Salta al contenuto principale della pagina

CHIMICA ORGANICA E LABORATORIO

CODICE 57199
ANNO ACCADEMICO 2022/2023
CFU
  • 8 cfu al 2° anno di 8765 SCIENZA DEI MATERIALI (L-30) - GENOVA
  • SETTORE SCIENTIFICO DISCIPLINARE CHIM/06
    LINGUA Italiano
    SEDE
  • GENOVA
  • PERIODO Annuale
    MATERIALE DIDATTICO AULAWEB

    PRESENTAZIONE

    L'importanza della chimica organica nel campo della Scienza dei Materiali è andata via via crescendo, con la progettazione e la realizzazione di  materiali organici sempre nuovi, aventi le più svariate proprietà e funzioni.

    Il corso fornisce un primo approccio ad una materia i cui aspetti applicativi potranno essere affrontati in corsi specialistici.

    OBIETTIVI E CONTENUTI

    OBIETTIVI FORMATIVI

    Acquisire conoscenze di base riguardo a nomenclatura, struttura e reattività dei principali composti organici; acquisire capacità pratiche riguardo a semplici procedure sperimentali.

    OBIETTIVI FORMATIVI (DETTAGLIO) E RISULTATI DI APPRENDIMENTO

    Obiettivo del corso è fornire le conoscenze di base della Chimica Organica, utili per potere collegare proprietà strutturali e comportamento chimico dei principali tipi di composti organici. Il corso si completa di esercizi in aula (principalmente per apprendere regole di nomenclatura e stereochimica) e alcune esperienze di laboratorio che introducono lo studente agli aspetti pratici della materia.

    Al termine del corso lo studente avrà quindi acquisito: conoscenze teoriche su struttura e reattività di molecole organiche e abilità pratiche di applicazione di tecniche di separazione e di esecuzione semplici reazioni chimiche. 

    MODALITA' DIDATTICHE

    Lezioni frontali, che includono esercizi in aula utili per verificare lo stato dell’apprendimento. Alcune esperienze di laboratorio alla fine del II modulo.

    PROGRAMMA/CONTENUTO

    Primo Modulo:

    Atomi e orbitali atomici; legami chimici e forze intermolecolari; molecole e orbitali molecolari; orbitali ibridi; formule di Lewis; teoria della risonanza. Acidi e basi. I gruppi funzionali e la classificazione dei composti organici; classificazione delle reazioni organiche e loro aspetti termodinamici e cinetici. Stereoisomeria. Idrocarburi: alcani, alcheni, alchini, areni. Alogenuri alchilici e arilici; alcoli, fenoli ed eteri, tioli e tioeteri; ammine. Per ciascuna classe vengono trattate: nomenclatura, struttura e reattività, con l'aiuto di numerosi esempi ed esercizi in aula.

    Secondo Modulo:

    Nomenclatura, struttura e reattività di aldeidi e chetoni, acidi carbossilici e acil derivati. Molecole di importanza biologica e applicativa: lipidi, carboidrati, amminoacidi e proteine; polimeri per addizione e per condensazione.

    Il laboratorio di chimica organica: tecniche di purificazione; tecniche di separazione; esecuzione di semplici reazioni organiche.

    TESTI/BIBLIOGRAFIA

    Testi per lo studio (consultabili e disponibili al prestito in biblioteca)

    PAULA Y. BRUICE "Elementi di Chimica Organica" EdiSES

    WILLIAM H. BROWN “Introduzione alla Chimica Organica” EdiSES

    T. W. G. SOLOMONS “La Chimica Organica attraverso gli esercizi” Editoriale GRASSO

    Testi per approfondimenti (consultabili e disponibili al prestito in biblioteca)

    WILLIAM H. BROWN (e altri) “Chimica Organica” EdiSES

    PAULA Y. BRUICE “Chimica Organica” EdiSES

    DOCENTI E COMMISSIONI

    Commissione d'esame

    CINZIA TAVANI (Presidente)

    LARA BIANCHI

    GIOVANNI PETRILLO (Presidente Supplente)

    LEZIONI

    INIZIO LEZIONI

    Il calendario delle lezioni è pubblicato sul Manifesto degli Studi 2020

    https://servizionline.unige.it/unige/stampa_manifesto/MF/2020/8765.html

    ESAMI

    MODALITA' D'ESAME

    L'esame consiste:

    - per il I modulo in una prova scritta, eventualmente integrabile con una prova orale

    - per il II modulo in una prova orale

    MODALITA' DI ACCERTAMENTO

    Il test scritto al termine del primo modulo comprende una serie di esercizi relativi a nomenclatura, stereochimica e reattività; per essere superato deve essere sufficiente in ogni sua parte. Nel caso il voto ottenuto risulti insufficiente o insoddisfacente per lo studente, l'esame scritto può essere integrato o sostituito da un classico esame orale.

    Al termine del secondo modulo, l'apprendimento degli argomenti trattati, la visione d'insieme della materia, l'acquisizione di un linguaggio adeguato, la comprensione dell'attività pratica (per ogni esperienza sarà richiesta in itinere una breve relazione scritta) saranno valutati mediante un esame orale della durata di circa un'ora.

    Calendario appelli

    Data Ora Luogo Tipologia Note