Salta al contenuto principale della pagina

LETTERATURA E CULTURA PORTOGHESE I

CODICE 55863
ANNO ACCADEMICO 2022/2023
CFU
  • 6 cfu al 1° anno di 8740 LINGUE E CULTURE MODERNE (L-11) - GENOVA
  • SETTORE SCIENTIFICO DISCIPLINARE L-LIN/08
    LINGUA Italiano
    SEDE
  • GENOVA
  • PERIODO 1° Semestre
    MATERIALE DIDATTICO AULAWEB

    PRESENTAZIONE

    Il corso prevede un'introduzione generale alle letterature di lingua portoghese e un approfondimento della loro relazione con i rispettivi contesti socio-culturali: Portogallo, Brasile, paesi africani di lingua ufficiale portoghese. 

    L'insegnamento è rivolto agli studenti del I anno per un totale di 36 ore (6 cfu)

     

    OBIETTIVI E CONTENUTI

    OBIETTIVI FORMATIVI

    L’insegnamento si prefigge di far conoscere i diversi aspetti della storia culturale e letteraria dei paesi di lingua portoghese, soprattutto degli ultimi secoli, mettendo in evidenza gli aspetti di uniformità e differenziazione nell'area lusofona.

    OBIETTIVI FORMATIVI (DETTAGLIO) E RISULTATI DI APPRENDIMENTO

    La storia letteraria dei paesi di lingua portoghese viene messa in stretta connessione con le dinamiche storico-politiche. Risulta dunque fondamentale il dialogo interdisciplinare. Nel caso portoghese sarà essenziale acquisire competenze legate alla dimensione marittima (le Scoperte geografiche) e politica (specie per quanto riguarda il Novecento). Per il Brasile, l'insegnamento si avvarrà di elementi di antropologia (per affrontare temi specifici quali la formazione della scocietà brasiliana in rapporto alla schiavitù e l'universo indigeno).

    MODALITA' DIDATTICHE

    le lezioni sono tenute in italiano e saranno in modalità presenziale. Il corso prevede inoltre alcune lezioni a carattere seminariale e conferenze tenute da docenti di altre università e la presentazione di volumi con l’intervento di scrittori e traduttori.

    La frequenza non è obbligatoria e non viene monitorata ma è comunque vivamente consigliata, specie a coloro che non abbiano mai ricevuto alcuna base riguardo alle letterature lusofone.

     

     

    PROGRAMMA/CONTENUTO

    Dopo un’introduzione generale alle principali linee teoriche della letteratura e degli studi culturali, le lezioni si snodano in un percorso attraverso le letterature e le culture lusofone: quella portoghese, quella brasiliana e quelle africane prodotte dai paesi di lingua ufficiale portoghese. Saranno analizzate in particolare le tappe più importanti e gli snodi fondamentali: le origini (la lirica Gallego-portoghese), la storiografia quattrocentesca (e la materia dei Descobrimentos), il Cinquecento (dalla “scoperta” del Brasile” all’epica camoniana), il declino e il difficile cammino nella modernità fino alle Avanguardie del Novecento (con un doppio discorso rivolto da un lato al Modernismo brasiliano e alla San Paolo del ’22 e dall’altro a Fernando Pessoa e alla poetica dell’eteronimia), il periodo dal regime portoghese dello Estado Novo fino alla democrazia e alla contemporaneità.

    TESTI/BIBLIOGRAFIA

    Luciana Stegagno Picchio, Storia della letteratura brasiliana, Torino, Einaudi, 1997

    AA.VV, (a cura di V. Tocco), Breve storia della Letteratura portoghese, Pisa, Carocci

    R.Francavilla, I, Mata, V. Tocco, Le letterature africane in lingua portoghese, Milano, Hoepli, 2022

    AA.VV, La letteratura portoghese - I testi e le idee, a cura di Roberto Vecchi e Vincenzo Russo, Le Monnier, 2017

    Fernando Tavares Pimenta, Storia politica del Portogallo contemporaneo, Torino, Le Monnier

    Boris Fausto, Breve storia del Brasile, Cagliari, Fabula, 2010

    Luís de Camões, I Lusiadi, Milano, Rizzoli, 2001

    Fernando Pessoa, Una sola moltitudine, Vol. I, Milano, Adelphi

    AA.VV, Il Portogallo è grande, in “Limes”, vol. monografico, 2009

    AA.VV, "Passenger - Portogallo", Iperborea, 2019

    Due romanzi a scelta di autoridi lingua portoghese

    Ulteriori materiali critici saranno forniti dal docente nel corso delle lezioni

    La bibliografia è indicativa e andrà discussa insieme al Docente nel corso del Modulo. Si pregano gli studenti non frequentanti di rivolgersi al Docente per concordare la bibliografia.
     

    DOCENTI E COMMISSIONI

    Commissione d'esame

    ROBERTO FRANCAVILLA (Presidente)

    VIRGINIACLARA CAPORALI

    LEZIONI

    INIZIO LEZIONI

    Le lezioni si svolgeranno nel I semestre con inizio martedì 4 ottobre e con il seguente orario:

    martedì 14-15 Aula C del Polo didattico di Lingue

    mercoledì 14-16 Aula 4 Balbi 5

     

    ESAMI

    MODALITA' D'ESAME

    Modalità di valutazione orale costituita da un colloquio in italiano della durata di circa 30 minuti. L'esame consisterà in una verifica orale sui contenuti del corso, attraverso quesiti formulati dalla Commissione. Al candidato sarà posta almeno una domanda per ognuno degli ambiti trattati.

    Per iscriversi all'esame accedere alla pagina internet https:// servizionline.unige.it/studenti/esami.

    MODALITA' DI ACCERTAMENTO

    Il raggiungimento dei risultati di apprendimento attesi sarà valutato attraverso una prova orale e permetterà di verificare, oltre alla qualità dell’esposizione e l’utilizzo corretto del lessico specialistico, la capacità di ragionamento critico, le competenze acquisite nella dimensione storica del testo letterario, la visione d'insieme delle principali connessioni culturali e geo-linguistiche dell'universo lusofono.

    Calendario appelli

    Data Ora Luogo Tipologia Note
    17/01/2023 10:00 GENOVA Orale
    17/01/2023 14:00 GENOVA Orale
    17/01/2023 14:00 GENOVA Orale
    06/02/2023 10:00 GENOVA Orale
    06/02/2023 14:00 GENOVA Orale
    13/06/2023 10:00 GENOVA Orale
    04/07/2023 10:00 GENOVA Orale
    05/09/2023 10:00 GENOVA Orale
    26/09/2023 14:00 GENOVA Orale

    ALTRE INFORMAZIONI

    Si consigliano gli studenti con certificazione di DSA, di disabilità   
    o di altri bisogni educativi speciali di contattare il docente  
    all’inizio del corso per concordare modalità didattiche e dell’esame che,  
    nel rispetto degli obiettivi dell’insegnamento, tengano conto delle  
    modalità di apprendimento individuali e forniscano idonei strumenti  
    compensativi