Salta al contenuto principale della pagina

FILOSOFIA DELLA SCIENZA

CODICE 65120
ANNO ACCADEMICO 2022/2023
CFU
  • 6 cfu al 2° anno di 8769 INFORMAZIONE ED EDITORIA (LM-19) - GENOVA
  • 9 cfu al 2° anno di 8455 FILOSOFIA (L-5) - GENOVA
  • 9 cfu al 3° anno di 8459 STORIA (L-42) - GENOVA
  • SETTORE SCIENTIFICO DISCIPLINARE M-FIL/02
    SEDE
  • GENOVA
  • PERIODO 2° Semestre
    MATERIALE DIDATTICO AULAWEB

    PRESENTAZIONE

    Il corso di Filosofia della scienza è un insegnamento introduttivo ai principali problemi della filosofia della scienza contemporanea. Durante il corso saranno trattati temi di base quali: deduzione e induzione, controllo empirico e conferma, teoria e osservazione, cambiamento teorico e progresso scientifico, realismo e anti-realismo, spiegazione scientifica, valori e scienza.

    OBIETTIVI E CONTENUTI

    OBIETTIVI FORMATIVI

    Offrire un quadro esaustivo dei rapporti tra filosofia e scienza in epoca moderna e contemporanea, con particolare attenzione a temi classici quali “teoria scientifica”, “scienza e metafisica” e “progresso scientifico”. Trattare le correnti epistemologiche più significative, mediante la lettura di testi.

    OBIETTIVI FORMATIVI (DETTAGLIO) E RISULTATI DI APPRENDIMENTO

    Obiettivi dell'insegnamento sono: 
    - Introdurre l’apparato concettuale e terminologico appropriato per cominciare a riflettere in modo autonomo sulle questioni filosofiche riguardanti la scienza e le singole scienze; 
    - Fornire agli studenti la preparazione epistemologica fondamentale, che consenta loro di affrontare in seguito simili tematiche a livello specialistico;
    - Esaminare in modo critico i principali temi e problemi indagati dalla filosofia della scienza contemporanea;
    - Discutere le principali posizioni teoriche circa la natura della scienza, la sua struttura e il ruolo che occupa nella società contemporanea, attraverso il riferimento diretto a testi fondamentali della tradizione filosofica e alle prospettive contemporanee.

    Al termine dell'insegnamento, lo studente dovrà essere in grado di: 
    - Conoscere il vocabolario filosofico e i concetti specifici della disciplina, nonché gli strumenti concettuali atti a svolgere argomentazioni chiare e rigorose; 
    - Comprendere, spiegare e sintetizzare testi classici e contemporanei della filosofia della scienza; 
    - Applicare gli strumenti analitici e concettuali propri della disciplina nella discussione di problemi riguardanti la scienza, provando anche a proporre in modo autonomo argomentazioni e contro-argomentazioni.

    PREREQUISITI

    Nessuno.

    MODALITA' DIDATTICHE

    Il corso consisterà di lezioni frontali tenute dalla docente ed eventuali seminari su temi specifici tenuti da esperti/e esterni/e, riconosciuti/e a livello internazionale. Coloro che frequentano regolarmente potranno inoltre concordare con la docente un’eventuale presentazione in classe.

    Occorre iscriversi ad Aulaweb, dove saranno caricati materiali utili per il corso.

    Le lezioni si terranno auspicabilmente in presenza.

    PROGRAMMA/CONTENUTO

    Programma per coloro che utilizzano l'insegnamento per 6 cfu

    Durante il corso saranno esaminati in modo critico e articolato alcuni temi generali della filosofia della scienza contemporanea facendo esplicito riferimento alle correnti epistemologiche più significative.

    Nel corso saranno discussi temi classici della filosofia della scienza quali: il carattere distintivo dell'attività scientifica e il problema della demarcazione, le principali forme del ragionamento scientifico, il problema del controllo empirico e della conferma, il rapporto tra teoria e osservazione, il confronto fra concezioni alternative del cambiamento teorico e del progresso scientifico, il dibattito tra riduzionismo e anti-riduzionismo, la disputa tra realismo e anti-realismo, il carattere della spiegazione scientifica. 

    I problemi e le proposte teoriche considerati saranno illustrati e discussi attraverso la lettura di testi filosofici rilevanti e alla luce di esempi reali tratti dalla storia e dalla pratica dell'indagine scientifica.

     

    Programma per coloro che utilizzano l'insegnamento per 9 cfu

    Durante il corso saranno esaminati in modo critico e articolato alcuni temi generali della filosofia della scienza contemporanea facendo esplicito riferimento alle correnti epistemologiche più significative.

    Nella prima parte del corso saranno discussi temi classici della filosofia della scienza quali: il carattere distintivo dell'attività scientifica e il problema della demarcazione, le principali forme del ragionamento scientifico, il problema del controllo empirico e della conferma, il rapporto tra teoria e osservazione, il confronto fra concezioni alternative del cambiamento teorico e del progresso scientifico, il dibattito tra riduzionismo e anti-riduzionismo, la disputa tra realismo e anti-realismo, il carattere della spiegazione scientifica.

    Nella seconda parte del corso saranno invece analizzati: la distinzione tra valori cognitivi e non cognitivi, il ruolo dei valori all’interno dell’impresa scientifica, le epistemologie femministe e le prospettive naturaliste, il rapporto tra scienza, politica e democrazia.

    I problemi e le proposte teoriche considerati saranno illustrati e discussi attraverso la lettura di testi filosofici rilevanti e alla luce di esempi reali tratti dalla storia e dalla pratica dell'indagine scientifica.

    N.B. Il programma per gli studenti che intendano biennalizzare l'esame dovrà essere concordato direttamente con la docente.

    TESTI/BIBLIOGRAFIA

    Programma per coloro che utilizzano l'insegnamento per 6 cfu

    1) Testo obbligatorio:
    - per gli studenti del corso di laurea in Filosofia: P. Godfrey-Smith, Teoria e realtà. Introduzione alla filosofia della scienza, Milano, Cortina, 2022.
    - per gli studenti degli altri corsi di laurea: M.C. Amoretti e D. Serpico, Filosofia della scienza. Parole chiave, Roma, Carocci, 2022.

    2) Un testo a scelta tra:
    - P. Duhem, Verificazione e olismo, Roma, Armando, 2006.
    - P.K. Feyerabend, Contro il metodo, Milano, Feltrinelli, 1995.
    - T.S. Kuhn, La struttura delle rivoluzioni scientifiche, Torino, Einaudi, 2009.
    - I. Lakatos, La metodologia dei programmi di ricerca scientifici, Milano, Saggiatore, 2001.
    - I. Lakatos, P. Feyerabend, Sull'orlo della scienza, Milano, Raffaello Cortina, 1995.
    - K.R. Popper, Logica della scoperta scientifica, Torino, Einaudi, 1998.
    - W.V.O. Quine, Da un punto di vista logico, Milano, Raffaello Cortina, 2004.
    - B.C. van Fraassen, L’immagine scientifica, Bologna, CLUEB, 1985.

    - Opzionale: durante il corso saranno letti e discussi alcuni testi tratti da: G. Boniolo, M.L. Dalla Chiara, G. Giorello, C. Sinigaglia, S. Tagliagambe, Filosofia della scienza, Raffaello Cortina, Milano, 2002.

     

    Programma per coloro che utilizzano l'insegnamento per 9 cfu

    1) Testi obbligatori:
    - per gli studenti del corso di laurea in Filosofia: P. Godfrey-Smith, Teoria e realtà. Introduzione alla filosofia della scienza, Milano, Cortina, 2022.
    - per gli studenti degli altri corsi di laurea: M.C. Amoretti e D. Serpico, Filosofia della scienza. Parole chiave, Roma, Carocci, 2022.

    2) Un testo a scelta tra:
    - P. Duhem, Verificazione e olismo, Roma, Armando, 2006.
    - P.K. Feyerabend, Contro il metodo, Milano, Feltrinelli, 1995.
    - T.S. Kuhn, La struttura delle rivoluzioni scientifiche, Torino, Einaudi, 2009.
    - I. Lakatos, La metodologia dei programmi di ricerca scientifici, Milano, Saggiatore, 2001.
    - I. Lakatos, P. Feyerabend, Sull'orlo della scienza, Milano, Raffaello Cortina, 1995.
    - K.R. Popper, Logica della scoperta scientifica, Torino, Einaudi, 1998.
    - W.V.O. Quine, Da un punto di vista logico, Milano, Raffaello Cortina, 2004.
    - B.C. van Fraassen, L’immagine scientifica, Bologna, CLUEB, 1985.

    3) Un testo a scelta tra:
    - P. Barrotta, Scienza e democrazia, Roma, Carocci, 2016.
    - G. Boniolo, Il pulpito e la piazza, Milano, Raffaello Cortina, 2010.
    - H. E. Douglas, Science, policy, and the value-free ideal, Pittsburgh, University of Pittsburgh Press, 2009.
    - J. Dupré, The Disorder of Things: Metaphysical Foundations of the Disunity of Science, Harvard University Press, 1995.
    - P. Kitcher, La scienza in una società democratica, Milano, Ariele, 2014.
    - M. Solomon, Social Empiricism, MIT Press, 2007.

    - Opzionale: durante il corso saranno letti e discussi alcuni testi tratti da: G. Boniolo, M.L. Dalla Chiara, G. Giorello, C. Sinigaglia, S. Tagliagambe, Filosofia della scienza, Raffaello Cortina, Milano, 2002.N.B. La bibliografia per gli studenti che intendano biennalizzare l'esame dovrà essere concordata direttamente con la docente.

     

    DOCENTI E COMMISSIONI

    Commissione d'esame

    MARIA CRISTINA AMORETTI (Presidente)

    MARCELLO FRIXIONE

    DAVIDE SERPICO (Supplente)

    LEZIONI

    INIZIO LEZIONI

    Febbraio 2023

    Orari delle lezioni

    FILOSOFIA DELLA SCIENZA

    ESAMI

    MODALITA' D'ESAME

    Frequentanti: esame orale vertente sul contenuto delle lezioni e sui testi scelti all'interno della bibliografia. Coloro che frequentano regolarmente potranno sostituire uno dei volumi a scelta con una relazione in classe su un argomento da concordare con la docente. Le modalità e le tempistiche della presentazione saranno concordate a lezione. 

    NON frequentanti: esame orale vertente sui testi scelti all'interno della bibliografia.

    La preiscrizione all’esame è obbligatoria e deve essere effettuata almeno una settimana prima dell’appello prescelto.

     

    MODALITA' DI ACCERTAMENTO

    Frequentanti: l'esame orale valuta la capacità dello studente di conoscere il vocabolario filosofico e i concetti specifici della disciplina, nonché quella di comprendere, spiegare e sintetizzare testi classici e contemporanei della filosofia della scienza, provando anche a proporre in modo autonomo argomentazioni e contro-argomentazioni (20 punti su 30) – gli studenti frequentanti potranno dimostrare questi punti anche attraverso una presentazione orale in classe, che andrà a sostituire parte dell’esame orale; l’esame orale valuta inoltre la capacità dello studente di applicare gli strumenti analitici e concettuali propri della disciplina nella discussione di problemi riguardanti la scienza (10 punti su 30).

    NON frequentanti: l'esame orale valuta la capacità dello studente di conoscere il vocabolario filosofico e i concetti specifici della disciplina, nonché quella di comprendere, spiegare e sintetizzare testi classici e contemporanei della filosofia della scienza, provando anche a proporre in modo autonomo argomentazioni e contro-argomentazioni (20 punti su 30); tale esame valuta inoltre la capacità dello studenti di applicare gli strumenti analitici e concettuali propri della disciplina nella discussione di problemi riguardanti la scienza (10 punti su 30).

    In entrambi i casi, ai fini della valutazione saranno presi in considerazione l'uso corretto del lessico filosofico, la qualità dell'esposizione, nonché la capacità di ragionamento critico e argomentativo.

     

    Calendario appelli

    Data Ora Luogo Tipologia Note

    ALTRE INFORMAZIONI

    Coloro che fossero impossibilitati a frequentare le lezioni sono tenuti a mettersi in contatto con la docente.