Salta al contenuto principale della pagina

IMPIANTI DI PROCESSO

CODICE 106882
ANNO ACCADEMICO 2021/2022
CFU
  • 5 cfu al 1° anno di 9270 INGEGNERIA MECCANICA - ENERGIA E AERONAUTICA(LM-33) - GENOVA
  • SETTORE SCIENTIFICO DISCIPLINARE ING-IND/17
    SEDE
  • GENOVA
  • PERIODO 2° Semestre
    MATERIALE DIDATTICO AULAWEB

    PRESENTAZIONE

    Il corso presenta agli studenti i prinicipi normativi e tecnico-progettuali in relazione ad impianti (o specifiche componenti) soggetti a particolare stress termico o di carico a pressione per il servizio combustibile o fluidi transfer di calore.

    Prende in esame fluidi in stato liquido, gassoso o in trasformazione di fase, analizzandone le caratteristiche relative agli impianti di processo ad essi relativi. Oltre che alle tecniche di dimensionamento il corso si propone di valutare il rischio associato ed i sistemi di sicurezza adeguati.

    OBIETTIVI E CONTENUTI

    OBIETTIVI FORMATIVI

    Scopo dell’insegnamento è fornire agli studenti i principi tecnico-progettuali, funzionali e normativi inerenti l’impiantistica industriale e di processo per il servizio combustibili.

    OBIETTIVI FORMATIVI (DETTAGLIO) E RISULTATI DI APPRENDIMENTO

    Il corso si propone di far acquisire agli studenti le abilità tecniche ed i criteri di progettazione impiantistica funzionali e prestazionali, con rispondenza alle normative di legge in materia di sicurezza.

    Come principale risultato di apprendimento, il corso si pone l'obiettivo di fornire un quadro d'assieme che delinea un approccio ingegneristico esteso all'intera vita utile dell'impianto di processo, potendone trattare le principali caratteristiche progettuali, costruttive e di esercizio.

    PREREQUISITI

    Laurea triennale in Ingegneria Meccanica o titolo equivalente.

    MODALITA' DIDATTICHE

    Lezioni frontali in aula oppure lezioni in teledidattica on line su piattaforma Teams in funzione della situazione santaria

    PROGRAMMA/CONTENUTO

    Principali contenuti della normativa tecnica europea inerente i fluidi di gruppo 1 e 2 soggetti a pressione.

    Generalità sui fluidi viscosi di gruppo 1 di derivazione petrolchimica. Serbatoi e sistemi di stoccaggio.Trasporto in condotte e relativi gruppi di pompaggio. Linee pressurizzate per diverse viscosità del fluido e relativi criteri dimensionali. Sistemi di predisposizione dei fluidi alla polverizzazione. Analisi di rischio e criteri di sicurezza.

    Generalità sui fluidi gassosi di gruppo 1. Gas manifatturati da colonna di distillazione petrolio e gas da gassificazione. Processi speciali e schemi di impianto. I gas di petrolio liquefatti: serbatoi e linee distributive. Gas naturale. Gasdotti nazionali, gruppi di decompressione di I e II salto. Linee diistributive in funzione della specie di appartenenza. Criteri di progettazione, sicurezza e collaudo.

    Generalità sui fluidi transfer di calore di gruppo 2: Il vapore d'acqua, caratteristiche ed analisi di rischio. Dimensionamento linee vapore. Progettazione dei sistemi di drenaggio e di stress termico sul piping. Componentistica specifica: scaricatori di condensa e compensatori di dilatazione. Scelta punti fissi e guide.

    TESTI/BIBLIOGRAFIA

    Dispense, lezioni registrate e testi di approfondimento specifico sono fornite direttamente agli studenti. Oltre al materiale disponibile sullo specifico canale Teams verranno fornite indicazioni bibliografiche puntuali direttamente su richiesta.

    DOCENTI E COMMISSIONI

    Commissione d'esame

    PIETRO GIRIBONE (Presidente)

    LORENZO DAMIANI (Presidente Supplente)

    FRANCESCA SATTA (Presidente Supplente)

    LEZIONI

    Orari delle lezioni

    L'orario di tutti gli insegnamenti è consultabile su EasyAcademy.

    ESAMI

    MODALITA' D'ESAME

    Esame orale.

    La prova consiste in tre domande colloquiali. Una domanda verte sulla conoscenza tecnica e funzionale degli Impianti di Processo (schemi di impianto, criteri di regolazione e sicurezze), una seconda domanda risulta inerente un approccio quantitativo-numerico ad un impianto (un criterio dimensionale specifico) e la terza domanda riveste un carattere teorico-descrittivo (una dimostrazione, un'analisi teorica).

    MODALITA' DI ACCERTAMENTO

    L'esame orale permette di verificare l'effettivo grado di apprendimento disciplinare della materia in accordo agli obiettivi formativi ed i risultati attesi. In particolare il candidato deve dimostrare adeguate abilità di approccio tecnico e progettuale alla disciplina. I parametri di valutazione comprendono la qualità della progettazione, i criteri di rispondenza alla funzionalità e alla sicurezza degli impianti, la capacità di sviluppare e descrivere schemi di processo e la capacità di ragionamento ed analisi critica delle soluzioni proposte.

    Calendario appelli

    Data Ora Luogo Tipologia Note
    12/01/2022 09:00 GENOVA Orale
    04/02/2022 09:00 GENOVA Orale
    09/06/2022 09:00 GENOVA Orale
    07/07/2022 09:00 GENOVA Orale
    26/07/2022 09:00 GENOVA Orale
    05/09/2022 09:00 GENOVA Orale