Salta al contenuto principale
CODICE 24396
ANNO ACCADEMICO 2023/2024
CFU
SETTORE SCIENTIFICO DISCIPLINARE IUS/09
LINGUA Italiano
SEDE
  • GENOVA
PERIODO 1° Semestre
FRAZIONAMENTI Questo insegnamento è diviso nelle seguenti frazioni:
  • A
  • B
  • PROPEDEUTICITA
    Propedeuticità in uscita
    Questo insegnamento è propedeutico per gli insegnamenti:
    • SERVIZIO SOCIALE 8710 (coorte 2023/2024)
    • ISTITUZIONI DI DIRITTO PUBBLICO 24396 2023
    • SERVIZIO SOCIALE 8710 (coorte 2023/2024)
    • ISTITUZIONI DI DIRITTO PUBBLICO 24396 2023
    • SERVIZIO SOCIALE 8710 (coorte 2023/2024)
    • ISTITUZIONI DI DIRITTO PUBBLICO 24396 2023
    • SERVIZIO SOCIALE 8710 (coorte 2023/2024)
    • ISTITUZIONI DI DIRITTO PUBBLICO 24396 2023
    • SERVIZIO SOCIALE 8710 (coorte 2023/2024)
    • ISTITUZIONI DI DIRITTO PUBBLICO 24396 2023
    MATERIALE DIDATTICO AULAWEB

    PRESENTAZIONE

    L'insegnamento prevede lo studio del diritto costituzionale italiano con una particolare attenzione al sistema delle fonti e al tema dei diritti. 

    Si raccomanda di iscriversi sul portale Aula Web sul sito dell'Università di Genova.

    OBIETTIVI E CONTENUTI

    OBIETTIVI FORMATIVI

    Gli obiettivi formativi dell’insegnamento sono quelli di consentire allo studente del primo anno di: a) comprendere il funzionamento degli istituti fondamentali del diritto pubblico italiano; b) utilizzare tali conoscenze con riferimento agli specifici ambiti del diritto pubblico connessi ai servizi sociali; c) acquisire l’indispensabile linguaggio e forma mentis giuridici.

    OBIETTIVI FORMATIVI (DETTAGLIO) E RISULTATI DI APPRENDIMENTO

    L’insegnamento di Istituzioni di diritto pubblico è volto a fornire la conoscenza di base del diritto pubblico, con particolare riferimento all’organizzazione costituzionale dello Stato, alle fonti del diritto, al sistema delle autonomie regionali e locali.

    L’insegnamento consentirà allo studente di:

    -  acquisire la conoscenza di base relativamente ai concetti e alle categorie giuridiche del diritto pubblico;

    - comprendere l’organizzazione e la struttura dei poteri pubblici, le relazioni fra gli organi costituzionali, il sistema giudiziario, la tutela delle libertà e dei diritti fondamentali;

    - individuare le fonti del diritto e sviluppare la capacità di interpretazione delle norme;

    - comprendere i rapporti fra Stato, Regioni e Unione europea;

    - acquisire la metodologia giuridica e la padronanza linguistica in ambito giuspubblicistico.

    PREREQUISITI

    Conoscenza di base della storia e della filosofia.

    MODALITA' DIDATTICHE

    L’insegnamento si sviluppa attraverso lezioni frontali, per un totale di 36 ore (pari a 6 CFU), nel corso delle quali verranno esposti analiticamente gli argomenti del programma. Alcune lezioni, che potranno assumere carattere seminariale, verranno svolte dalla docente eventualmente insieme ad esperti italiani o stranieri, per approfondire tematiche di particolare interesse o attualità.

    PROGRAMMA/CONTENUTO

    Il programma dell'insegnamento di Istituzioni di diritto pubblico prevede lo studio dei seguenti argomenti:

    • Le nozioni di diritto e di Stato;
    • la Costituzione e il sistema delle fonti del diritto;
    • cenni alle forme di Stato
    • i rapporti fra lo Stato, l’Unione europea e l’ordinamento internazionale;
    • i diritti e i doveri dei cittadini e delle persone, con particolare riguardo al diritto alla salute e ai diritti socio-assistenziali;
    • l’ordinamento della Repubblica: gli organi costituzionali e di rilevanza costituzionale e le loro funzioni;
    • le garanzie costituzionali: la Corte costituzionale e il procedimento di revisione costituzionale;
    • Regioni e autonomie locali.

     

     

    TESTI/BIBLIOGRAFIA

    Il libro di testo per gli studenti frequentanti (che hanno partecipato ad almeno 2/3  delle lezioni) è:

    R. Bin - D. Donati - G. Pitruzzella, Lineamenti di diritto pubblico per i servizi sociali, Giappichelli, Torino, ult. ed. (nelle sole parti che verranno comunicate dalla docente nel corso delle lezioni, sulla base degli argomenti trattati).

    Gli studenti non frequentanti sosterranno l’esame sulla base dello studio integrale del seguenti volume: 

    R. Bin - D. Donati - G. Pitruzzella, Lineamenti di diritto pubblico per i servizi sociali, Giappichelli, Torino, ult. ed.

    .Lo studio del programma deve essere accompagnato da un’attenta lettura della Costituzione italiana.

    I materiali didattici (slides utilizzate dalla docente a lezione, materiale normativo, dispense e testi oggetto di approfondimento) saranno disponibili sulla piattaforma di Aulaweb.

    Volumi alternativi per gli studenti stranieri verranno segnalati dalla docente all’inizio delle lezioni. Ulteriori testi di approfondimento verranno segnalati nel corso dell’insegnamento.

    DOCENTI E COMMISSIONI

    Commissione d'esame

    ELEONORA CECCHERINI (Presidente)

    ENRICO ALBANESI

    FRANCESCA BRUNETTA D'USSEAUX (Supplente)

    MICHELE FRANCAVIGLIA (Supplente)

    CRISTINA OTTONELLO (Supplente)

    LEZIONI

    INIZIO LEZIONI

    Le lezioni si svolgono nel primo semestre dell'a.a. 2023/2024 a partire dal 18 settembre 2023 (secondo il calendario e l'orario consultabili su EasyAcademy-Unige).

    ESAMI

    MODALITA' D'ESAME

    L’esame è in forma scritta e consta di 31 quesiti. La votazione è il risultato delle risposte esatte. 

    Gli studenti e le studentesse che superano la prova scritta possono chiedere di sostenere una prova orale integrativa (con la quale potranno migliorare o peggiorare la votazione già conseguita nello scritto): essa avrà luogo nella sede e nell’orario indicati il giorno della prova scritta. Se lo studente non desidera sostenere la prova orale integrativa l’esame è concluso con la prova scritta.

    Gli studenti dovranno iscriversi telematicamente all’esame, entro i tempi previsti. La mancata iscrizione comporta l’impossibilità di sostenere la prova. A fini solo documentali, allo studente è consigliato di stampare la ricevuta dell’avvenuta iscrizione.

    Le iscrizioni sono aperte fino a due giorni lavorativi precedenti la data dell’esame.

    Si prega di cancellare il proprio nominativo dall’iscrizione all’esame, altrimenti gli studenti iscritti all'esame che non si presentano sono verbalizzati come "assente".

    La Commissione di esame è presieduta dalla docente titolare dell’insegnamento ed è formata dai cultori della materia approvati dal Consiglio di dipartimento.

    MODALITA' DI ACCERTAMENTO

    L’esame  è volto ad accertare la conoscenza delle tematiche oggetto dell’insegnamento.

    La valutazione del livello di apprendimento avverrà con voto finale espresso in trentesimi, attribuito alla luce degli esiti dello scritto. Ogni risposta esatta del test varrà un punto. 

    Calendario appelli

    Dati Ora Luogo Tipologia Note
    11/12/2023 12:15 GENOVA Scritto + Orale
    09/01/2024 12:15 GENOVA Scritto + Orale
    24/01/2024 11:31 GENOVA Scritto + Orale
    24/01/2024 12:15 GENOVA Scritto + Orale
    13/05/2024 12:30 GENOVA Scritto + Orale
    27/05/2024 12:15 GENOVA Scritto + Orale
    10/06/2024 12:15 GENOVA Scritto + Orale
    25/06/2024 12:15 GENOVA Scritto + Orale
    02/09/2024 12:15 GENOVA Scritto + Orale

    ALTRE INFORMAZIONI

    Si invitano gli studenti a iscriversi all'insegnamento su Aulaweb.

    Status di studente frequentante  E’ considerato studente frequentante chi sia iscritto regolarmente e che abbia frequentato almeno 2/3 delle lezioni. L’accertamento della frequenza è realizzata attraverso la geolocalizzazione dell'app di Unige. 

    Lo status di studente frequentante è valido dall’appello di dicembre fino all’appello di settembre  successivo al termine del corso.  L’elenco degli studenti frequentanti è reso noto  tramite aula web.In ottemperanza al regolamento didattico di Ateneo: Agli studenti con disabilità e agli studenti con disturbi specifici dell’apprendimento (D.S.A.) sono consentite prove equipollenti e tempi più lunghi per l’effettuazione delle prove scritte o grafiche e la presenza di assistenti alla persona, interpreti della lingua dei segni italiana, assistenti alla comunicazione e tutor, verificati e approvati dall’Ateneo, per l’autonomia e/o la comunicazione in relazione al grado e in base alla tipologia della disabilità e/o del disturbo specifico dell’apprendimento. Gli studenti con disabilità svolgono gli esami con l’uso degli ausili loro necessari. L’Università garantisce sussidi tecnici e didattici specifici, nonché il supporto di appositi servizi di tutorato specializzato sulla base delle risorse finanziarie disponibili. Il trattamento individualizzato in favore degli studenti con disabilità e degli studenti con disturbi specifici dell’apprendimento (D.S.A.) è consentito per il superamento degli esami previa intesa con il docente della materia, il docente referente della scuola o il delegato del rettore per l’inclusione universitaria degli studenti con disabilità e con D.S.A.