Salta al contenuto principale
CODICE 63741
ANNO ACCADEMICO 2019/2020
CFU
SETTORE SCIENTIFICO DISCIPLINARE IUS/06
LINGUA Italiano
SEDE
  • GENOVA
PERIODO 1° Semestre
PROPEDEUTICITA
Propedeuticità in ingresso
Per sostenere l'esame di questo insegnamento è necessario aver sostenuto i seguenti esami:
  • ECONOMIA DELLE AZIENDE MARITTIME, LOGISTICA E TRASP. 8698 (coorte 2017/2018)
  • DIRITTO PRIVATO 41135 2017
  • DIRITTO PUBBLICO 66707 2017
MATERIALE DIDATTICO AULAWEB

PRESENTAZIONE

Il Diritto dei trasporti analizza la normativa internazionale, comunitaria e nazionale che regola l’accesso al mercato nelle diverse modalità di trasporto, le relative infrastrutture ed i principali contratti del settore trasportistico con particolare attenzione alle implicazioni pratiche nelle attività economiche.

OBIETTIVI E CONTENUTI

OBIETTIVI FORMATIVI

Il corso intende prospettare ipotesi ricostruttive, sia sotto il profilo pubblicistico che sotto quello privatistico del sistema normativo internazionale, comunitario e nazionale del trasporto, con qualsiasi mezzo esso venga effettuato, alla luce delle recenti tendenze che suggeriscono il superamento di una visione parcellizzata delle singole modalità.

OBIETTIVI FORMATIVI (DETTAGLIO) E RISULTATI DI APPRENDIMENTO

Al termine dell’insegnamento gli studenti dovranno aver acquisito conoscenze e capacità di comprensione dei fondamentali istituiti del Diritto dei trasporti e dovranno saper utilizzare le loro competenze e capacità di comprensione. In particolare essi dovranno essere in grado di leggere criticamente i testi normativi e trarre le loro conclusioni. Inoltre gli studenti dovranno essere in grado di comunicare le loro conoscenze e le loro conclusioni.

PREREQUISITI

Nozioni di base in Diritto privato e Diritto pubblico.

MODALITA' DIDATTICHE

Il corso consiste in 72 ore di lezioni frontali.
La frequenza è raccomandata.

 

 

 

 

PROGRAMMA/CONTENUTO

  • fonti del diritto dei trasporti
  • infrastrutture (porti, aeroporti ed infrastrutture lineari)
  • servizi di trasporto (operazioni portuali e servizi tecnico-nautici; servizi di assistenza aeroportuale, servizi ferroviari)
  • processo di liberalizzazione dei trasporti aerei, ferroviari e stradali e del cabotaggio marittimo
  • contrattualistica (contratti di noleggio, contratti di trasporto di persone e di cose, contratti di trasporto multimodale, contratti di logistica, ecc.)

TESTI/BIBLIOGRAFIA

M. Casanova - M. Brignardello, Corso breve di diritto dei trasporti, Giuffrè, 2017

Gli studenti possono alternativamente preparare l'esame su qualsiasi testo universitario aggiornato che affronta tutti gli argomenti indicati nel programma.

DOCENTI E COMMISSIONI

Commissione d'esame

MONICA BRIGNARDELLO (Presidente)

GIORGETTA MARIA BOI

RACHELE GENOVESE

LEZIONI

INIZIO LEZIONI

1° semestre

Orari delle lezioni

DIRITTO DEI TRASPORTI

ESAMI

MODALITA' D'ESAME

Esame scritto che si articola in almeno tre domande aperte sugli argomenti del programma dell’insegnamento.

Nella sessione autunnale 2020, causa misure restrittive legate alla pandemia Covid-19, gli esami verranno svolti oralmente in via telematica su Teams. Per maggiori informazioni si rinvia alla pagina Aulaweb dell'insegnamento.

MODALITA' DI ACCERTAMENTO

L'esame mira ad accertare le capacità di apprendimento degli studenti, la conoscenza e la comprensione dei principali istituti del Diritto dei trasporti, la lettura critica dei testi normativi, la capacità di trarre le proprie conclusioni e le capacità di comunicazione.

Calendario appelli

Dati Ora Luogo Tipologia Note
15/01/2020 13:00 GENOVA Scritto
12/02/2020 13:00 GENOVA Scritto
03/06/2020 13:00 GENOVA Scritto
17/06/2020 13:00 GENOVA Scritto
08/07/2020 13:00 GENOVA Scritto
09/09/2020 13:00 GENOVA Scritto

ALTRE INFORMAZIONI

Consigli:
Gli studenti sono invitati ad iscriversi in Aulaweb in modo da avere accesso al materiale e ad ulteriori informazioni.

Vincoli:
Non sono previsti vincoli alla ripetizione dell’esame.

Informazioni per gli studenti non frequentanti:
Il programma, i testi di studio e le modalità dell’esame sono gli stessi sopra indicati per gli studenti frequentanti.