Salta al contenuto principale della pagina

DIRITTO DEL LAVORO

CODICE 57134
ANNO ACCADEMICO 2022/2023
CFU
  • 6 cfu al 3° anno di 11161 SCIENZE DELL'AMMINISTRAZIONE E DELLA POLITICA (L-16) - GENOVA
  • SETTORE SCIENTIFICO DISCIPLINARE IUS/07
    LINGUA Italiano
    SEDE
  • GENOVA
  • PERIODO 1° Semestre
    MATERIALE DIDATTICO AULAWEB

    PRESENTAZIONE

    Il corso di diritto del lavoro intende fornire le nozioni fondamentali relative alla disciplina dei rapporti individuali di lavoro e delle relazioni sindacali.

     

    Il corso si concentra sulla disciplina del settore privato, esaminata alla luce del diritto dell'UE e particolarmente in una prospettiva storica.

    OBIETTIVI E CONTENUTI

    OBIETTIVI FORMATIVI

    Il corso si propone di affrontare gli elementi istituzionali del diritto del lavoro e di far acquisire agli studenti le conoscenze di base relative al diritto sindacale e al diritto dei rapporti di lavoro, ricostruendo il complesso sistema normativo.

    OBIETTIVI FORMATIVI (DETTAGLIO) E RISULTATI DI APPRENDIMENTO

    ll corso si propone di fornire una conoscenza,  di base ma critica, della disciplina del diritto del lavoro, in una prospettiva storica e attenta ai rapporti con le fonti di diritto dell'UE e con le discipline affini (sociologia del diritto, sociologia del lavoro, storia).

    Obiettivi formativi L’approccio metodologico è volto a far acquisire agli studenti gli strumenti indispensabili: per la comprensione delle dinamiche che interessano nel nostro paese il mondo del lavoro; per una consapevole interpretazione e valutazione del diritto nazionale alla luce dei principi, delle regole e delle politiche del lavoro e sociali dell’Unione Europea; per un successivo autonomo aggiornamento di una disciplina in continua evoluzione.

    Risultati di apprendimento a. Capacità di risolvere problemi: ossia applicare in una situazione reale quanto appreso, individuando gli ambiti di conoscenze che meglio consentono di affrontarla  b. Analizzare e sintetizzare informazioni: ossia acquisire, organizzare e riformulare dati e conoscenze provenienti da diverse fonti c. Formulare giudizi in autonomia: ossia interpretare le informazioni con senso critico e prendere decisioni conseguenti d. Comunicare efficacemente: ossia trasmettere informazioni e idee in forma sia orale sia scritta in modo chiaro e formalmente corretto, esprimendole in termini adeguati rispetto agli interlocutori specialisti o non specialisti del settore e. Apprendere in maniera continuativa: ossia sapere riconoscere le proprie lacune e identificare strategie efficaci volte all’acquisizione di nuove conoscenze e competenze.

    PREREQUISITI

    Il diritto del lavoro è una disciplina di carattere specialistico, per l’apprendimento della quale è necessario avere già acquisito le nozioni istituzionali di base (diritto costituzionale, diritto privato).

     

    Molto utile, per comprendere l'evoluzione della materia, è la conoscenza della storia dell'Ottocento e del Novecento, nonché della cronaca istituzionale dell'ultimo ventennio.

    MODALITA' DIDATTICHE

    Didattica in aula

    Lezioni frontali "partecipate” (consentite dalla limitata numerosità dell'aula), arricchite dalla discussione di casi con gli studenti (anche seguendo l'attualità della materia, in continuo divenire), nonché di presentazione e discussione pubblica delle brevi ricerche che i frequentanti potranno decidere di svolgere su temi concordati con il docente.

    Le modlità didattiche potranno essere modificate secondo le indicazioni del Corso di studio,del Dipartimento, dell'Ateneo in relazione ad eventuali restrizioni delle presenza causa Covid. Le modalità saranno indicate, nel caso, in Aulaweb.

    Per tutti: è necessaria l'iscrizione in aulaweb

    PROGRAMMA/CONTENUTO

    Le origini e l'evoluzione del diritto del lavoro. Sindacato, contrattazione collettiva, conflitto. Lavoro subordinato e lavoro autonomo. Eguaglianza e non discriminazione. Libertà e dignità del lavoratore. I poteri del datore di lavoro e gli obblighi del lavoratore. I diritti del lavoratore e le garanzie di quei diritti. Vicende dell'impresa e rapporti di lavoro. Licenziamenti (individuali e collettivi) e dimissioni.

     

    Il programma per coloro che effettivamente frequenteranno il corso (con l'ausilio del materiali opportunamente inseriti in Aulaweb e le indicazioni dei testi da leggere e/o studiare) sarà limitato ai temi trattati a lezione, con gli approfondimenti svolti in aula (ed eventualmente nei brevi lavori di ricerca che gli studenti, se vorranno, concorderanno il docente e che saranno oggetto di presentazione e discussione in aula e/o in sede di esame).

    TESTI/BIBLIOGRAFIA

    Per i non frequentanti:

    - Lorenzo Gaeta, Storia (illustrata) del diritto del lavoro italiano, Giappichelli, Torino, 2020

    Lorenzo Gaeta, Appunti del corso di diritto del lavoro, Seconda edizione, Giappichelli, Torino, 2020 (escluso Capitolo I)

    o, in alternativa

    A. Di Stasi, S. Giubboni, V. Pinto, Lezioni di diritto del lavoro, Il Mulio, Bologna, 2022 (collegato a piattaforma accessibile anche agli studenti con disbilità visive e dislessia)

    Per i frequentanti:

    -  gli appunti delle lezioni; i materiali (di approfondimento e di aggiornamento) caricati in aulaweb. Saranno indicate ((in Aulaweb, al termine del corso) le parti che  del manuale M.V. Ballestrero - G. De Simone, Diritto del lavoro, V edizione riveduta e aggiornata, 2022, Giappichelli, Torino, da utilizzare come riferimento per i temi trattati a lezione .Ogni indicazione sarà disponibile in Aulaweb.

    - è comunque vivamente consigliata, per meglio comprendere l'evoluzione storica e sociale della materia, la lettura di Lorenzo Gaeta, Storia (illustrata) del diritto del lavoro italiano, Giappichelli, Torino, 2020

    DOCENTI E COMMISSIONI

    LEZIONI

    INIZIO LEZIONI

    Le lezioni inizieranno il 19 settembre e seguiranno il calendario del I semestre, con tre incontri settimanali della durata di due ore.

    Orari delle lezioni

    L'orario di tutti gli insegnamenti è consultabile su EasyAcademy.

    ESAMI

    MODALITA' D'ESAME

    L'esame sarà orale (salvo richiesta dello studente di svolgere una prova scritta,  seguita da un breve orale per verificare la capacità di espimersi in tale forma).

    MODALITA' DI ACCERTAMENTO

    Colloquio orale. Il voto finale è determinato dalla valutazione complessiva delle conoscenze e competenze acquisite, tenendo conto della chiarezza espositiva, della proprietà del lessico specifico della disciplina, della capacità di inquadrare i temi, analizzare i quesiti e i casi proposti e di fornire risposte adeguatamente argomentate sulla base delle appropriate fonti.

    Obiettivo ultimo è quello di accertare che lo studente abbia conseguito in modo sufficiente gli specifici obiettivi formativi e i risultati di apprendimento attesi (v. Obiettivi formativi e risultati di apprendimento, Parte I).

    Calendario appelli

    Data Ora Luogo Tipologia Note

    ALTRE INFORMAZIONI

    Informazioni e aggiornamenti disponibili in aulaweb.

    Il docente può essere contattato via mail gisella.desimone@unige.it e riceve presso il Dipartimento di Giurisprudenza, Via Balbi 22, II piano, Sez. Diritto commerciale e del lavoro.

    Ferma la disponibilità del docente di rispondere a domande (soprattutto pratiche e organizzative) all'inizio o al termine della lezione, il ricevimento si svolge previo appuntamento via mail (per programmare gli accessi).

    Diverse modalità di ricevimento potranno essere definite (e rese note in Aulaweb) in caso di restrizioni alla presenza causa Covid.