTO

  • Il metodo scientifico. Misura e leggi fisiche. Unità di misura.

            Sistema Internazionale.

  • Cinematica. Grandezze scalari e vettoriali.
  • Leggi della dinamica
  • Forze: peso, gravità, forze elastiche, forze elettriche.
  • Lavoro. Energia cinetica e potenziale. Conservazione dell’energia.
  • Equilibrio e moto dei corpi rigidi estesi.
  • Cenni alla statica e dinamica dei fluidi.
  • Temperatura e sistemi termodinamici.
  • Principi della termodinamica.

 

TESTI/BIBLIOGRAFIA

Halliday, Resnick, Walker: Fondamenti di Fisica – Meccanica e Termologia, CEA
Giancoli: Fisica, CEA
Halliday, Resnick, Krane: Fisica 1, CEA
James S Walker: Fondamenti di Fisica -Zanichelli

DOCENTI E COMMISSIONI

Commissione d'esame

MAURO GIANNINI (Presidente)

CLAUDIO CANALE

RICCARDO FERRANDO

PIERO TRUINI

LEZIONI

MODALITA' DIDATTICHE

Lezioni frontali

Orari delle lezioni

FISICA SPERIMENTALE

ESAMI

MODALITA' D'ESAME

Scritto, Orale

MODALITA' DI ACCERTAMENTO

Prova scritta (esercizi e problemi a risposta aperta) e una prova orale.

Calendario appelli

Data Ora Luogo Tipologia Note
25/01/2018 09:00 GENOVA Scritto + Orale http://www.distav.unige.it/aule
08/02/2018 09:00 GENOVA Scritto + Orale http://www.distav.unige.it/aule
14/06/2018 09:00 GENOVA Scritto + Orale http://www.distav.unige.it/aule
12/07/2018 09:00 GENOVA Scritto + Orale http://www.distav.unige.it/aule
20/09/2018 09:00 GENOVA Scritto + Orale http://www.distav.unige.it/aule

ALTRE INFORMAZIONI

Frequenza consigliata