Salta al contenuto principale della pagina

PROVA FINALE

CODICE 106569
ANNO ACCADEMICO 2022/2023
CFU
  • 12 cfu al 2° anno di 11265 ARCHEOLOGIE: PROFESSIONE E SAPERI (ARCHEOPES)(LM-2) - GENOVA
  • LINGUA Italiano
    SEDE
  • GENOVA
  • MATERIALE DIDATTICO AULAWEB

    PRESENTAZIONE

    La prova finale comporta la composizione di un elaborato scritto, che consisterà in uno studio approfondito su un tema di ricerca scientifica coerente con la preparazione del candidato e con le finalità del Corso di Studio, e nella successiva discussione orale dell’elaborato.

    OBIETTIVI E CONTENUTI

    OBIETTIVI FORMATIVI

    La prova finale sarà finalizzata all’acquisizione, da parte dello studente, della capacità di orientarsi nell’ambito dei principali repertori bibliografici di ambito archeologico e di affrontare in maniera critica, e con l’impiego di metodologie e strumenti adeguati, l’analisi lo studio di materiali e contesti archeologici. Gli studenti impareranno a produrre un elaborato scritto originale su un tema coerente con le tematiche affrontate dal CdS, sapranno strutturarlo secondo le modalità di organizzazione e formattazione dei testi scientifici in ambito archeologico e saranno in grado di esporne e argomentarne chiaramente i contenuti.

    OBIETTIVI FORMATIVI (DETTAGLIO) E RISULTATI DI APPRENDIMENTO

    Nel corso dell’elaborazione della tesi, sotto la guida di un Relatore e la supervisione di un Correlatore, il candidato acquisirà:

    • padronanza degli strumenti critici e metodologici
    • confidenza con la bibliografia relativa all’argomento trattato
    • conoscenza e capacità di analisi dei problemi posti dall’argomento trattato
    • abilità argomentativa
    • capacità espressiva con uso appropriato del lessico tecnico.

    ESAMI

    MODALITA' D'ESAME

    Predisposizione di un elaborato scritto e successiva discussione orale.

    MODALITA' DI ACCERTAMENTO

    Il voto finale sintetizza tutta la carriera dello studente, tenendo conto del raggiungimento da parte dello stesso degli obiettivi formativi del Corso di Laurea Magistrale.

    Il voto finale risulta dalla somma di tre elementi:

    1. media curriculare;
    2. valutazione della carriera dello studente;
    3. valutazione della prova finale.

    In particolare:

    1. la media curriculare (espressa in centodecimi e arrotondata per difetto sotto lo 0,500 millesimi e per eccesso sopra lo 0,500 millesimi) è costituita dalla media pesata sui CFU delle votazioni riportate per le attività didattiche inserite nel piano di studio del candidato che prevedono una votazione finale ed è trasmessa alla Commissione dalle segreterie studenti insieme alla carriera;
    2. per la valutazione della carriera dello studente la Commissione può attribuire 1 punto se il candidato ha partecipato ad un programma di mobilità internazionale per motivi di studio nel corso del quale ha sostenuto con esito positivo esami curriculari per almeno 12 CFU per un periodo di studio pari a un semestre e almeno 18 CFU per un periodo di studio pari a due semestri consecutivi;
    3. per la prova finale il punteggio massimo complessivo attribuibile è pari a 6 punti (qualità dell’elaborato finale; capacità di presentare e discutere l’elaborato, rispondendo alle domande formulate dalla Commissione).

    Il voto finale deriva da un unico arrotondamento effettuato sul punteggio risultante dalla somma di tutti gli elementi precedenti. L’arrotondamento avviene:

    • per difetto, laddove i decimali siano minori di 5;
    • per eccesso, laddove i decimali siano maggiori o uguali a 5.

    L’eventuale aggiunta della lode alla votazione finale di 110 su 110 è concessa dalla Commissione solo con riferimento alla valutazione dell’elaborato finale.

    L’esame di laurea è superato se la votazione finale non è inferiore a 66/110.

    ALTRE INFORMAZIONI

    Il Calendario delle discussioni viene pubblicato sul sito web di Scuola e nella sezione “Avvisi” del sito web del CdS circa una settimana prima dell’inizio della sessione.

    Il giorno previsto per la discussione, prima dell’inizio della seduta, lo studente dovrà consegnare direttamente alla Commissione di Laurea una copia dell’elaborato, che il neolaureato è tenuto a ritirare all’atto della proclamazione e della firma dei verbali. Gli elaborati non ritirati non potranno essere successivamente richiesti all’Ateneo, che non assume responsabilità circa la loro conservazione.