Salta al contenuto principale della pagina

PATOLOGIA GENERALE

CODICE 67944
ANNO ACCADEMICO 2022/2023
CFU
  • 5 cfu al 2° anno di 9276 INFERMIERISTICA(L/SNT1) - CHIAVARI
  • 5 cfu al 2° anno di 9276 INFERMIERISTICA(L/SNT1) - SAVONA
  • 5 cfu al 2° anno di 9276 INFERMIERISTICA(L/SNT1) - LA SPEZIA
  • 5 cfu al 2° anno di 9276 INFERMIERISTICA(L/SNT1) - IMPERIA
  • 5 cfu al 2° anno di 9276 INFERMIERISTICA(L/SNT1) - GE GALLIERA
  • 5 cfu al 2° anno di 9276 INFERMIERISTICA(L/SNT1) - GE ASL 3
  • 5 cfu al 2° anno di 9276 INFERMIERISTICA(L/SNT1) - GE SAN MARTINO
  • SETTORE SCIENTIFICO DISCIPLINARE MED/04
    LINGUA Italiano
    SEDE
  • CHIAVARI
  • SAVONA
  • LA SPEZIA
  • IMPERIA
  • GE GALLIERA
  • GE ASL 3
  • GE SAN MARTINO
  • PERIODO 1° Semestre
    MODULI Questo insegnamento è un modulo di:
    MATERIALE DIDATTICO AULAWEB

    PRESENTAZIONE

    Il corso si prefigge di insegnare agli studenti lo studio delle cause di malattia, del danno da esse derivato, della reazione dell’organismo al danno (infiammazione ed immunità), del riparo dei tessuti danneggiati e le basi dell’oncologia generale.

    OBIETTIVI E CONTENUTI

    OBIETTIVI FORMATIVI

     

    Acquisire le conoscenze dell’origine e dei meccanismi fisiopatologici che stanno alla base dei processi infiammatori, degenerativi e neoplastici della patologia umana.

    OBIETTIVI FORMATIVI (DETTAGLIO) E RISULTATI DI APPRENDIMENTO

    OBIETTIVI FORMATIVI :

    L’insegnamento si pone l’obiettivo di fornire allo studente le conoscenze di base per comprendere i principali processi patologici a carico dei tessuti umani e i meccanismi basilari di risposta al danno.

    RISULTATI DI APPRENDIMENTO ATTESI:

    I risultati attesi sono la comprensione dei principali meccanismi che inducono lo stato di malattia e la capacità di coordinare le nozioni apprese durante il corso in maniera organica. 
    Al termine dell’insegnamento, lo studente avrà imparato a chiedersi il “perché” ed il “come” si costituisca il fatto patologico e sarà in grado di spiegare i meccanismi patogenetici delle principali cause di malattia. Sarà inoltre in grado di classificare e distinguere le diverse risposte dell’organismo allo stimolo lesivo.

    PREREQUISITI

    Per riuscire a comprendere al meglio gli argomenti trattati durante il corso, lo studente dovrà avere adeguate conoscenze di biochimica, anatomia e fisiologia umana.

    MODALITA' DIDATTICHE

    L'insegnamento prevede 30 ore di lezioni frontali sugli argomenti di Patologia generale  e 6 ore di lezioni frontali durante le quali verranno affrontati gli argomenti di immunologia.

    PROGRAMMA/CONTENUTO

    Introduzione alla patologia generale

    • Campo di studio della Patologia Generale.
    • Danno cellulare: Meccanismo di danno cellulare.
    • Risposta al danno: processi regressivi (concetto di atrofia, degenerazione, morte cellulare) e progressivi (concetto di ipertrofia/iperplasia, metaplasia, neoplasia)

    Eziologia generale

    • Definizione di causa intrinseca ed estrinseca.

    Cause estrinseche di natura fisica:

    Radiazioni.

    • Definizione e classificazione.
    • Effetti delle radiazioni a livello atomico.
    • Effetti patogeni delle radiazioni (a livello molecolare, cellulare, tissutale, panirradiazione).

    Cause di natura termica

    • Concetto di equilibrio termico. Ustioni (e loro conseguenze generali) e congelamenti. Concetti generali su colpo di sole, colpo di calore ed assideramento.

    Cause estrinseche di natura chimica:

    • Modalità di azione patogena della sostanze chimiche: alterazione del pH (applicazione locale di acidi o basi); concetto di sistema tampone e principali sistemi tampone dell’organismo; azione solvente; azione denaturante; azione tossica.
    • Vie di somministrazione (cenni), concetti di DML e DL50.
    • Classificazione dei veleni per origine (generalità).
    • Difese congenite contro i veleni.
    • Meccanismi di biotrasformazione degli xenobiotici.

    infiammazione

    • Definizione, cause, caratteri.
    • Fasi: la vasocostrizione, la vasodilatazione, l’iperemia attiva e passiva, la chemiotassi e la fagocitosi, la formazione dell’edema infiammatorio.
    • Classificazione delle infiammazioni acute: i vari tipi di essudato.
    • Concetto di mediatore chimico. I mediatori chimici di origine cellulare e plasmatica.
    • La reazione di fase acuta: meccanismi e significato.
    • Fase di risoluzione dell’infiammazione acuta e suoi possibili esiti: guarigione (con restitutio ad integrum od esito cicatriziale) e cronicizzazione.
    • L’infiammazione cronica: caratteri e cellule dell’infiltrato infiammatorio cronico. Patogenesi della cronicizzazione.
    • I tipi di infiammazione cronica (diffusa e granulomatosa).
    • Granulomi: definizione ed eziologia. Struttura del granuloma.
    • Patologie granulomatose: tubercolosi e sifilide (cenni).

    Guarigione

    • Concetti di rigenerazione e riparazione. Guarigione per prima o seconda intenzione. Guarigione della ferita cutanea e sue fasi: formazione del coagulo, fase infiammatoria, formazione del tessuto di granulazione, riepitelizzazione, rimodellamento. Principali fattori interferenti con la guarigione delle ferite.

    Oncologia Generale

    • Definizione di neoplasia: concetti di autonomia, afinalismo, progressione.
    • Concetto di anaplasia: atipie morfologiche; atipie biochimiche; atipie del comportamento.
    • Concetto di marcatore tumorale.
    • Concetto di iniziazione,  promozione e progressione neoplastica.
    • Le metastasi: definizione, vie di metastatizzazione, concetto di organotropismo.
    • Oncogèni e oncosoppressori.

    Eziologia dei tumori:

    • Ereditarietà: concetti di rischio generico e rischio specifico.
    • Fattori fisici cancerogeni: le radiazioni.
    • Fattori chimici cancerogeni: le classi di sostanze cancerogene.
    • Cancerogenesi virale (cenni).
    • Classificazione delle neoplasie: classificazione per comportamento (benigni e maligni); classificazione per istogenesi (tumori epiteliali e connettivali); classificazione per gradazione e stadiazione (sistema TNM).

    IMMUNOLOGIA

    • Caratteristiche del sistema immunitario.
    • Gli Organi linfoidi primari  e secondari.
    • Risposta Immunitaria innata (naturale) e specifica (acquisita).
    • Cellule dell'immunità innata.
    • Cellule dell'Immunità specfica: Linfociti T e Linfociti B.
    • Il complemento (cenni).
    • Ipotesi della selezione clonale (cenni).
    • Aspetti strutturali degli antigeni. Definizione di epitopo.
    • Struttura e funzioni degli anticorpi, classi anticorpali.
    • Sistema maggiore di istocompatibilità di classe I e II (MHC): struttura e funzione.
    • Processazione e presentazione dell'antigene ai linfociti T.
    • Le citochine.
    • Reazioni di ipersensibilità (I-IV) e autoimmunità (cenni).

    TESTI/BIBLIOGRAFIA

    Libri di appoggio:

    • GM Pontieri, Elementi di Patologia generale, Piccin; 
    • Gonzalez - Mainiero - Palmieri – Paolini, Biologia e patologia del sistema immunitario, Piccin.

    DOCENTI E COMMISSIONI

    Commissione d'esame

    PAOLO BUCCHIONI

    FRANCA DEIANA

    GRAZIA MARIA SPAGGIARI

    CINZIA SCARONE

    ALESSANDRO RASO

    GABRIELLA PIETRA

    GIAMPAOLA PESCE

    CHIARA PERFUMO

    SUSANNA PENCO

    LUCA MASTRACCI

    BARBARA MARENGO

    FEDERICA GRILLO

    ANNA LISA FURFARO

    ROBERTO FIOCCA

    ANTONIO EBBLI

    PIER ANDREA DUSI

    VINCENZO DI PILATO

    STEFANIA VERNAZZA

    ROBERTA RICCIARELLI (Presidente e Coordinatore di corso integrato)

    NICOLA TRAVERSO (Presidente Supplente)

    LEZIONI

    INIZIO LEZIONI

    I semestre, da ottobre 2018.

    Orari delle lezioni

    L'orario di tutti gli insegnamenti è consultabile su EasyAcademy.

    ESAMI

    MODALITA' D'ESAME

    L'esame si svolge a livello di corso integrato, in modalità scritta e orale, come di seguito specificato:

    • Il test di Anatomia patologica è un quiz a risposta multipla, composto da 15 domande.
    • Il test di Microbiologia è un quiz a risposta multipla, composto da 15 domande.
    • La prova di Patologia generale è orale.

    Lo studente dovrà individuare la risposta corretta tra le 3 risposte proposte.
    Per le prove scritte, il LAP (Livello accettabile di performance): 9 (lo studente deve aver risposto correttamente ad almeno 9 domande sulle 15 totali). 

    MODALITA' DI ACCERTAMENTO

    Lo studente sarà esaminato sui contenuti di almeno uno degli argomenti di Patologia generale svolti a lezione ed almeno uno degli argomenti di Immunologia, con domande atte a valutare il livello di apprendimento, le capacità comunicative e quelle di fare connessioni tra i vari argomenti richiesti. Affinché l’esame venga superato, la conoscenza e la definizione degli elementi base della materia devono risultare soddisfacenti.

    ALTRE INFORMAZIONI

    Il colloquio con il docente di riferimento potrà essere richiesto via mail o telefonicamente. I contatti  dei vari docenti sono reperibili sul sito internet dell’università, all’indirizzo https://unige.it/staff