Salta al contenuto principale della pagina

ARTE DELLA LIGURIA NEL MEDIOEVO

CODICE 104291
ANNO ACCADEMICO 2022/2023
CFU
  • 6 cfu al 1° anno di 8453 CONSERVAZIONE DEI BENI CULTURALI (L-1) - GENOVA
  • SETTORE SCIENTIFICO DISCIPLINARE L-ART/01
    LINGUA Italiano
    SEDE
  • GENOVA
  • PERIODO 2° Semestre
    MATERIALE DIDATTICO AULAWEB

    PRESENTAZIONE

    Si esaminerà la produzione artistica della Liguria medioevale, dall'Età paleocristiana e altomedievale agli inizi del secolo XV, con attenzione alle diverse classi e tipologie di opere, e con un approfondimento su Genova che sarà supportato dal contatto diretto con oggetti d'arte, contesti urbani e manufatti monumentali.

    OBIETTIVI E CONTENUTI

    OBIETTIVI FORMATIVI

    Il corso vuole presentare i caratteri e le dinamiche della produzione artistica in Liguria dai primi secoli cristiani agli inizi del Quattrocento, anche in rapporto al contesto mediterraneo e ai nessi extra-regionali.

    OBIETTIVI FORMATIVI (DETTAGLIO) E RISULTATI DI APPRENDIMENTO

    L'insegnamento di Arte della Liguria nel Medioevo ha gli obiettivi di

    -guidare gli studenti alla comprensione della produzione artistica di Età medievale in Liguria, con attenzione alle specificità dei contesti, al ruolo degli artisti e dei committenti, ai nessi con le relative vicende storiche e sociali;

    -stimolare gli studenti ad approfondire lo studio della produzione artistica regionale, considerando le problematiche specifiche dei rapporti territoriali e dei riferimenti alle altre realtà italiane ed euro-mediterranee.

    Al termine del corso lo studente dovrà risultare capace di

    -analizzare e discutere le immagini e le opere esaminate a lezione facendo uso delle corrette metodologie;

    -collocare le opere nel loro contesto cronologico e culturale, discutendone i nessi tra loro e con la produzione artistica medievale;

    -argomentare criticamente le nozioni acquisite, commentando i manufatti in rapporto al territorio e alla storia artistica regionale.

     

     

    PREREQUISITI

    Non sono richiesti prerequisiti specifici.

    MODALITA' DIDATTICHE

    Le lezioni si tengono in presenza. La frequenza, sebbene non obbligatoria, è consigliata. Sono considerati frequentanti gli studenti che partecipano in presenza alle lezioni.

    Il docente,  su richiesta specifica di uno studente o di una studentessa (tramite email), può consentire la fruizione sincrona delle lezioni a distanza, tramite piattaforma Teams.

    Al termine del corso i materiali usati a lezione e i testi indicati in bibliografia saranno caricati su Aulaweb

     

    PROGRAMMA/CONTENUTO

    Lineamenti fondamentali della storia dell'arte in Liguria, dalle testimonianze dei primi secoli cristiani all'altomedioevo, tra nessi continentali e apporti mediterranei. Liguria romanica e gotica: arti monumentali e arti suntuarie. Genova: le arti in una “capitale” del Mediterraneo.

    Il programma è rivolto sia agli studenti frequentanti sia gli studenti non frequentanti; questi ultimi, tuttavia, saranno tenuti a preparare una bibliografia aggiuntiva da concordare con il docente.

     

    TESTI/BIBLIOGRAFIA

    Si utilizzeranno i seguenti testi:

    A. Frondoni, L'Altomedioevo, in La scultura a Genova e in Liguria. Volume I. Dalle origini al Cinquecento, Pagano, Genova 1987, pp. 37-55.

    A. Dagnino, Liguria. Architettura; Scultura; A. De Floriani, Liguria. Pittura, miniatura e arti suntuarie, in Enciclopedia dell'Arte medievale, vol. VII, Treccani, Roma 1996, pp. 666-676 (consultabile anche online: https://www.treccani.it/enciclopedia/liguria_%28Enciclopedia-dell%27-Arte-Medievale%29/) .

    F. Cervini, La pietra e la croce. Cantieri medievali tra le Alpi e il Mediterraneo, Philobiblon Edizioni, Ventimiglia 2005 (Capitoli I e II) (consultabile anche online: https://www.academia.edu/7377530/La_pietra_e_la_croce_Cantieri_medievali_tra_le_Alpi_e_il_Mediterraneo_Ventimiglia_Philobiblon_2005)

    G. Algeri, A. De Floriani, La pittura in Liguria. Il Medioevo, De Ferrari Editore, Genova 2011, pp. 51-61; pp. 133-151; pp. 179-197.

    Per un focus su Genova si useranno i seguenti testi:

    C. Di Fabio, voci GenovaGenova. ArchitetturaGenova. Scultura; A. De Floriani, Genova. Pittura, miniatura e arti suntuarie, in Enciclopedia dell'Arte Medievale, VI, Treccani, Roma 1995, pp. 499-529 (consultabile anche online: https://www.treccani.it/enciclopedia/genova_%28Enciclopedia-dell%27-Arte-Medievale%29/).

    C. Di Fabio, Cantieri, scultori ed episodi di committenza nel Trecento, in Niveo de marmore. L'uso artistico del marmo di Carrara dal XI al XV secolo, a cura di E. Castelnuovo, Colombo, Genova 1992, pp. 223-233.

    Per gli studenti che non hanno frequentato il corso:

    Gli studenti non frequentanti concorderanno un programma specifico di letture, contattando il docente alla mail: gianluca.ameri@unige.it

     

    DOCENTI E COMMISSIONI

    Commissione d'esame

    GIANLUCA AMERI (Presidente)

    CLARIO DI FABIO

    LEZIONI

    INIZIO LEZIONI

    Data di inizio delle lezioni: febbraio 2023.

    ESAMI

    MODALITA' D'ESAME

    Sia per i frequentanti, sia per i non frequentanti, l’esame sarà orale e si svolgerà sotto forma di colloquio su almeno tre esemplificazioni inerenti tematiche del corso, sia generali, sia più specifiche, partendo da relative domande del docente sulle immagini e sui manufatti commentati a lezione, e sui testi in programma.

    MODALITA' DI ACCERTAMENTO

    L'esame orale permetterà di verificare la capacità dello studente di applicare le conoscenze apprese, di analizzare le opere oggetto dell'insegnamento, di comprenderne le caratteristiche in termini artistici e culturali, di usare i concetti e i termini propri della disciplina.

    Principali parametri di valutazione saranno il grado di comprensione dei materiali oggetto dell'insegnamento (immagini, opere e testi), la modalità di analisi delle opere, la capacità di trattare i temi studiati con autonomo senso critico, l'appropriatezza dell'esposizione.

    La sufficienza si considera raggiunta qualora lo studente dimostri di possedere le nozioni fondamentali trasmesse durante il corso, per quanto attiene le opere-cardine e la loro collocazione cronologica e culturale.

    L'eccellenza si considera raggiunta se lo studente dimostrerà una sicura padronanza del programma esposto a lezione, mostrando di averne approfondito ed elaborato le tematiche con un apporto critico personale, argomentato con proprietà di linguaggio.

     

     

    Calendario appelli

    Data Ora Luogo Tipologia Note
    14/12/2022 11:00 GENOVA Orale L'appello è riservato agli studenti che hanno seguito il corso negli anni precedenti
    25/01/2023 09:00 GENOVA Orale
    08/02/2023 09:00 GENOVA Orale
    10/05/2023 09:00 GENOVA Orale L'appello è riservato ai laureandi
    24/05/2023 09:00 GENOVA Orale
    14/06/2023 09:00 GENOVA Orale
    28/06/2023 09:00 GENOVA Orale
    19/07/2023 09:00 GENOVA Orale
    13/09/2023 09:00 GENOVA Orale

    ALTRE INFORMAZIONI

    La frequenza alle lezioni è vivamente consigliata.