Salta al contenuto principale
CODICE 68114
ANNO ACCADEMICO 2022/2023
CFU
SETTORE SCIENTIFICO DISCIPLINARE MED/39
LINGUA Italiano
SEDE
  • CHIAVARI
  • PIETRA LIGURE
  • LA SPEZIA
  • GE SAN MARTINO
PERIODO 2° Semestre
MODULI Questo insegnamento è un modulo di:
MATERIALE DIDATTICO AULAWEB

PRESENTAZIONE

L'insegnamento si concentra sulla presentazione delle principali condizioni di patologia neuropsichiatrica dell'età evolutiva e sulla loro presa in carico, con attenzione al bambino e alla famiglia.

OBIETTIVI E CONTENUTI

OBIETTIVI FORMATIVI

Conoscere le basi patologiche, saper effettuare la valutazione di strutture, funzioni (compresi i principali disturbi NPS), attività e partecipazione e saper formulare obiettivi in età evolutiva con problematiche a carico del sistema nervoso all'apparato locomotore. Conoscere i principi fondamentali dello sviluppo fetale e le problematiche materne legate alla gravidanza, al parto ed al puerperio. Acquisire le problematiche riabilitative connesse all'età neonatale, conoscere i principi generali della riabilitazione in età evolutiva con corretta presa in carico del bambino e della famiglia, saper gestire setting, valutazione e approccio riabilitativo nelle principali patologie dell'infanzia. Conoscere le principali patologie psichiatriche del bambino con particolare riferimento ai problemi di ritardo mentale.

OBIETTIVI FORMATIVI (DETTAGLIO) E RISULTATI DI APPRENDIMENTO

L’insegnamento si pone l’obiettivo di

  • identificare le nozioni di base in materia di Neuropsichiatria infantile,
  • sviluppare una generale comprensione dell’interazione tra aspetti biologici, psicologici, familiari e socio-ambientali
  • descrivere, identificare ed analizzare le tematiche relative ai principali disturbi della neuropsichiatria dell’infanzia e dell’adolescenza, nell’ambito neurologico, con particolare riferimento a Disabilità intellettiva, Disabilità complesse, Epilessia, Paralisi Cerebrali Infantili, Disturbi dello Spettro Autistico
  • implementare la capacità di osservazione e di valutazione in età evolutiva, le competenze in materia di presa in carico globale e multidisciplinare e proporre interventi su problematiche settoriali, anche per attivare un riconoscimento precoce dei disturbi e la loro prevenzione. 

RISULTATI DI APPRENDIMENTO ATTESI

Al termine dell'insegnamento lo studente sarà in grado di

  • interpretare gli elementi di base della Neuropsichiatria infantile e dell’interazione tra aspetti biologici, psicologici, familiari e socio-ambientali
  • sintetizzare gli elementi di base delle principali patologie neurologiche nell’ambito della Neuropsichiatria dell’infanzia e dell’adolescenza, con particolare riferimento a Epilessia e convulsioni febbrili, Disabilità intellettive, Paralisi Cerebrali Infantili, Atassie, Disturbi del movimento e Neuropatie periferiche in età evolutiva, Handicap, Plurihandicap e Disabilità complesse
  • classificare le principali forme cliniche
  • riconoscere i principi della presa in carico globale in Neuropsichiatria Infantile, con particolare attenzione alla Disabilità, nell’ottica di programmare gli interventi terapeutici ed abilitativi
  • distinguere i disturbi in oggetto, in particolare in fase precoce
  • comprendere analiticamente i segni ed i sintomi correlati
  • integrare i principali criteri diagnostici, le metodiche di osservazione e di valutazione
  • interpretare criticamente i fattori patogenetici in ruolo
  • differenziare tali disturbi dalle forme affini, in diagnosi differenziale
  • discriminare le metodologie applicabili
  • valutare le basi del progetto terapeutico-riabilitativo e delineare i principi di base della presa in carico multidisciplinare
  • proporre alle famiglie e, per quanto fattibile, ai bambini ed ai ragazzi la metodologia di osservazione e di valutazione che si intende effettuare
  • identificare quali fattori sono interferenti nel processo valutativo e come incidere su di essi.

MODALITA' DIDATTICHE

 Lezioni frontali con spazio all'interattività, alla sensibilizzazione delle capacità di osservazione, alla formazione continua e alle pratiche EBM.

L'insegnamento consiste in lezioni teoriche/pratiche frontali per un totale di 10 ore (1 CFU)

Si invitano caldamente gli studenti con certificazione di DSA, di disabilità o di altri bisogni educativi speciali di contattare i docenti all’inizio del corso per concordare modalità didattiche che, nel rispetto degli obiettivi dell’insegnamento, tengano conto delle modalità di apprendimento individuali e forniscano idonei strumenti compensativi

PROGRAMMA/CONTENUTO

 

Sviluppo psicomotorio

Epilessia e convulsioni febbrili: generalità, epilessie infantili, terapia, problematiche psicologiche correlate

Disabilità intellettiva: generalità, eziopatogenesi, clinica, presa in carico, sindromi e fenotipi psicologici; pseudoinsufficienza e pseudonormalità intellettive

Paralisi Cerebrali Infantili: classificazione, eziologia, clinica, diagnosi e presa in carico

Nozioni su Atassie, Disturbi del movimento e Neuropatie periferiche in età evolutiva

Handicap, Plurihandicap e Disabilità complesse

La "Care" centrata sulla Famiglia

Presa in carico globale della Disabilità in Neuropsichiatria Infantile

 

 

TESTI/BIBLIOGRAFIA

Maurizio de Negri “Neuropsichiatria dello sviluppo” Ed. Piccin, Padova, 1999.

Roberto Militerni “Neuropsichiatria Infantile”. Ed. Idelson-Gnocchi.

Diapositive delle lezioni, ad integrazione del testo.

Manuale diagnostico e statistico dei disturbi mentali, quinta edizione

DOCENTI E COMMISSIONI

Commissione d'esame

LINO NOBILI (Presidente)

PAOLA BONA

CATERINA CASTAGNETO

EMMA CERIONI

SERGIO COSTANTINI

ALBERTO GAIERO

STEFANIA LANARO

AMBROGIO PIETRO LONDERO

CLARA MALATTIA

ENRICA PASTORINO

GIUSEPPA PATTI

VALENTINA PENAZZI

DANIELA SPINA

ELENA SPOTORNO

STEFANO VOLPI

ELISA DE GRANDIS (Presidente e Coordinatore di corso integrato)

LEZIONI

INIZIO LEZIONI

 Le lezioni inizieranno nel secondo semestre in accordo con il calendario didattico

Orari delle lezioni

L'orario di tutti gli insegnamenti è consultabile all'indirizzo EasyAcademy.

ESAMI

MODALITA' D'ESAME

 Orale. Punteggio in trentesimi attribuito secondo il grado di conoscenza e di formazione acquisito

MODALITA' DI ACCERTAMENTO

L'esame è condotto al fine di verificare il raggiungimento dei risultati di apprendimento previsti: capacità di applicare le conoscenze attraverso l'uso di strumenti operativi, abilità di comunicazione tramite esame orale, avvio alla formazione al lavoro interdisciplinare e al ruolo specifico, allo sviluppo delle capacità di insight attraverso l'esperienza.

Gli studenti con DSA o con altri bisogni educativi speciali regolarmente certificati potranno concordare con il docente la modalità scritta o orale, contattando i docenti almeno 10 giorni prima dell'esame. Potranno usufruire inoltre del 30% di tempo aggiuntivo.

ALTRE INFORMAZIONI

In caso di studente con DSA certificato, è necessario contattare il Docente Referente della Commissione DISABILITA’ e DSA per il DINOGMI: Prof. N. Girtler (nicolagirtler@unige.it ) e valutato il singolo caso, invierà ai docenti le indicazioni necessarie sia per lo sviluppo delle lezioni sia la modalità di svolgimento dell’esame.