Salta al contenuto principale della pagina

DIRITTO DEL LAVORO

CODICE 63734
ANNO ACCADEMICO 2022/2023
CFU
  • 9 cfu al 3° anno di 8697 ECONOMIA AZIENDALE(L-18) - GENOVA
  • 6 cfu al ° anno di 8698 ECONOMIA DELLE AZIENDE MARITTIME, LOGISTICA E TRASP.(L-18) - GENOVA
  • 6 cfu al ° anno di 8699 ECONOMIA E COMMERCIO(L-33) - GENOVA
  • 6 cfu al ° anno di 8697 ECONOMIA AZIENDALE(L-18) - GENOVA
  • SETTORE SCIENTIFICO DISCIPLINARE IUS/07
    SEDE
  • GENOVA
  • PERIODO 1° Semestre
    PROPEDEUTICITA
    Propedeuticità in ingresso
    Per sostenere l’esame di questo insegnamento è necessario aver sostenuto i seguenti esami:
    • ECONOMIA AZIENDALE 8697 (coorte 2020/2021)
    • DIRITTO PRIVATO 41135
    • DIRITTO PUBBLICO 66707
    MATERIALE DIDATTICO AULAWEB

    PRESENTAZIONE

    Il diritto del lavoro detta le regole che governano il mercato del lavoro, i rapporti individuali di lavoro e le relazioni industriali.

    La conoscenza del diritto del lavoro è fondamentale per chi intende operare all’interno di imprese (occupandosi in particolare della gestione delle risorse umane) ovvero conseguire l’abilitazione all’esercizio della professione di consulente del lavoro.

    OBIETTIVI E CONTENUTI

    OBIETTIVI FORMATIVI

    L'insegnamento si propone di fornire le conoscenze di base del diritto sindacale e del diritto del rapporto individuale di lavoro nel settore privato ed al contempo di fornire gli strumenti interpretativi indispensabili per la comprensione delle dinamiche che interessano nel nostro paese il mondo del lavoro, con un approccio metodologico che consenta il successivo autonomo aggiornamento di una materia in continua evoluzione.

     

    OBIETTIVI FORMATIVI (DETTAGLIO) E RISULTATI DI APPRENDIMENTO

    L'insegnamento fornisce le nozioni di base e gli strumenti interpretativi indispensabili per la conoscenza del sistema di relazioni industriali (organizzazioni sindacali, contrattazione collettiva, conflitto collettivo) e per la conoscenza approfondita dell'insieme delle regole che disciplinano la costituzione, la modificazione, la cessazione dei rapporti di lavoro, comprese le forme contrattuali flessibili.

    Risultati di apprendimento previsti. Lo studente dovrà essere in grado di: conoscere e comprendere la struttura e il meccanismo di funzionamento del sistema delle relazioni industriali; identificare ed applicare le principali norme a partire dall’analisi di concrete problematiche che possono verificarsi nell'ambito aziendale; comprendere e valutare criticamente, con autonomia di giudizio, le riforme del mercato e del rapporto di lavoro più recenti; esprimere concetti giuridici utilizzando un linguaggio tecnico appropriato; apprendere non solo le singole nozioni, ma anche la logica del diritto del lavoro onde potere affrontare in autonomia la soluzione di casi nuovi; leggere ed esaminare criticamente testi di sentenze delle Corti di merito, di legittimità e della Corte costituzionale relative a questioni giuslavoristiche.

    PREREQUISITI

    Per l’apprendimento del diritto del lavoro è necessario avere già acquisito le nozioni giuridiche di base (Istituzioni di diritto privato, Istituzioni di diritto pubblico).

    MODALITA' DIDATTICHE

    Lezioni frontali, integrate dalla analisi della giurisprudenza (leading cases e sentenze di particolare rilievo). 

    Si invitano gli studenti a consultare regolarmente Aulaweb per indicazioni aggiuntive sulle modalità di svolgimento delle lezioni.

    PROGRAMMA/CONTENUTO

    Programma dell'insegnamento da 9 CFU

    Partizioni del diritto del lavoro e sua evoluzione storica - Dal diritto corporativo alla libertà sindacale - L'art. 39 Cost. - La tutela della libertà e attività sindacale nello statuto dei lavoratori - Il divieto di atti e patti discriminatori - I sindacati di comodo - Le rappresentanze sindacali in azienda (RSA e RSU) - I diritti sindacali - La condotta antisindacale - Il contratto collettivo di diritto comune - Efficacia soggettiva del contratto collettivo - L'ordinamento intersindacale - L'inderogabilità del contratto collettivo - L'ultrattività del contratto collettivo - Il contratto collettivo aziendale - Il sistema contrattuale - Rapporti tra contratti collettivi di diverso livello - Modelli e tendenze delle relazioni industriali. - Sciopero e serrata - Lavoro subordinato e lavoro autonomo (compreso lo smart working, il lavoro dei riders, i voucher lavoro) - Tecniche di qualificazione - Indisponibilità del tipo contrattuale - Le collaborazioni coordinate e continuative - Le collaborazioni etero-organizzate - La fase formativa del contratto - Invalidità del contratto di lavoro e prestazioni di fatto - Gli obblighi del lavoratore (obbedienza, diligenza, fedeltà) - Controlli e riservatezza - Potere disciplinare e suoi limiti - Categorie, qualifiche, mansioni, ius variandi - Sospensioni del rapporto di lavoro - Trasferimento del lavoratore - Cessazione del rapporto di lavoro (licenziamenti individuali e collettivi e dimissioni) - Salute e sicurezza dei lavoratori - Retribuzione - Orario di lavoro, part-time, lavoro intermittente - Contratto a termine - Somministrazione di lavoro - Distacco - Appalti e lavoro - Rinunce, transazioni, conciliazione delle controversie di lavoro - Ispezione e vigilanza in materia di lavoro.

    Programma dell'insegnamento da 6 cfu

    Partizioni del diritto del lavoro e sua evoluzione storica - Dal diritto corporativo alla libertà sindacale - L'art. 39 Cost. - La tutela della libertà e attività sindacale nello statuto dei lavoratori - Il divieto di atti e patti discriminatori - I sindacati di comodo - Le rappresentanze sindacali in azienda (RSA e RSU) - I diritti sindacali - La condotta antisindacale - Il contratto collettivo di diritto comune - Efficacia soggettiva del contratto collettivo - L'ordinamento intersindacale - L'inderogabilità del contratto collettivo - L'ultrattività del contratto collettivo - Il contratto collettivo aziendale - Il sistema contrattuale - Rapporti tra contratti collettivi di diverso livello - Modelli e tendenze delle relazioni industriali. - Sciopero e serrata - Lavoro subordinato e lavoro autonomo (compreso lo smart working, il lavoro dei riders, i voucher lavoro) - Tecniche di qualificazione - Indisponibilità del tipo contrattuale - Le collaborazioni coordinate e continuative - Le collaborazioni etero-organizzate - La fase formativa del contratto - Invalidità del contratto di lavoro e prestazioni di fatto - Gli obblighi del lavoratore (obbedienza, diligenza, fedeltà) - Controlli e riservatezza - Potere disciplinare e suoi limiti - Categorie, qualifiche, mansioni, ius variandi - Sospensione del rapporto di lavoro - Trasferimento del lavoratore - Cessazione del rapporto di lavoro (licenziamenti individuali e collettivi).

    TESTI/BIBLIOGRAFIA

    Testi consigliati:

    M.V. Ballestrero, G. De Simone, Diritto del lavoro, Giappichelli, Torino, ultima edizione disponibile.

    In alternativa

    O. Mazzotta, Manuale di diritto del lavoro, Cedam, Milano, ultima edizione disponibile.

     

    DOCENTI E COMMISSIONI

    Commissione d'esame

    MARCO NOVELLA (Presidente)

    GIULIA BANDELLONI

    CINZIA CARTA

    DANIELA DEL DUCA

    GISELLA DESIMONE

    ANNAMARIA DONINI

    LEZIONI

    INIZIO LEZIONI

    Le lezioni si svolgono nel I semestre.

    Orari delle lezioni

    DIRITTO DEL LAVORO

    ESAMI

    MODALITA' D'ESAME

    Prova mista scritta e orale. Nella parte scritta saranno proposti alcuni casi concreti che dovranno essere risolti utilizzando le conoscenze acquisite e il metodo dell'analisi giuridica; nella parte orale saranno formulate alcune domande che, partendo dalle nozioni generali (ad esempio: il contratto di lavoro a termine; il licenziamento disciplinare; la nozione di subordinazione giuridica) consentono di verificare se lo studente ha approfondito lo studio dell’argomento (disciplina vigente, questioni controverse).

    Una prova scritta di verifica intermedia potrà essere riservata agli studenti frequentanti.

    Si invitano gli studenti a consultare regolarmente Aulaweb per indicazioni aggiuntive sulle modalità di svolgimento delle prove d'esame.

    MODALITA' DI ACCERTAMENTO

    L’esame mira a verificare l’effettiva conoscenza e acquisizione da parte delle studente delle nozioni teoriche di base come pure la sua capacità di individuare ed applicare le norme di riferimento a specifici casi. Attraverso i quesiti si verificherà se lo studente è in grado di:

    - esporre concetti giuridici utilizzando un linguaggio tecnico appropriato;

    - individuare, distinguere, conoscere ed applicare le principali disposizioni normative che regolano lo svolgimento dei rapporti di lavoro individuali e collettivi;

    - comprendere e interpretare, con spirito critico e autonomia di giudizio, i principali testi normativi nonché i testi di alcune fondamentali sentenze discusse in classe;

    - individuare autonomamente ed applicare, anche a partire da casi ed esempi, le fattispecie di riferimento e i relativi effetti.

    Calendario appelli

    Data Ora Luogo Tipologia Note

    ALTRE INFORMAZIONI

    Propedeuticità: Per sostenere l'esame di diritto del lavoro è necessario avere superato gli esami di Istituzioni di diritto privato e di Istituzioni di diritto pubblico.

    Continuità con le Lauree magistrali del Dipartimento: avere sostenuto l'esame di diritto del lavoro è utile, anche se non indispensabile, per sostenere l'esame di Consulenza del lavoro (Laurea Magistrale AFC Amministrazione, finanza e controllo) e l'esame di Diritto del lavoro nell'economia digitale (Laurea Magistrale in Management).