Salta al contenuto principale della pagina

NEUROPSICOLOGIA CLINICA DELL’ADULTO

CODICE 68126
ANNO ACCADEMICO 2022/2023
CFU
  • 4 cfu al 3° anno di 9281 FISIOTERAPIA(L/SNT2) - CHIAVARI
  • 4 cfu al 3° anno di 9281 FISIOTERAPIA(L/SNT2) - PIETRA LIGURE
  • 4 cfu al 3° anno di 9281 FISIOTERAPIA(L/SNT2) - LA SPEZIA
  • 4 cfu al 3° anno di 9281 FISIOTERAPIA(L/SNT2) - GE SAN MARTINO
  • SETTORE SCIENTIFICO DISCIPLINARE MED/26
    LINGUA Italiano
    SEDE
  • CHIAVARI
  • PIETRA LIGURE
  • LA SPEZIA
  • GE SAN MARTINO
  • PERIODO 1° Semestre
    MODULI Questo insegnamento è un modulo di:
    MATERIALE DIDATTICO AULAWEB

    PRESENTAZIONE

    La neuropsicologia clinica studia specificamente le funzioni cognitive, con riferimento alle loro alterazioni nel corso delle varie patologie che interessano il sistema nervoso. L’insegnamento si propone di fornire una visione sistematica delle principali funzioni cognitive e dei loro disturbi, ed una conoscenza sommaria dei principali quadri clinici nel corso del quali tali problematiche si manifestano con particolare rilevanza.

    OBIETTIVI E CONTENUTI

    OBIETTIVI FORMATIVI

    Conoscere le principali forme di disturbo delle funzioni cognitive e corticali superiori (demenze, afasie, aprassie, agnosie, disturbi dello schema corporeo) ed essere in grado di valutarne l’impatto sui processi riabilitativi neuromotori, nonché apprendere i principali approcci riabilitativi miranti a consentire un recupero delle funzioni neuropsicologiche alterate.

    OBIETTIVI FORMATIVI (DETTAGLIO) E RISULTATI DI APPRENDIMENTO

    L’insegnamento di Neuropsicologia Clinica dell’Adulto si propone di fornire conoscenze di base sul funzionamento globale del cervello, con particolare riguardo alle funzioni cognitive, in particolare sulla loro organizzazione generale in termini di networking, e sulla terminologia inerente le singole funzioni cognitive ed i loro disturbi.  Lo studente dovrà comprendere i fondamenti che riguardano fasie, prassie, gnosie, astrazione, attenzione, funzioni esecutive ed i principali test che esplorano tali funzioni. Al termine del corso saranno illustrati i principali quadri clinici nel corso dei quali i disturbi neuropsicologici rappresentano l’elemento più rilevante, o uno degli elementi più rilevanti della sintomatologia. Lo studente dovrà acquisire una buona padronanza delle definizioni e della classificazione e analizzare le correlazioni anatomo-cliniche delle funzioni stesse, sia in condizioni di normalità che nella patologia. Ciò dovrà consentire anche di comprendere le basi teorico-pratiche della valutazione neuropsicologica, per mettere in grado gli studenti di valutare e strutturare un approccio corretto alle varie forme di disordini dei soggetti con i quali dovranno interagire. Verranno anche analizzate le basi di una corretta refertazione neuropsicologica.

     

    MODALITA' DIDATTICHE

    Le lezioni si svolgono nel primo semestre del terzo anno attraverso lezioni frontali che si avvalgono di proiezioni di diapositive

    La modalità è interattiva e comprende anche proiezione di filmati, presentazione di casi clinici e lettura di frammenti di libri specializzati volti a stimolare il senso critico dello studente e la capacità di risoluzione dei problemi.

    ​Si invitano gli studenti con certificazione di DSA, di disabilità o di altri bisogni educativi speciali di contattare i docenti all’inizio del corso per concordare modalità didattiche che, nel rispetto degli obiettivi dell’insegnamento, tengano conto delle modalità di apprendimento individuali e forniscano idonei strumenti compensativi

    PROGRAMMA/CONTENUTO

    Basi anatomo-funzionali per la comprensione del funzionamento cerebrale globale. L'organizzazione in network

    Le grandi sindromi corticali

    Neuropsicologia clinica e funzioni cognitive: definizioni e concetti generali

    I pre-requisiti per la valutazione neuropsicologica; il colloquio clinico. Le scale cognitive globali

    L'attenzione (definizione, classificazione e principali quadri sindromici)

    Le funzioni esecutive. I concetti di intelligenza, astrazione, pianificazione, problem solving

    Memoria (definizione, classificazione e principali quadri sindromici)

    Le afasie (definizione, classificazione e principali quadri sindromici)

    Le Aprassie (definizione, classificazione e principali quadri sindromici)

    Le Agnosie (definizione, classificazione e principali quadri sindromici)

    Le funzioni visuo-spaziali 

    Emi-inattenzione (neglect) e disturbi dello schema corporeo

    I deficit cognitivi nelle malattie neurodegenerative del sistema nervoso centrale

    I deficit cognitivi nella malattia cerebrovascolare

    I deficit cognitivi nelle malattie demielinizzanti del sistema nervoso centrale

     

    TESTI/BIBLIOGRAFIA

    Fondamenti di Neuroscienze, A Siegel & HN Sapru, Ed italiana sulla III in lingua inglese, Piccin Editore

    Ulteriore materiale didattico viene fornito dal docente durante le lezioni e messo a disposizione su Aulaweb e/o sul Team dedicato

    DOCENTI E COMMISSIONI

    LEZIONI

    INIZIO LEZIONI

    Primo semestre del terzo anno

    Orari delle lezioni

    L'orario di tutti gli insegnamenti è consultabile su EasyAcademy.

    ESAMI

    MODALITA' D'ESAME

    La modalità di valutazione potrà comprendere un colloquio che verta sugli argomenti delle lezioni e sul materiale integrativo presentato ed una prova scritta in forma di domande a risposte multiple. Al termine del corso il docente comunicherà la modalità elettiva.

    MODALITA' DI ACCERTAMENTO

    In caso di esame scritto, lo studente dovrà rispondere correttamente ad almeno il 60% delle domande

    In caso di esame orale, lo studente dovrà dimostrare di avere compreso gli argomenti specificati nel programma, ed in particolare di avere una precisa padronanza della terminologia ed una sufficiente conoscenza della fisiologia e della fisiopatologia delle funzioni cognitive e la modalità della loro esplorazione, analisi e sintesi.

    Gli studenti con DSA o con altri bisogni educativi speciali regolarmente certificati potranno concordare con il docente la modalità scritta o orale, contattando i docenti almeno 10 giorni prima dell'esame. Potranno usufruire inoltre del 30% di tempo aggiuntivo 

     

     

     

    ALTRE INFORMAZIONI

    1) L’esame non può essere sostenuto se non è stata rispettata la relativa propedeuticità. 2) Trattandosi di esami di corso integrato, il mancato superamento di una singola disciplina prevede la necessità di ripetere l’intero esame.

    In caso di studente con DSA certificato, è necessario contattare il Docente Referente della Commissione DISABILITA’ e DSA per il DINOGMI: Prof. N. Girtler (nicolagirtler@unige.it ) e valutato il singolo caso, invierà ai docenti le indicazioni necessarie sia per lo sviluppo delle lezioni sia la modalità di svolgimento dell’esame.