Salta al contenuto principale
CODICE 72616
ANNO ACCADEMICO 2023/2024
CFU
SETTORE SCIENTIFICO DISCIPLINARE IUS/08
LINGUA Italiano
SEDE
  • GENOVA
  • IMPERIA
PERIODO 1° Semestre
PROPEDEUTICITA
Propedeuticità in ingresso
Per sostenere l'esame di questo insegnamento è necessario aver sostenuto i seguenti esami:
MATERIALE DIDATTICO AULAWEB

PRESENTAZIONE

L’insegnamento di Tecnica legislativa, attivo presso l’Università di Genova dall’a.a. 2012/13, è uno dei pochissimi del genere nel panorama universitario italiano. Se pur caratterizzato da un indispensabile inquadramento iniziale teorico di diritto costituzionale, l’insegnamento si caratterizza per una forte impronta professionalizzante, avendo per oggetto lo studio anche pratico delle regole di scrittura dei testi normativi, abilità indispensabile specie per il giurista che operi nella P.A.

OBIETTIVI E CONTENUTI

OBIETTIVI FORMATIVI

Gli obiettivi formativi dell’insegnamento, in vista di una professionalizzazione di un giurista che operi specie nella Pubblica Amministrazione, negli organi costituzionali o nelle istituzioni europee/internazionali , sono quelli di: a) fornire agli studenti la conoscenza delle regole strettamente giuridiche di scrittura dei testi normativi nonché degli organi, degli apparati e delle procedure sulla tecnica legislativa; b) fornire agli studenti la possibilità di comprendere le problematiche costituzionalistiche riguardanti la giustiziabilità delle suddette regole; c) fornire agli studenti la consapevolezza circa la necessità di un approccio multi-disciplinare ed anche extra-giuridico nell’opera di progettazione dei testi normativi.

OBIETTIVI FORMATIVI (DETTAGLIO) E RISULTATI DI APPRENDIMENTO

La frequenza, la partecipazione attiva a lezione e lo studio individuale consentiranno agli studenti di:

  • Identificare le regole giuridiche di scrittura dei testi normativi;
  • Comprendere la loro ratio e le problematiche costituzionalistiche connesse alla loro giustiziabilità;
  • Applicare tali regole nella concreta scrittura dei testi normativi;
  • Analizzare un testo normativo dal punto di vista della sua qualità di scrittura;  
  • Valutare criticamente l’effettività di tali regole nel più ampio contesto della forma di governo e nella forma di Stato italiane;
  • Sviluppare la capacità di progettare e scrivere un testo normativo, a partire d un input "politico";
  • Sviluppare la propria immaginazione e creatività, riflessione critica, pensiero strategico, problem solving con particolare riferimento a contesti di innovazione e processi creativi in evoluzione, capacità di trasformare le idee in azioni, autoconsapevolezza (P.S. COMPETENZA TRASVERSALE che consente l'ottenimento, al superamento dell'esame con voto di almeno 30/30, di un OPEN BADGE - OB)

PREREQUISITI

Per affrontare senza difficoltà i contenuti di questo insegnamento, è indispensabile che gli studenti possiedano le conoscenze di diritto costituzionale (ed in particolare riguardanti il sistema delle fonti ed il procedimento legislativo) già acquisite nel corso dell’insegnamento di Diritto costituzionale I.

MODALITA' DIDATTICHE

L’insegnamento si compone di lezioni frontali, per un totale di 36 ore (pari a 6 CFU).

Nel corso delle lezioni, dopo l’illustrazione delle regole di scrittura, saranno svolte alcune esercitazioni pratiche guidate dal Docente su come si scrive un testo di legge. In particolare, sarà compito degli studenti realizzare un progetto di scrittura di testi normativi. A tal fine saranno forniti agli studenti testi normativi “mal scritti” al fine di individuarne i profili controversi; oppure input “politici” che gli studenti dovranno poi “tradurre” in un testo normativo. Alcune esercitazioni pratiche sulla scrittura di un testo di legge, sulla redazione della scheda di analisi tecnico-normativa e sulla redazione di clausole valutative, saranno svolte sotto la guida di funzionari del Consiglio della Regione Liguria.

In prossimità del termine dell’insegnamento, ove si registrasse un numero sufficiente di studenti interessati a parteciparvi, il Docente organizzerà:

a) un incontro a Genova con alcuni consiglieri e funzionari regionali presso il Consiglio della Regione Liguria;

b) un incontro a Roma con alcuni parlamentari e funzionari parlamentari presso la Camera ed il Senato.

Si ricorda anche la possibilità di svolgere un tirocinio curriculare obbligatorio (per studenti SLIPA) o curriculare facoltativo (per gli altri studenti) presso il Consiglio della Regione Liguria.

PROGRAMMA/CONTENUTO

  1. Questioni introduttive 
  2. Fondamenti di Diritto costituzionale: il sistema ed il procedimento di formazione delle fonti del diritto 
  3. Fonti, organi, apparati e procedure sulla tecnica legislativa 
  4. Le regole di scrittura di un testo di legge
  5. L’Analisi tecnico-normativa (ATN), l’Analisi di impatto della regolamentazione (AIR) e la Valutazione d’impatto della regolamentazione (VIR)
  6. La semplificazione normativa  

TESTI/BIBLIOGRAFIA

 

Libri di testo per gli studenti frequentanti

• E. Albanesi, Teoria e tecnica legislativa nel sistema costituzionale. Seconda edizione interamente rivista e aggiornata. Prefazione di Paolo Carnevale, Editoriale scientifica, Napoli, 2019, pp. 316

 

Libri di testo per gli studenti non frequentanti

• E. Albanesi, Teoria e tecnica legislativa nel sistema costituzionale. Seconda edizione interamente rivista e aggiornata. Prefazione di Paolo Carnevale, Editoriale scientifica, Napoli, 2019, pp. 316

• E. Albanesi, Strumenti di traduzione assistita e gestione del multilinguismo istituzionale nel processo legislativo europeo. Prospettive di diritto costituzionale, in Osservatorio sulle fonti, 2022, n. 2, pp. 337-355

DOCENTI E COMMISSIONI

Commissione d'esame

ENRICO ALBANESI (Presidente)

SIMONE PITTO

ELEONORA CECCHERINI (Supplente)

MARCO MARAZZINI (Supplente)

LEZIONI

INIZIO LEZIONI

Le lezioni inizieranno martedì 19 settembre alle ore 10:30 (puntuali)

Orari delle lezioni

TECNICA LEGISLATIVA

ESAMI

MODALITA' D'ESAME

L’esame si svolge in forma orale e si articola normalmente in tre/quattro quesiti aperti, con i quali verificare la consapevolezza degli studenti circa le problematiche costituzionalistiche che caratterizzano il processo di scrittura dei testi normativi nonché, più specificamente, la conoscenza delle regole di scrittura dei testi normativi.

MODALITA' DI ACCERTAMENTO

L’esame orale mira ad accertare l’effettivo raggiungimento dei risultati di apprendimento attesi. In particolare, i quesiti di carattere teorico mirano ad accertare la capacità degli studenti di identificare le regole giuridiche di scrittura dei testi normativi; di comprendere la loro ratio e le problematiche costituzionalistiche connesse alla loro giustiziabilità; di applicare tali regole nella concreta scrittura dei testi normativi; di analizzare un testo normativo dal punto di vista della sua qualità di scrittura; di valutare criticamente l’effettività di tali regole nel più ampio contesto della forma di governo e nella forma di Stato italiane. Una partecipazione attiva durante l’insegnamento è ovviamente auspicabile per consentire al docente di conoscere gli stduenti sin dalle lezioni in vista della valutazione in sede di esame.

Calendario appelli

Dati Ora Luogo Tipologia Note
11/12/2023 08:00 GENOVA Orale
10/01/2024 08:00 GENOVA Orale
02/02/2024 08:00 GENOVA Orale
13/05/2024 08:00 GENOVA Orale
07/06/2024 08:00 GENOVA Orale
05/07/2024 08:00 GENOVA Orale
19/07/2024 08:00 GENOVA Orale
13/09/2024 08:00 GENOVA Orale

OpenBadge

 PRO3 - Soft skills - Creazione progettuale avanzato 1 - A
PRO3 - Soft skills - Creazione progettuale avanzato 1 - A