Salta al contenuto principale della pagina

PRAGMATICA DELL'INTERAZIONE (LM)

CODICE 108770
ANNO ACCADEMICO 2022/2023
CFU
  • 3 cfu al 1° anno di 8743 TRADUZIONE E INTERPRETARIATO (LM-94) - GENOVA
  • 3 cfu al 2° anno di 8743 TRADUZIONE E INTERPRETARIATO (LM-94) - GENOVA
  • SETTORE SCIENTIFICO DISCIPLINARE L-LIN/01
    SEDE
  • GENOVA
  • PERIODO 2° Semestre
    MATERIALE DIDATTICO AULAWEB

    PRESENTAZIONE

    Questo corso si colloca nell'ambito della pragmatica linguistica e mira ad approfondire le caratteristiche della comunicazione parlata come modalità semiotica prioritaria nell'interazione umana. A partire dalla descrizione della struttura dell'interazione e della conversazione, intese come realizzazioni primarie della natura sociale del linguaggio, nella prima parte del corso verranno illustrati i correlati testuali, semantici, sintattici e pragmatici del parlato spontaneo e i processi di co-costruzione cooperativa della comunicazione dialogica. Saranno altresì illustrati i principali corpora disponibili per lo studio dell'italiano parlato e le loro caratteristiche specifiche. La seconda parte del corso sarà dedicata all'approfondimento di una classe di elementi strategica per la gestione della produzione linguistica in tempo reale: i segnali discorsivi, che verranno esplorati dagli studenti anche attraverso un piccolo percorso di ricerca.

    OBIETTIVI E CONTENUTI

    OBIETTIVI FORMATIVI

    Scopo dell'insegnamento è illustrare i correlati semantici e pragmatici della comunicazione parlata, assumendo l'oralità come modalità fondamentale di diversi tipi di interazione. Il corso mira all'acquisizione delle conoscenze relative alle caratteristiche costitutive del parlato e all'illustrazione degli strumenti per l'analisi di dati linguistici di parlato spontaneo, che gli studenti impareranno a usare in prima persona tramite un piccolo percorso di ricerca.

    OBIETTIVI FORMATIVI (DETTAGLIO) E RISULTATI DI APPRENDIMENTO

    Alla fine del corso lo studente

    • conoscerà i correlati formali e funzionali della modalità parlata
    • conoscerà la struttura dell’interazione e le principali nozioni dell’analisi della conversazione
    • saprà identificare, classificare e descrivere i segnali discorsivi dell’italiano contemporaneo
    • saprà svolgere ricerche linguistiche utilizzando alcuni dei principali corpora di italiano parlato

    PREREQUISITI

    Visto che si tratta di un corso avanzato, si presuppongono le conoscenze di base della linguistica generale.

    MODALITA' DIDATTICHE

    Il corso ha una natura di tipo seminariale, altamente interattiva, che alterna lezioni frontali in cui vengono presentati i temi fondamentali della pragmatica dell'interazione e le principali risorse per lo studio della lingua parlata ad attività laboratoriali in classe (analisi di produzioni di parlato spontaneo, discussione di casi di studio) e alla presentazione di piccole ricerche individuali su temi correlati a quelli trattati a lezione.

    PROGRAMMA/CONTENUTO

    Nella prima parte del corso verranno introdotte le nozioni teoriche fondamentali per lo studio della lingua parlata e i suoi correlati formali e funzionali e alcuni principi di analisi della conversazione. La seconda parte è dedicata all’approfondimento dei segnali discorsivi, elementi strategici fondamentali nella pianificazione e nella co-costruzione dell’interazione in tempo reale, di cui verrà fornita una definizione su base funzionale e una proposta di classificazione. Questa parte si completa con l’illustrazione dei principali corpora disponibili per lo studio dell’italiano parlato e per l’analisi dei segnali discorsivi e sarà caratterizzata da un impianto di tipo laboratoriale e seminariale, che includerà anche la presentazione di piccoli lavori di ricerca sviluppati dagli studenti.

    TESTI/BIBLIOGRAFIA

    Voghera, Miriam. 2017. Dal parlato alla grammatica. Costruzione e forma dei testi spontanei. Roma, Carocci [capitoli 1, 2, 3, 6, 7 e § 4.1]

    Sansò, Andrea. 2020. I segnali discorsivi. Roma: Carocci [cap. 1]

    DOCENTI E COMMISSIONI

    Commissione d'esame

    CHIARA FEDRIANI (Presidente)

    FRANCESCA STRIK LIEVERS

    LEZIONI

    INIZIO LEZIONI

    Il corso si svolgerà nel secondo semestre. Ulteriori dettagli verranno forniti in seguito.

    Orari delle lezioni

    L'orario di tutti gli insegnamenti è consultabile su EasyAcademy.

    ESAMI

    MODALITA' D'ESAME

    L’esame è orale e prevede:

    1. Discussione e presentazione a lezione del tema approfondito autonomamente dallo studente e concordato con la docente.  Gli studenti non frequentanti sono invitati a contattare la docente con congruo anticipo rispetto all’esame per concordare il tema da approfondire e relative letture.
    2. Domande sugli altri argomenti affrontati a lezione (per gli studenti frequentanti) o trattati nella bibliografia del corso.

    MODALITA' DI ACCERTAMENTO

    Con l’esame orale è valutato il livello delle conoscenze teoriche acquisite dallo studente e la capacità di esporre e discutere in modo critico gli argomenti oggetto delle lezioni e dell’approfondimento individuale.

    La valutazione tiene anche conto delle abilità comunicative, con particolare attenzione per la correttezza e chiarezza formale e la padronanza della terminologia specialistica.

    ALTRE INFORMAZIONI

    Si consigliano gli studenti con certificazione di DSA, di disabilità o di altri bisogni educativi speciali di contattare le docenti all’inizio delle lezioni.