Salta al contenuto principale della pagina

LABORATORIO PROFESSIONALE PROPEDEUTICO AL TIROCINIO III ANNO

CODICE 70735
ANNO ACCADEMICO 2022/2023
CFU
  • 1 cfu al 3° anno di 9293 TECNICHE DI LABORATORIO BIOMEDICO(L/SNT3) - GENOVA
  • SETTORE SCIENTIFICO DISCIPLINARE MED/46
    LINGUA Italiano
    SEDE
  • GENOVA
  • PERIODO Annuale
    MODULI Questo insegnamento è un modulo di:
    MATERIALE DIDATTICO AULAWEB

    OBIETTIVI E CONTENUTI

    OBIETTIVI FORMATIVI (DETTAGLIO) E RISULTATI DI APPRENDIMENTO

    Il Laboratorio Propedeutico del III anno di corso di Tecniche di Laboratorio  Biomedico si prefigge di impartire agli studenti alcune nozioni relative alla frequenza di laboratori specialistici oltre che lo svolgimento di alcuni test in autonomia.

    MODALITA' DIDATTICHE

    Esercitazione in Laboratorio

    PROGRAMMA/CONTENUTO

    Tecniche cromatografiche: dosaggio dei metaboliti acidi delle catecolamine urinarie: VMA, HVA. 5-HIAA; preparazione del campione ed estrazione su DISP. COL; utilizzo di sistema HPLC per la separazione cromatografica e detector Elettrochimico; calibrazione del sistema HPLC e calcolo del fattore di calibrazione; calcolo della concentrazione di VMA, HVA, 5-HIAA nei controlli e nei campioni; principali modi di esprimere le concentrazioni dei soluti nelle soluzioni, di maggior uso in laboratorio: % peso, % volume,molarità, molalità, ppm; come diluire una soluzione di HCl al 35% (soluzione concentrata commerciale per i laboratori) per ottenere: a) soluzione *HCl* *6N* (concentrazione utilizzata per preparare il conservante per i campioni di urine per dosaggi di Catecolamine, Metanefrine ecc. in HPLC); b) soluzione*HCl* *0,05 N* (concentrazione utilizzata per preparare calibratori e controlli per Catecolamine, Metanefrine ecc. in HPLC)

    Tecniche di biologia molecolare: Manualità necessaria per la pratica di tecniche di biologia molecolare.  Scelta del protocollo appropriato alla finalità diagnostica. Preparazione del materiale e dei reagenti necessari (simulazioni). Diluizioni dei reagenti concentrati (simulazioni). Allestimento della reazione di sequenziamento (simulazioni). Utilizzo termociclatore (simulazioni). Conoscenza e funzionamento sequenziatore automatico. Lettura ed interpretazione dell’elettroferogramma.

    Tecniche di immunoematologia: cenni di normativa trasfusionale, ruolo e la professionalità del TSBL in immunoematologia e cenni sull’organizzazione di un laboratorio di immunoematologia e trasfusionale; cenni sistema eritrocitario. antigene-anticorpo, sistema ABO, fenotipo Rh, sistema Kell; allestimento  ed esecuzione di una determinazione di gruppo diretto e indiretto su piastra, in provetta, su vetrino e in schedina; interpretazione dei risultati , discussione, risoluzione di eventuali problematiche derivate da discrepanze dei risultati; determinazione gruppo diretto e test di Coombs diretto  su sangue da funicolo, esecuzione  (se tcd positivo) dell’eluato, allestimento della ricerca anticorpale, identificazione e interpretazione dei risultati con la master list; determinazione gruppo diretto/ indiretto e test di Coombs indiretto su sangue materno; in caso di positività eventuale allestimento della ricerca anticorpale , identificazione e interpretazione dei risultati con la master list; presentazione e discussione di casi vari di MEA e MEN; test di Coombs diretto/indiretto su campioni di donatori/pazienti;  in caso di positività, esecuzione del test di Coombs frazionato nel primo caso e, nel secondo, allestimento del  pannello a 11 cellule, che, in base alle positività  ottenute, si può eseguire in schedina o in provetta. Interpretazione dei risultati; prova crociata; esecuzione test sia in schedina che  in provetta.; dimostrazione del corretto utilizzo delle pipette automatiche e dell’importanza della corretta dispensazione, sia dei reagenti, che del siero, che delle emazie, per avere un ottimo risultato dell’interpretazione dei test; cenni su CdQ all’interno di un laboratorio di Immunoematologia.

    Tecniche di immunoistochimica: lettura ed interpretazione data- sheet anticorpi IHC; preparazione protocolli per testare un anticorpo; Diluizioni di anticorpo concentrato (simulazioni); Manualità necessaria con strumenti per IHC; preparazione fac simile di una seduta di immunoistochimica; preparazione vetrini e scelta dei vetrini efficaci in IHC; conoscenza e scelta dei reagenti efficaci per una seduta di IHC; protocollo per testare la reazione anticorpale e valutazione di controlli positivi; preparazione di TRIS Buffer solution; preparazione del materiale citologico per test IHC; definizione dei protocolli immunocitochimici; accensione e controllo funzionalità di Criostato; posizionamento tessuti per prova di taglio (origine animale); prove di taglio al Criostato su tessuti diversi (origine animale): problematiche pratiche da affrontare; colorazioni eseguibili; controllo vetrini.

    DOCENTI E COMMISSIONI

    Commissione d'esame

    CRISTINA CUSATO (Presidente)

    NICOLA TRAVERSO (Presidente)

    ALESSANDRA SIGNORETTI (Presidente e Coordinatore di corso integrato)

    LEZIONI

    INIZIO LEZIONI

    Prima dell'inizio di tirocinio del I e II semestre

    Orari delle lezioni

    L'orario di tutti gli insegnamenti è consultabile su EasyAcademy.

    ESAMI

    MODALITA' D'ESAME

    Non è prevista alcuna verifica

    MODALITA' DI ACCERTAMENTO

    Non è prevista alcuna verifica