Salta al contenuto principale della pagina

METODI D'INTERVENTO PSICOLOGICO NEI CONTESTI EDUCATIVI

CODICE 67268
ANNO ACCADEMICO 2022/2023
CFU
  • 6 cfu al 3° anno di 8751 SCIENZE E TECNICHE PSICOLOGICHE (L-24) - GENOVA
  • SETTORE SCIENTIFICO DISCIPLINARE M-PSI/04
    LINGUA Italiano
    SEDE
  • GENOVA
  • PERIODO 1° Semestre
    PROPEDEUTICITA
    Propedeuticità in ingresso
    Per sostenere l’esame di questo insegnamento è necessario aver sostenuto i seguenti esami:
    • SCIENZE E TECNICHE PSICOLOGICHE 8751 (coorte 2020/2021)
    • PSICOLOGIA GENERALE 55975
    MATERIALE DIDATTICO AULAWEB

    PRESENTAZIONE

    Quali possono essere gli ambiti di intervento di uno psicologo nel contesto scolastico?

    L’insegnamento intende fornire una conoscenza critica delle basi teoriche e delle modalità operative di intervento psicologico nei contesti educativi, in particolare nella scuola.

    OBIETTIVI E CONTENUTI

    OBIETTIVI FORMATIVI

    L’insegnamento intende fornire una conoscenza critica delle modalità di intervento psicologico nei contesti educativi prescolastici e scolastici. In particolare: 1) fornire una solida preparazione di base sui principali contenuti della psicologia dell'educazione; 2) fornire esempi di modelli e strategie di intervento nel contesto scolastico; 3) migliorare le capacità di valutazione critica e di progettazione degli interventi psicologici nel contesto scolastico.

    OBIETTIVI FORMATIVI (DETTAGLIO) E RISULTATI DI APPRENDIMENTO

    Al termine del corso ci si aspetta che le studentesse e gli studenti

    • conoscano e abbiano compreso concetti e modelli teorici, sappiano effettuare confronti, distinzioni, collegamenti;
    • sappiano applicare le conoscenze acquisite al fine di analizzare situazioni in cui si potrebbero trovare a operare;
    • sappiano riflettere su possibili progetti di intervento e sappiano ipotizzare azioni congrue con i bisogni del contesto;
    • sviluppino competenze comunicative adatte al proprio ruolo utili a rapportarsi con interlocutori specialisti e non specialisti;
    • tengano conto della complessità che può caratterizzare il proprio ambito di intervento e mostrino autonomia di giudizio e capacità di ragionamento indipendente;
    • incrementino la loro capacità di apprendere al fine di approfondire e aggiornare autonomamente le conoscenze relative all’ambito disciplinare.  

    MODALITA' DIDATTICHE

    Sarà incoraggiata la partecipazione attiva da parte degli studenti e delle studentesse, con interventi, domande, proposta di problemi, riflessioni su esperienze o quant’altro ritengano utile per far sì che le lezioni non si limitino a una trasmissione unidirezionale di informazioni ma rendano possibile un vero scambio di idee e siano occasione per un apprendimento significativo. 

    Nel corso delle prime due lezioni sarà definito un patto di aula e chi lo desidera potrà decidere di svolgere dei lavori in piccolo gruppo che contribuiranno al voto finale. 

    PROGRAMMA/CONTENUTO

    Si intende fornire una conoscenza critica delle basi concettuali dell’intervento psicologico nei contesti educativi, in particolare nella scuola. Saranno presentati alcuni ambiti di intervento dello psicologo nel contesto scolastico e in relazione a essi saranno presentati alcuni temi della psicologia dell’educazione tra cui alcuni modelli teorici dell'apprendimento e la loro relazione con lo sviluppo cognitivo, la memoria di lavoro e le funzioni esecutive, la motivazione, lo sviluppo emotivo e sociale, il ruolo della metacognizione, le difficoltà di apprendimento. Gli scenari esempio saranno inoltre utilizzati per esercitarsi rispetto ad analizzare le situazioni in cui si è chiamati a operare, valutare e ideare azioni di intervento.   

    Si danno per acquisiti il programma dell'insegnamento di psicologia dello sviluppo (I anno) e gli elementi essenziali di psicologia dei processi cognitivi (II anno).

     

    TESTI/BIBLIOGRAFIA

    Bibliografia per i frequentanti: 

    - C. Cornoldi e L. Molinari, Lo psicologo scolastico, Il Mulino, Bologna, 2019 (tutto il volume).

    - P. Boscolo, Psicologia dell’apprendimento scolastico, Edizioni UTET, Torino, 2006 (tutto il volume, tranne il cap. 13).

    - G. Amoretti, S. Morra, M.C. Usai, P. Viterbori, Processi cognitivi e apprendimento scolastico, Carocci editore, Roma, 2020 [capitoli 1, 2, 4, 5, 7 (escluse le parti 7.3 e 7.4), 8, 10 (esclusa la parte 10.4), 11 (esclusa la parte 11.6)].

    - Materiali caricati su aulaweb (tra cui slide, un estratto del DSMV e delle Linee Guida sui DSA)

     

    Bibliografia per i non frequentanti:

    - C. Cornoldi e L. Molinari, Lo psicologo scolastico, Il Mulino, Bologna, 2019 (tutto il volume).

    - P. Boscolo, Psicologia dell’apprendimento scolastico, Edizioni UTET, Torino, 2006 (tutto il volume, tranne il cap. 13).

    - G. Amoretti, S. Morra, M.C. Usai, P. Viterbori, Processi cognitivi e apprendimento scolastico, Carocci editore, Roma, 2020 [capitoli 1, 2, 4, 5, 7 (escluse le parti 7.3 e 7.4), 8, 10 (esclusa la parte 10.4), 11 (esclusa la parte 11.6)].

    - Materiali caricati su aulaweb (tra cui slide, un estratto del DSMV e delle Linee Guida sui DSA)

    - Un testo a scelta o due articoli tra quelli indicati su aulaweb

    Questi testi sono indicati come bibliografia di base non allo scopo di impararli mnemonicamente in tutti i dettagli (che d’altronde verrebbero presto dimenticati dopo l’esame), ma perché siano utilizzati allo scopo di comprendere i concetti e i problemi.

     

     

    DOCENTI E COMMISSIONI

    LEZIONI

    INIZIO LEZIONI

    Primo semestre.

    ESAMI

    MODALITA' D'ESAME

    Per chi ha frequentato (almeno 13 lezioni) e ha svolto le attività in piccolo gruppo, l'esame comprende una prova orale finale. Il voto finale si basa sia sulla valutazione dei lavori di gruppo sia sull'orale finale.

    Per chi ha frequentato (almeno 13 lezioni) ma non ha effettuato i lavori di gruppo la prova comprende uno scritto e un orale sul programma da frequentante. Il voto è dato dalla media dei voti ottenuti allo scritto e all'orale. 

    Per chi non ha frequentato l'esame finale comprende uno scritto e un orale sul programma da non frequentante. Il voto sarà dato dalla media del voti ottenuti allo scritto e all'orale. 

    Per i dettagli si rimanda alla pagina aulaweb del corso.

     

     

     

     

     

    MODALITA' DI ACCERTAMENTO

    Le prove che compongono l'esame sono pensate per accertare:

    - l'acquisizione di conoscenze e la comprensione dei concetti

    - la capacità di utilizzare le conoscenze acquisite per analizzare e comprendere situazioni esempio in cui ci si potrebbe trovare a operare

    - la capacità di riflettere sull'efficacia di progetti di intervento e anche ipotizzare possibili azioni di intervento

    - la capacità di comunicare secondo il proprio ruolo e utilizzando anche un lessico specialistico

     

    Gli studenti e le studentesse possono sostenere l'esame in tutti gli appelli previsti

    ALTRE INFORMAZIONI

    Si invitano gli studenti a iscriversi alla pagina di questo insegnamento sul portale dell’e-learning AulaWeb e consultarla periodicamente. Tutte le informazioni e i materiali relativi a questo insegnamento sono pubblicate esclusivamente in tale sito e anche eventuali comunicazioni organizzative e pratiche vengono inviate agli iscritti alla pagina su AulaWeb.

    Si consiglia agli studenti con certificazione di DSA, di disabilità o di altri bisogni educativi speciali di contattare il docente all'inizio del corso per concordare modalità didattiche e d'esame che, nel rispetto degli obiettivi dell'insegnamento, tengano conto delle modalità di apprendimento individuali e forniscano idonei strumenti compensativi.

    Per gli studenti internazionali saranno disponibili, a richiesta, materiali in lingua inglese. L'esame potrà essere sostenuto, nelle modalità previste, in lingua inglese.