Salta al contenuto principale

Panoramica

Informazioni 2024/2025

Tipologia CORSO DI LAUREA TRIENNALE (N.O.)
Durata 3 anni
CFU 180
Programme L-1
Classe delle lauree in BENI CULTURALI (CULTURAL HERITAGE)
Accesso Accesso libero
Sedi GENOVA
Lingua Italiano
Modalità didattica Frontale
Coordinatore BIAGIO SANTORELLI
Dipartimento DIPARTIMENTO DI ITALIANISTICA, ROMANISTICA, ANTICHISTICA, ARTI E SPETTACOLO
Costi Da 0 a 3000 euro all'anno. Scopri se hai diritto a borse ed esenzioni
Esperienze all'estero Sedi internazionali e partner
Contatti Per saperne di più sul Corso visita la sezione dedicata
Documenti

Il corso in breve

Presentazione

L'obiettivo del corso è portare gli studenti a sviluppare competenze teoriche, metodologiche e pratiche in materia di gestione del patrimonio culturale. Strutturato in tre curricula - Beni archeologici, Beni archivistici e librari e Beni storico-artistici - il corso attiene alla sfera umanistica, ma è aperto anche ad aspetti propri degli ambiti scientifici e tecnologici, per sostenere gli studenti nella costruzione di specifici profili professionali.

Imparare facendo

Le tradizionali lezioni frontali sono coordinate ad attività sul territorio:

  • esperienze di cantiere di scavo per il curriculum archeologico
  • studio e valorizzazione del patrimonio culturale presso musei, archivi e altri enti per i curricula storico artistico e archivistico

I tirocini permettono di entrare in contatto con realtà diverse e di prendere parte a iniziative di divulgazione scientifica, ad esempio correlate al sito UNESCO dei Palazzi dei Rolli.

Sbocchi professionali

  • Impiego presso enti (sovrintendenze, musei, biblioteche, archivi) o aziende operanti nel campo della tutela e fruizione dei beni culturali
  • iniziative imprenditoriali nel settore
  • professioni inerenti alla valorizzazione del patrimonio culturale e alla divulgazione scientifica, relativamente al patrimonio pubblico e privato.

La prosecuzione degli studi (Laurea magistrale) è richiesta per l’accesso alle carriere pubbliche e all’insegnamento.

Cosa imparerai

storia dell'arte

pittura, scultura e architettura: strumenti per leggere i contesti culturali dal Medioevo a oggi

storia delle tecniche artistiche

affresco, pittura a olio, incisione: le tecniche delle grandi opere analizzate scientificamente

archeologia

indagare le testimonianze del passato per progettare il futuro: dalla Liguria all'intera Europa

archivistica e biblioteconomia

dalla lettura dei documenti alla loro catalogazione per tracciare i profili delle società storiche

materie scientifiche e beni culturali

botanica, dendrocronologia, fisica e chimica come strumenti di lettura delle opere d'arte

geografia e storia

chi? quando? come? dove? perché? strumenti critici per contestualizzare gli eventi storici

arte e storia del mondo antico

dalla civiltà Cretese, all'Atene di Fidia, all'Impero Romano. I linguaggi figurativi dell'antichità

storia dell'arte in Liguria

dai capolavori dei grandi artisti, al patrimonio 'minore' da valorizzare sul territorio

storia della fotografia

dal riconoscimento delle diverse tecniche all'utilizzo delle fotografie come documenti per studiare il passato

Sapevi che...

Il corso prevede, oltre alle lezioni frontali, esperienze di tirocinio nei musei, sul territorio, presso siti archeologici

Dal 2011 al 2017, 650 studenti di Beni culturali hanno accolto oltre 450.000 visitatori nei Palazzi dei Rolli del Sito UNESCO di Genova

Il patrimonio artistico di Genova è sempre più apprezzato in Italia e all'estero. La riscoperta di Genova come città d'arte genera nuove opportunità professionali

Puoi fare esperienze di studio e tirocinio all'estero, presso università, musei e altre istituzioni

Contenuti

I percorsi formativi presentano una struttura didattica finalizzata a favorire l'inserimento dei laureati nel mondo del lavoro. Le attività formative comprendono insegnamenti, laboratori, seminari, stage, tirocini, corsi, partecipazione a campagne di scavo.

Curriculum in Beni archeologici

  • Solida preparazione nella conoscenzafruizioneconservazione dei beni archeologici, con particolare riferimento al territorio
  • adeguata conoscenza della storia dall'antichità all'età moderna e delle fonti storico-letterarie
  • conoscenze scientifiche - chimiche, fisiche, naturalistiche, informatiche - utili a una migliore comprensione delle culture antiche.

Curriculum in Beni archivistici e librari

  • solida preparazione nelle metodologie di base nel campo della conservazione e della catalogazione del materiale librario e documentario
  • conoscenza della storia e delle fonti, analizzate sia da un punto di vista contenutistico e formale sia nelle modalità e tecniche di produzione, conservazione e salvaguardia
  • conoscenza delle tematiche relative alla conservazione e catalogazione dei beni librari e archivistici.

Curriculum in Beni storico-artistici

  • Acquisizione di estese conoscenze relative alla dinamica della produzione artistica dal Medio Evo, all'Età Moderna, al contemporaneo
  • acquisizione di strumenti critici volti all'analisi dell'opera d'arte, secondo una pluralità di approcci metodologici
  • maturazione di autonoma capacità di lettura orientata alla conoscenza del rapporto tra il territorio, la sua cultura, le forme di organizzazione della società e la produzione artistica.

Coordinatore

Image
Santorelli

Benvenuti al Corso di laurea in Conservazione dei beni culturali.

Biagio Santorelli

Dove siamo

Le sedi della Scuola di Scienze Umanistiche e dei Dipartimenti ad essa afferenti sono distribuite nella zona attorno a Via Balbi e Piazza della Nunziata. Alcuni di questi palazzi sono palazzi storici della città di Genova, detti "Palazzi dei Rolli".

Per la distribuzione dei Dipartimenti vedi gli acronimi:
DAFIST = Dipartimento di Antichità, Filosofia e Storia
DIRAAS = Dipartimento di Italianistica, Romanistica, Antichistica, Arti e Spettacolo
DLCM = Dipartimento di Lingue e Culture Moderne

  • via Balbi 2 (Palazzo Balbi Cattaneo): Presidenza, Aula Magna, aule dalla numero 1 alla numero 9, uffici e studi dei docenti DAFIST e DIRAAS, Biblioteca
  • via Balbi 4 (Palazzo Balbi Senarega): Sportello Unico Studenti di Scienze Umanistiche, aule E, F, G, H, M, N, P, uffici e studi dei docenti DAFIST, DIRAAS, Biblioteca
  • via Balbi 6 (Palazzo Balbi Raggio): aule I, Q, R, S, Biblioteca della Scuola di Scienze Umanistiche
  • via Balbi 30: studi dei docenti DAFIST
  • via delle Fontane 10: Polo Didattico, aule dalla A alla M e Aula Magna, Laboratorio LaLim
  • piazza Santa Sabina 2: uffici e studi dei docenti DLCM, Biblioteca

Per saperne di più

Sportello Unico Studenti di Scienze Umanistiche

Via Balbi 4 - piano terra
16126 Genova
+39 010 209 51690
sito web (per info e prenotare un appuntamento)

Puoi scrivere a studenti.uma@unige.it per ottenere informazioni su:

  • immatricolazioni e iscrizioni; trasferimenti; passaggi di corso
  • riconoscimenti da altre carriere
  • ammissione ai percorsi finalizzati all’iscrizione alle lauree magistrali (Carriere Ponte)
  • ripresa degli studi; sospensione e rinuncia agli studi
  • richiesta di certificati; richiesta di duplicati
  • iscrizioni a singole attività formative

Puoi scrivere a sportello.lettere@unige.it per ottenere informazioni:

  • di carattere generale sui Corsi di Studio
  • sui piani di studio
  • sulla presentazione della domanda di laurea

Altri uffici di riferimento e contatti utili:

Orientamento

Welcome Office

Disabilità e DSA

Ufficio Tasse e benefici

Ufficio Tirocini

Sportello per la mobilità internazionale

Rappresentanti degli studenti

Commissioni e Referenti del corso

Documenti e modulistica

Linee guida e Regolamenti

Si ricorda alle studentesse e agli studenti con disabilità o con DSA che per poter richiedere adattamenti in sede d'esame occorre prima inserire la certificazione sul sito web di Ateneo alla pagina servizionline.unige.it nella sezione “Studenti” (nell’allegato troverai le istruzioni per inserirla online). La documentazione sarà verificata dal Settore servizi per l’inclusione degli studenti con disabilità e con DSA dell’Ateneo (https://rubrica.unige.it/strutture/struttura/100111).
Successivamente, almeno 10 giorni prima della data di esame, occorre inviare una e-mail al/alla docente con cui si sosterrà l’esame, inserendo in copia conoscenza sia la docente Referente di Scuola per l'inclusione degli studenti con disabilità e con DSA (prof.ssa Elisabetta Colagrossi: elisabetta.colagrossi@unige.it) sia il Settore sopra indicato. Nella e-mail occorre specificare:

  • cognome, nome e numero di matricola;
  • corso di studio
  • denominazione dell’insegnamento;
  • data dell'appello e modalità di svolgimento dell’esame (scritto o orale);
  • strumenti compensativi e misure dispensative ritenuti funzionali e richiesti.

La referente confermerà al/alla docente che il/la richiedente ha diritto a fare richiesta di adattamenti in sede d'esame e che tali adattamenti devono essere concordati con il/la docente. Il/la docente risponderà comunicando se è possibile utilizzare gli adattamenti richiesti.
Le richieste devono essere inviate almeno 10 giorni prima della data dell’appello al fine di consentire al/alla docente di valutarne il contenuto. In particolare, nel caso in cui si intenda usufruire di mappe
concettuali per l’esame (che devono essere molto più sintetiche rispetto alle mappe usate per lo studio) se l’invio non rispetta i tempi previsti non vi sarà il tempo tecnico necessario per apportare eventuali modifiche.

Per ulteriori informazioni in merito alla richiesta di servizi e adattamenti consultare le Linee guida.