Salta al contenuto principale della pagina

TERAPIA MANUALE

CODICE 68202
ANNO ACCADEMICO 2022/2023
CFU
  • 1 cfu al 3° anno di 9281 FISIOTERAPIA(L/SNT2) - CHIAVARI
  • 1 cfu al 3° anno di 9281 FISIOTERAPIA(L/SNT2) - PIETRA LIGURE
  • 1 cfu al 3° anno di 9281 FISIOTERAPIA(L/SNT2) - LA SPEZIA
  • 1 cfu al 3° anno di 9281 FISIOTERAPIA(L/SNT2) - GE SAN MARTINO
  • SETTORE SCIENTIFICO DISCIPLINARE MED/48
    LINGUA Italiano
    SEDE
  • CHIAVARI
  • PIETRA LIGURE
  • LA SPEZIA
  • GE SAN MARTINO
  • PERIODO 1° Semestre
    MODULI Questo insegnamento è un modulo di:
    MATERIALE DIDATTICO AULAWEB

    PRESENTAZIONE

    La terapia manuale è  una branca della fisioterapia che utilizza tecniche manuali specifiche per la valutazione ed il trattamento dei disordini muscoloscheletrici.

    È  basata sul modello biopsicosociale, il ragionamento clinico e le evidenze scientifiche disponibili.

    L'approccio terapeutico in terapia manuale oltre ad una valutazione iniziale prevede una costante rivalutazione del paziente per guidare il ragionamento clinico nelle scelte terapeutiche di volta in volta più indicate

    OBIETTIVI E CONTENUTI

    OBIETTIVI FORMATIVI

    Conoscere i principi del ragionamento clinico nelle diverse patologie osteo-articolari, comprese le problematiche della mano, acquisire le conoscenze valutative per l’applicabilità delle varie tecniche, apprendere gli interventi specifici e i principali concetti di terapia manuale. Conoscere elementi di terapia occupazionale e le principali tipologie e caratteristiche di protesi, ortesi ed ausili esistenti. Apprendere l'idrochinesiterapia e le tecniche massoterapiche speciali con i relativi principali campi di applicazione

    OBIETTIVI FORMATIVI (DETTAGLIO) E RISULTATI DI APPRENDIMENTO

    La terapia manuale è una branca della fisioterapia che utilizza tecniche manuali specifiche per la valutazione ed il trattamento dei disordini muscoloscheletrici.

    È basata sul modello biopsicosociale, il ragionamento clinico e le evidenze scientifiche disponibili.

    L'approccio terapeutico in terapia manuale oltre ad una valutazione iniziale prevede una costante rivalutazione del paziente per guidare il ragionamento clinico nelle scelte terapeutiche di volta in volta più indicate

    L'insegnamento si propone di:

    • Fornire allo studente i fondamenti della terapia manuale
    • Presentare gli strumenti metodologici del ragionamento clinico nei disturbi muscoloscheletrici
    • Presentare in modo applicativo i concetti di salute e di valutazione del funzionamento individuale sulla base dell’ICF
    • Discutere una serie di casi clinici quale esercitazione del ragionamento clinico in terapia manuale

      Al termine dell'insegnamento lo studente dovrà dimostrare di:

    • Conoscere i principali presupposti teorici (biomeccanici, fisiopatologici e di fenomenologia clinica) e metodologici alla base dell’intervento di terapia manuale.
    • Conoscere le principali procedure valutative diagnostiche differenziali.
    • Saper riconoscere in specifiche condizioni cliniche le indicazioni e controindicazioni all’intervento di terapia manuale.
    • Saper applicare i principi del ragionamento clinico a diversi contesti patologici.

    MODALITA' DIDATTICHE

    L’insegnamento si compone di lezioni frontali per un totale di 10 ore, comprensive di momenti di discussione e interazione su casi clinici preparati dallo studente.

    Si invitano gli studenti con certificazione di DSA, di disabilità o di altri bisogni educativi speciali di contattare i docenti all’inizio del corso per concordare modalità didattiche che, nel rispetto degli obiettivi dell’insegnamento, tengano conto delle modalità di apprendimento individuali e forniscano idonei strumenti compensativi

    PROGRAMMA/CONTENUTO

    Aspetti generali:

    ·         Definizione della Terapia manuale

    ·         Campo d’azione e scopi della TM

    ·         Mobilizzazione e manipolazione

    ·         Formazione e Associazioni professionali in Italia e nel Mondo

    Riferimenti culturali, metodologici e pratico applicativi in Terapia Manuale:

    ·         La visione biopsicosociale dello stato di salute secondo l’International Classification for Functioning e sua implementazione nelle procedure cliniche del fisioterapista

    ·         La metodologia della “pratica clinica basata sulle prove di efficacia” come guida alla scelta della miglior pratica valutativa e terapeutica in fisioterapia

    ·         Il modello integrativo di Carico - capacità di carico come strumento di valutazione della capacità di adattamento dell’individuo e di pianificazione dell’intervento terapeutico

    ·         Il concetto di reattività locale e generale quale guida alla posologia della manovra mobilizzativa, manipolativa e all’esercizio terapeutico.

    ·         Il profilo prognostico di salute come strumento di sintesi clinica e comunicazione tra operatori

    La conduzione dell’esame obiettivo:

    -       La raccolta dell’anamnesi: stato attuale, anamnesi recente e remota, individuazione sintomi rilevanti, possibili cause, fattori aggravanti ed allevianti, evoluzione temporale;

    -       L’osservazione: ispezione del paziente nelle varie posizioni statiche e dinamiche;

    -       L’esame fisico: valutazione movimenti attivi, passivi, contro resistenza isometrica; tests speciali, esami supplementari, valutazione delle indicazioni e controindicazioni al trattamento.

    Il Trattamento:

    -       La pianificazione per obiettivi e strategie

    -       Classificazione e scelta delle tecniche

    La scelta della misura dell’outcome:

    -       Dal profilo prognostico di salute alla scelta del criterio e dello strumento di misura

    Discussione casi clinici in Terapia Manuale e Fisioterapia dei disturbi muscolo-scheletrici

    • Casi clinici su diversi distretti preparati in piccoli gruppi da parte degli studenti

    TESTI/BIBLIOGRAFIA

    Slides delle lezioni

    Articoli scientifici:

    • Enhance placebo, avoid nocebo: How contextual factors affect physiotherapy outcomes. M. Testa, G.Rossettini 2016.
    • A tool for clinical reasonign and reflection using the International Classification of Functioning, Disability and Healt. Framework and patient managemente model. Heater et al. 2011
    • A new clinical model for facilitating the development of pattern recognition skills in clinical pain assessment. Musculoskeletal Science and Practice.  David M. Walton, James M. Elliott 2018

    Eventuali altri articoli scientifici indicati durante le lezioni

    DOCENTI E COMMISSIONI

    Commissione d'esame

    ALESSANDRO ROBUTTI (Presidente)

    HONORE JACQUES VERNETTI MANSIN COPPET

    LAURA MORI

    MARCO TESTA

    PAOLA SCHENONE

    FLORIANA ROMANO

    DANIELA RASO

    ANNALISA PONTE

    CLARA LEONCINI

    CHIARA ARBASETTI

    MANUELA GRAZIOSO

    DANIELA GARAVENTA

    GUIDO FROSI

    SAMANTA FOI

    SONIA CERETTO CASTIGLIANO

    GABRIELLA BRUNO

    SUSANNA ACCOGLI (Presidente e Coordinatore di corso integrato)

    LEZIONI

    INIZIO LEZIONI

    I semestre III anno

    Orari delle lezioni

    L'orario di tutti gli insegnamenti è consultabile su EasyAcademy.

    ESAMI

    MODALITA' D'ESAME

    Esame orale con domande a risposta aperta e di ragionamento su specifici casi clinici

    MODALITA' DI ACCERTAMENTO

    L'esame orale verificherà l'apprendimento delle conoscenze e valuterà anche l'utilizzo corretto del lessico specialistico e la qualità espositiva. Verrà inoltre valutata la capacità di applicare il ragionamento clinico in specifici casi clinici.

    Gli studenti con DSA o con altri bisogni educativi speciali regolarmente certificati potranno concordare con il docente la modalità scritta o orale, contattando i docenti almeno 10 giorni prima dell'esame. Potranno usufruire inoltre del 30% di tempo aggiuntivo 

     

     

    ALTRE INFORMAZIONI

    In caso di studente con DSA certificato, è necessario contattare il Docente Referente della Commissione DISABILITA’ e DSA per il DINOGMI: Prof. N. Girtler (nicolagirtler@unige.it ) e valutato il singolo caso, invierà ai docenti le indicazioni necessarie sia per lo sviluppo delle lezioni sia la modalità di svolgimento dell’esame