Salta al contenuto principale
CODICE 84087
ANNO ACCADEMICO 2022/2023
CFU
SETTORE SCIENTIFICO DISCIPLINARE SECS-P/09
LINGUA Italiano
SEDE
  • GENOVA
PERIODO 2° Semestre
MATERIALE DIDATTICO AULAWEB

PRESENTAZIONE

L'insegnamento di Finanza Aziendale Progredito si incentra su temi avanzati inerenti le decisioni di investimento e di finanziamento, sia a breve che a lungo termine, la pianificazione finanziaria e la gestione dei rischi.

 

OBIETTIVI E CONTENUTI

OBIETTIVI FORMATIVI

L’insegnamento ha l'obiettivo di fornire le competenze necessarie alla elaborazione e gestione del piano finanziario aziendale, nell’ottica dell’operatore di direzione finanziaria ed in quella del consulente aziendale, con attenzione all’evoluzione in corso nel modello di finanziamento dello sviluppo delle imprese. Verranno altresì approfondite le problematiche relative alla gestione del rapporto banca – impresa (dal lato dell’impresa) nella sua evoluzione recente, con particolare riferimento agli aspetti di relazione ed alla scelta degli strumenti finanziari per l’implementazione del piano finanziario.

OBIETTIVI FORMATIVI (DETTAGLIO) E RISULTATI DI APPRENDIMENTO

Conoscere gli obiettivi delle principali decisioni finanziarie di un’impresa

Conoscere gli assetti di governo societario e il loro impatto sulle decisioni finanziarie

Imparare a stimare il costo del capitale di società quotate e non quotate e a valutare gli investimenti

Comprendere il concetto di rischio e conoscere i principi, metodi e strumenti di Enterprise Risk Management

Imparare a predisporre un piano finanziario e ad individuare le fonti idonee a coprire eventuali fabbisogni finanziari

Imparare a usare i dati finanziari contenuti nei principali data base

PREREQUISITI

Per una partecipazione proficua al corso, è essenziale che lo studente abbia la conoscenza dei temi di base affrontati nel corso degli insegnamenti del triennio e in particolare di:

  • tecniche di capital budgeting
  • costo del capitale
  • scelte in tema di struttura finanziaria
  • analisi per indici e flussi di bilancio

Per un ripasso:

S. Ross, D. Hillier, R. Westerfield, J. Jaffe, B. Jordan, “Corporate Finance” 3/ed, McGraw Hill, 2018, capp. 3,6,10,15.

MODALITA' DIDATTICHE

Lezioni frontali con esemplificazioni

Applicazioni e utilizzo data base

Lavori di gruppo

Testimonianze aziendali

Presente su Aulaweb

 Si

PROGRAMMA/CONTENUTO

Corporate Governance e massimizzazione del valore d’impresa

  • Rilevanza degli assetti societari e governo
  • Conflitti di interesse e codici di autodisciplina
  • Politica dei dividendi

Misurazione del rischio

  • Applicazioni CAPM
  • Alternative al CAPM
  • Calcolo del Beta di imprese quotate e non quotate
  • Marginal investor
  • Prospettiva comportamentale

 

Decisioni di investimento

  • Costo del debito
  • Rating
  • Applicazioni del NPV
  • Aspetti fiscali - Inflazione - costi sommersi
  • Analisi di progetto: analisi di sensibilità, analisi per scenari, opzioni reali

 

Decisioni di finanziamento

  • Struttura sistema finanziario e principali teorie alla base delle scelte di struttura finanziaria
  • Caratteristiche delle modalità/strumenti di finanziamento a breve e a medio-lungo termine
  • Scelte di finanziamento e fasi del ciclo di vita

 

Enterprise Risk Management (ERM)

  • La classificazione dei rischi
  • Obiettivi e fase dell'ERM
  • Il framework CoSO (Committee of Sponsoring Organizations of the Treadway Commission)
  • L’utilizzo degli strumenti derivati per la gestione del rischio di tasso, di cambio ed di prezzo

 

Pianificazione finanziaria

  • Budget operativi
  • Conto economico e stato patrimoniale di previsione
  • Piano degli investimenti in capitale fisso
  • Piano degli investimenti in capitale circolante
  • Gestione delle scorte, dei crediti e della liquidità
  • Piano Finanziario
  • Piano di tesoreria

TESTI/BIBLIOGRAFIA

I

Slide e materiale fornito dai docenti

A. Damodaran e O. Roggi (2016) Elementi di finanza aziendale e risk management (Capp. 1-8)

In alternativa:

Brealey R., Myers S., Allen F. (2020). Principi di finanza aziendale, 8/edizione, McGrawHill

Watson D., Head A., Mantovani G., Rossi E. (2017). Finanza aziendale. Principi e pratica, 7/edizione Pearson Italia

Berk J., Demarzo P., Morresi O., Venanzi D. (2018), Finanza Aziendale 2, quarta edizione, Pearson, Milano

 

DOCENTI E COMMISSIONI

Commissione d'esame

LAURA NIERI (Presidente)

MARCO DI ANTONIO

FRANCESCA QUERCI

ROSALIA SANTULLI

LEZIONI

INIZIO LEZIONI

Mercoledì 22 febbraio 2023

Orari delle lezioni

FINANZA AZIENDALE PROGREDITO

ESAMI

MODALITA' D'ESAME

Orale

MODALITA' DI ACCERTAMENTO

 

Ripetizione dell’esame

Salto di un appello all'interno di ogni sessione

Calendario appelli

Dati Ora Luogo Tipologia Note
18/01/2023 10:00 GENOVA Scritto
01/02/2023 10:00 GENOVA Scritto
15/02/2023 10:00 GENOVA Scritto
12/05/2023 09:00 GENOVA Scritto Appello straordinario riservato esclusivamente ai laureandi a.a. 2021/2
07/06/2023 10:00 GENOVA Scritto
21/06/2023 10:00 GENOVA Scritto
12/07/2023 10:00 GENOVA Scritto
13/09/2023 10:00 GENOVA Scritto

ALTRE INFORMAZIONI

Eventuali propedeuticità e/o pre requisiti consigliati

Pre-requisito consigliato è la padronanza dei contenuti base del corso di Finanza Aziendale del corso di laurea triennale in Economia Aziendale

Risultati di apprendimento previsti

  • Conoscenza e comprensione Gli studenti devono acquisire adeguate conoscenze e un'efficace capacità di comprensione delle problematiche relative al finanziamento dello sviluppo aziendale ed alla gestione del rapporto banca – impresa dal lato dell’impresa
  •             Capacità di applicare conoscenza e comprensione Gli studenti devono essere in grado di applicare le conoscenze acquisite e di comprendere e risolvere problemi riferiti alla definizione del piano finanziario aziendale
  •             Autonomia di giudizio Gli studenti devono saper utilizzare sia sul piano concettuale che su quello operativo le conoscenze acquisite con autonoma capacità di valutazione e con abilità nei diversi contesti applicativi.
  •             Abilità comunicative Gli studenti devono acquisire il linguaggio tecnico tipico della disciplina per comunicare in modo chiaro e senza ambiguità con interlocutori specialisti e non specialisti.
  •             Capacità di apprendimento Gli studenti devono sviluppare adeguate capacità di apprendimento che consentano loro di continuare ad approfondire in modo autonomo le principali tematiche della disciplina soprattutto nei contesti lavorativi in cui si troveranno ad operare.

 

Informazioni aggiuntive per gli studenti non frequentanti

 

Modalità didattiche

 Libri di testo

Obblighi

 

Testi di studio

BREALEY MYERS SANDRI, Principi di Finanza Aziendale - settima edizione, MCGRAW HILL 2015 – capitoli 11-14-15-16-17-18-19-20-21-22-27-28-30-31

Modalità di accertamento

Esame orale

Ripetizione dell’esame

Salto di un appello all'interno di ogni sessione

       

 

 

 

OpenBadge

 PRO3 - Soft skills - Gestione progettuale base 1 - A
PRO3 - Soft skills - Gestione progettuale base 1 - A
 PRO3 - Soft skills - Creazione progettuale base 1 - A
PRO3 - Soft skills - Creazione progettuale base 1 - A
 PRO3 - Soft skills - Sociale avanzato 1 - A
PRO3 - Soft skills - Sociale avanzato 1 - A
 PRO3 - Soft skills - Alfabetica avanzato 1 - A
PRO3 - Soft skills - Alfabetica avanzato 1 - A