Salta al contenuto principale della pagina

FONDAMENTI DI RAPPRESENTAZIONE PER IL DISEGNO INDUSTRIALE

CODICE 90893
ANNO ACCADEMICO 2018/2019
CFU 6 cfu al 1° anno di 9274 DESIGN DEL PRODOTTO E DELLA NAUTICA (L-4) GENOVA

4 cfu al 1° anno di 8721 INGEGNERIA NAUTICA (L-9) LA SPEZIA

SETTORE SCIENTIFICO DISCIPLINARE ICAR/17
LINGUA Italiano
SEDE GENOVA (DESIGN DEL PRODOTTO E DELLA NAUTICA)
PERIODO 1° Semestre
MODULI Questo insegnamento è un modulo di:
MATERIALE DIDATTICO AULAWEB

PRESENTAZIONE

Il corso mette in luce l'importante ruolo della rappresentazione quale metodo di gestione della complessità e quale piattaforma comune per la comunicazione  all'interno della pluralità di competenze che convergono, oggi, nel mondo della progettazione e della produzione in ambito navale e nautico.

OBIETTIVI E CONTENUTI

OBIETTIVI FORMATIVI

Il corso è rivolto all'approfondimento dei fondamenti del disegno con particolare riguardo alle convenzioni e alla pratiche d'uso in ambito navale.

OBIETTIVI FORMATIVI (DETTAGLIO) E RISULTATI DI APPRENDIMENTO

Il corso è rivolto all'approfondimento dei fondamenti del disegno con particolare riguardo alle convenzioni e alla pratiche d'uso in ambito navale. In particolare il corsi intende sviluppare una capacità critica nella scelta di diversi registri comunicativi di volta in volta ritenuti più efficaci ai fini della comunicazione di una idea. Si intende cioè approfondire l'aspetto della rappresentazione grafica in termini di adeguatezza pragmatica.

 

MODALITA' DIDATTICHE

Le lezioni si articolano in due fasi: una prima orientata all'esposizione dei principi teorici della geometria proiettiva ed una seconda in cui vengono sviluppate esercitazioni pratiche.

 

PROGRAMMA/CONTENUTO

La prima parte si propone di approfondire i principi essenziali della geometria proiettiva per una corretta rappresentazione di un elemento, cercando di sviluppare nello studente la capacità critica nei confronti delle potenzialità dei vari metodi adottabili. La seconda parte è rivolta al potenziamento delle capacità espressive in fase creativa e di sviluppo di un'idea.

In particolare verranno esposti i metodi delle proiezioni ortogonali, proiezioni assonometriche e quindi della prospettiva.

 

TESTI/BIBLIOGRAFIA

M. BOFFITO, Dentro la Geometria, Genova, 1996

R.KEMNITZER, Pennarelli tecniche e applicazioni, Milano, 1986

M.E. RUGGIERO, Note sull'evoluzione del disegno nel progetto navale, Rapallo, 2007

DOCENTI E COMMISSIONI

Commissione d'esame

MARIA ELISABETTA RUGGIERO (Presidente)

GIACOMO GORI (Presidente)

SARA ERICHE

MASSIMO SALE MUSIO

MARIO ZIGNEGO

LEZIONI

MODALITA' DIDATTICHE

Le lezioni si articolano in due fasi: una prima orientata all'esposizione dei principi teorici della geometria proiettiva ed una seconda in cui vengono sviluppate esercitazioni pratiche.

 

ESAMI

MODALITA' D'ESAME

Periodicamente, nel corso del semestre,  ciascuno studente singilaarmente è tenuto alla consegna di elaborati gerfici che vengono valutati n trentesimi. Scopo di questi elaborati è verificare l'apprendimento progressivo delle materie affrontate.

La media relativa ai voti conseguiti nelle esercitzioni concorre a determinare il voto finale.

La prova finale consiste nella elaborazione grafica di una tavola, inerente un soggetto a scelta del singolo e precedentemente sottoposto a revisione. La prova si articola in circa 6 ore durante le quali lo studente elabora un racconto grafico volto a descrivere nella maniera più efficace le peculiarità formali e funzionali del soggetto.

Il voto finale è costituito dalla media tra il voto relativo alle esercitazioni periodiche e quello della prova finale.

 

MODALITA' DI ACCERTAMENTO

Durante lo svolgimento del corso le prove periodiche determinano un feed back per lo studente e per il docente dell'effetivo avnzamento delle conoscenze raggiunte nei temi specifici delle lezioni.

L'esame finale è volto a valutare la capacità critica nella analisi di un sogegtto e la capacità di scelta dei registri comuncativi grafici ritenuti più efficaci.

Verrà quindi valutata sia la capacità critica sia la capacità tecnica nella gestione di differenti metodi di rappresentazione.

Calendario appelli

Data Ora Luogo Tipologia Note
25/01/2019 09:30 LA SPEZIA Scritto
12/06/2019 12:00 LA SPEZIA Orale
15/07/2019 09:00 LA SPEZIA Scritto
17/09/2019 10:30 LA SPEZIA Scritto

ALTRE INFORMAZIONI

Il corso è focalizzato non solo sull'apprendimento dei princpali metodi della rappresentazione ma anche sullo sviluppo delle capictà di adeguatezza prgmatica nell'ambito del progetto. In tal senso quindi, nel corso delle lezioni frontali si cerca di sviluppare negli studenti lo spirito critico nei confronti delle differenti potenzialità espresive di tali metodi.