Salta al contenuto principale
CODICE 74359
ANNO ACCADEMICO 2023/2024
CFU
LINGUA Italiano
SEDE
  • GENOVA
PERIODO 1° Semestre
MODULI Questo insegnamento è un modulo di:
MATERIALE DIDATTICO AULAWEB

OBIETTIVI E CONTENUTI

OBIETTIVI FORMATIVI (DETTAGLIO) E RISULTATI DI APPRENDIMENTO

Metrorragia post partum. In Italia l'emorragia dopo il parto (EPP) è stata responsabile, nel periodo 2006-2012, di 58 morti materne dirette (entro 42 giorni dall'esito della gravidanza), rappresentando la causa maggiore (43%) delle 149 morti materne dirette in quel periodo. L'evento emorragico dopo il parto può avvenire in donne con e senza fattori di rischio e in tempi rapidissimi può portare al decesso della puerpera. Il corso teorico-pratico ha l'obiettivo di dare le basi teoriche dell'EPP (cause, fisiopatologia, trattamento medico e chirurgico), le abilità tecniche per affrontare l'inizio dell'evento, le abilità tecniche e non tecniche per lavorare in squadra. Al termine del corso l'allieva ostetrica sarà in grado di riconoscere le gravide a rischio di EPP, di riconoscere i segni dell'EPP in atto, di richiedere aiuto precocemente, di sapere quali farmaci di prima linea e manovre di emergenza sono necessarie all'inizio dell'evento, di saper comunicare con la puerpera e i membri della squadra multidisciplinare, il tutto secondo la linea guida italiana dell'ISS n°26 aggiornata.

Distocia delle spalle. Questa patologia del periodo espulsivo (disimpegno della testa non seguita dal disimpegno delle spalle entro 3 minuti) è infrequente (0,6-0,7% dei parti vaginali) e pertanto può presentarsi in modo imprevisto e imprevenibile solo dopo anni di professione ostetrica. L'inesperienza dovuta alla rarità dell'evento può portare alla morte del nascituro, se non risolto entro 5 minuti. Il corso teorico-pratico ha l'obiettivo di dare le basi teoriche e le abilità tecniche e non tecniche necessarie per affrontare questa evenienza. Al termine del corso l'allieva ostetrica sarà in grado di  riconoscere i segni della distocia delle spalle, di richiedere aiuto precocemente, di sapere quali manovre attuare e quali evitare, di comunicare efficacemente con la partoriente e con i sanitari della sala parto, il tutto secondo la linea guida 42 del Royal College of Obstetricians and Gynaecologists.

MODALITA' DIDATTICHE

Per entrambi gli argomenti (metrorragia post partum e distocia delle spalle) lezione frontale con dispositivi audiovisivi seguita da simulazione su manichini a bassa e ad alta fedeltà.

PROGRAMMA/CONTENUTO

Metrorragia post partum (EPP): profilassi (fisiopatologia del terzo stadio, fattori di rischio, profilassi farmacologica), cause, riconoscimento, trattamento medico, manovre compressive, tamponamento endouterino, competenze ostetriche tecniche e non tecniche nell'algoritmo diagnostico e terapeutico.

Distocia delle spalle: fattori di rischio, profilassi (cosa non fare), riconoscimento, abilità non tecniche (chiamata di aiuto precoce e comunicazione), algoritmo delle manovre.

TESTI/BIBLIOGRAFIA

ITOSS (Italian Obstetric Surveillance System) Linea guida 26 “Emorragia post partum: come prevenirla, come curarla” - pubblicata a ottobre 2016, e l’aggiornamento (pdf 101 kb) di dicembre 2018 relativo alla modifica della raccomandazione sul trattamento con acido tranexamico in corso di emorragia del post partum.

“Shoulder dystocia”, RCOG GTG 42, March 2012.

Ragusa A., Crescini C. "Urgenze ed emergenze in sala parto". Piccin Nuova Libraria, 2016.

 

DOCENTI E COMMISSIONI

Commissione d'esame

MATILDE MARIA CANEPA (Presidente)

VIRGINIA MICHELERIO (Presidente)

MASSIMO STEFANO CORDONE

LUCA ANTONIO RAMENGHI

ALDA GIULIA SANTERAMO

CLAUDIA MASSAROTTI (Presidente e Coordinatore di corso integrato)

LEZIONI

INIZIO LEZIONI

Vedasi calendario lezioni.

Orari delle lezioni

L'orario di tutti gli insegnamenti è consultabile all'indirizzo EasyAcademy.

ESAMI

MODALITA' D'ESAME

Orale